Pesci di mare

Immagini della community

Pesci di mare

> Vedi le caratteristiche

96% positiva

148 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Pesci di mare"

pubblicata 03/12/2010 | renato55
Iscritto da : 21/09/2005
Opinioni : 206
Fiducie ricevute : 0
Su di me :
Soddisfacente
Vantaggi vedi opi
Svantaggi vedi opi
molto utile

"Calamari fritti"

cala-marooooo

cala-marooooo


Premessa:


Ecc a voi un bel piatto di calamari fritti utilizzando comune calamaro, loligo vulgaris,

non di certo il calamaro gi-gante altrimenti detto Architeuthis.

Le ragioni del non utilizzo sono le seguenti:

1 – Il corpo del calamaro gigante è coperto di soluzione di cloruro d‟ammonio che rende le sue carni inadatte alla alimentazione.

2 – Il calamaro gigante raggiunge la lunghezza di 10 metri e più, oltre i tentacoli che arrivano a 20.

Affettandolo, ogni anello avrebbe il diametro di metri 2,5.

Si rileva subito la enorme difficoltà a procurarsi una padella di queste dimensioni.

Dosi per 4 persone

- 1 chilo di calamari freschi corri-spondenti a due grossi calamari;

- ½ litro di olio per friggere;

- 2 etti di farina;

- alcune foglie di lattuga lavate;

- 1 limone;

- sale;

- 1 tubetto di pomata “Foille”, quella delle ustioni di vario genere, come si legge sull‟etichetta, quindi com-prendenti anche quelle da calamari fritti.

Preparazione

Pulite i calamari eliminando l‟inter-no, mettete da parte i tentacoli e i ciuffi. Con le forbici tagliate i cala-mari dal lato più corto formando tanti anelli dello spessore di 1 centi-metro. Lavateli, asciugateli, passa-teli nella farina, compresi i tentacoli e i ciuffi. Intanto in una padella met-tete abbondante olio e ponetela sul fuoco a temperatura media. Con le dita prendete i calamari e fateli ca-dere nell‟olio caldo.

Quando saran-no cotti, dopo qualche minuto, gira-teli dall‟altra parte, questa volta non usando le dita, ma una comune for-chetta o anche due insieme. Ades-so comincia il bello perché, dicia-molo… il calamaro è fondamental-mente uno stronzo.

Gli anelli, cuo-cendo, cominceranno a schizzare olio alla cieca: per la cuoca non c‟è scampo. Gli schizzi di olio bollente potranno arrivare sulle mani, sulle braccia, in viso… non si sa. Nel cor-so dei secoli sono stati inventati di-versi accorgimenti per schivare gli schizzi.

Si elencano:

1 – coprire il pesce con un coper-chio. La cosa funziona fino a quan-do non c‟è da tirar su gli anelli… inevitabilmente si rimane colpiti.

2 – usare guanti lunghi. Si sono ri-velati assolutamente inutili perché i calamari ne avvertono la presenza e mirano direttamente sul viso della cuoca.

3 – friggere il pesce tenendolo com-pletamente coperto d‟olio.

E‟ solo un‟illusione… con un grande spreco di grasso perché i calamari, quando meno te la aspetti, ti becca-no. L‟unico espediente rivelatosi uti-le secondo chi scrive è l‟uso della pomata “Foille”, da tenere a portata di mano e applicare appena lo schizzo ti raggiunge. Si avverte su-bito il beneficio e si potrà procede-re, senza indugio, alla frittura di tutti gli anelli che verranno fatti asciuga-re su alcuni fogli di carta assorben-te. Sul piatto di portata adagiate le foglie di lattuga al centro e intorno le fettine di limone: sistemate gli anelli a piramide in mezzo.

Chi gra-disce aggiunga un pizzico di sale e “Buon appetito”.

Post scriptum

Esiste la possibilità di consumare un bel piatto di calamari fritti senza correre il rischio di scottarsi.

Il luogo adibito a questa operazione si chiama ristorante, dove ci si sie-de davanti a

un tavolo apparecchia-to e dopo un po‟ un addetto vi por-terà il piatto in questione.

Anche lì gli anelli di calamari al mo-mento di essere fritti schizzano olio a destra e a

manca, ma come dice il proverbio… “Occhio non vede…”.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1461 volte e valutata
86% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • mitochondria pubblicata 12/10/2017
    Buone
  • Iside86 pubblicata 22/12/2012
    Ottima opinione!|
  • Paratore.Monia pubblicata 30/11/2012
    mi hai fatto venire fame.
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Pesci di mare

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 08/05/2002