Parco Nazionale di Qumran

Immagini della community

Parco Nazionale di Qumran

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Parco Nazionale di Qumran"

pubblicata 26/03/2017 | Ciobin
Iscritto da : 08/07/2000
Opinioni : 1537
Fiducie ricevute : 693
Su di me :
Tornata e non vedo l'ora di ripartire LO SCAMBIO DI LETTURE E' PROIBITO DAL REGOLAMENTO
Ottimo
Vantaggi bellissima visita
Svantaggi nessuno
Eccellente
Qualità
Rapporto qualità prezzo
Collocazione
Orari di apertura
Interesse

"Qumran"

Parco Nazionale di Qumran

Parco Nazionale di Qumran

Oggi vi parlo un po' di un'altra visita che ho potuto fare grazie al mio viaggio in Israele: il parco nazionale di Qumran. Forse il nome non vi suona totalmente nuovo e penso che continuando a leggere la mia opinione capirete ben presto perché. Ma partiamo dall'inizio.

Qumran si trova a ovest della strada Kaliah-Sodoma e a nord-ovest del Mar Morto ed era una città che, secondo recenti studi, era abitata dagli ebrei già nell'VIII secolo a.C., ma la sua fama è data dagli Esseni. Gli Esseni arrivarono a Qumran verso la fine del secondo secolo a.C. e vi risiedettero fino al 31 a.C, quando dovettero abbandonare il luogo in seguito a un grande terremoto. Gli Esseni tornarono a Qumran e la ricostruirono, ma dovettero abbandonarla nuovamente nel 68 d.C. durante la grande rivolta contro i romani che conquistarono la città. I romani non si fermarono nella città che venne, quindi, ben presto abbandonata se non per un breve periodo durato tre anni tra il 132 e il 135 d.C. quando alcuni funzionari di Roma vi presero residenza. Dal 135 d.C. in poi la città e la zona vennero definitivamente abbandonate e dimenticata.

La ricerca sull'attività degli Esseni iniziò 70 anni fa quando un beduino alla ricerca di una pecora smarrita, trovò sette antichi rotoli in una delle grotte del posto e ben presto questa scoperta venne diffusa in tutto il mondo. Il frate De Vaux, accompagnato da un gruppo di archeologi francesi, si recò sul posto e cominciò gli scavi dal 1951 per 5 anni, scoprendo altri rotoli e i ruderi di costruzioni antiche che rafforzarono la teoria che Qumran era di fatto il nucleo dell'attività essena. Le grotte si trovano su dirupi di difficile accesso e le varie costruzioni servivano per i diversi usi dell'attività quotidiana di una nazione. I rotoli trovati in vasi di terracotta e conservati per circa 2000 anni contengono brani del Vecchio Testamento, gli Apocrifi e altri scritto degli Esseni. Una parte dei rotoli ritrovati sono visibili presso il Museo del Libro che fa parte del Museo d'Israele.

Gli esseni erano asceti che davano grande importanza alla purezza e quindi ai bagni rituali, conducevano una vita comunitaria, ma davano anche ampio spazio alla vita d'isolamento per la quale costruivano capanne e tende. C'erano sale per le assemblee, refettorio e cucina comune, vasche per i bagni rituali, ma anche lavanderie e torri di guardia e, ovviamente, il cimitero della comunità. I rotoli che vennero trovati si immagina che siano stati scritti nella sala di scrittura che ha anche rotoli e portapenne. Dal 1967 il luogo è stato risistemato e messo in ordine affinché lo si potesse far diventare un parco archeologico aperto al pubblico. Il luogo è attrezzato il maniera perfetta con parcheggio, toilette e un luogo di ristoro.

I manoscritti di Qumran sono una parte di quei manoscritti denominati “del mar Morto” che immagino tutti voi abbiate sentito almeno nominare e che comprendono circa 900 documenti con ampie parti della Bibbia ebraica. Esistono poi dei manoscritti apocrifi che non sono stati codificati nella Bibbia ebraica ma che vengono comunque presi in considerazione e studiati dai rabbini e poi ci sono anche i manoscritti settari. Questi ultimi erano sconosciuti fino alla loro scoperta e raccontano più che altro alcuni usi e costumi presenti all'interno di alcune comunità ebraiche.

La zona è molto bella, ma ciò che la arricchisce, indubbiamente, è la storia di questi reperti e di come siano diventati così importanti per lo studio delle religioni anche se, la loro classificazione e il loro studio, è solo all'inizio.

Vi lascio un link al sito ufficiale per maggiori informazioni su orari e giorni di apertura: http://www.parks.org.il/sites/English/ParksAndReserves/qumran/Pages/default.aspx
Buona visita a tutti.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 123 volte e valutata
76% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • sarad12 pubblicata 06/04/2017
    Mi piacerebbe andarci, grazie
  • Bellatrix72 pubblicata 03/04/2017
    altra bella pagina ......di un viaggio unico
  • mrforni pubblicata 30/03/2017
    eccellente
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Parco Nazionale di Qumran

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 08/02/2017