Poste Italiane

Immagini della community

Poste Italiane

> Vedi le caratteristiche

45% positiva

329 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Poste Italiane"

pubblicata 25/07/2008 | IlMarsigliese
Iscritto da : 13/03/2007
Opinioni : 86
Fiducie ricevute : 186
Su di me :
"Se ti senti disposto a essere conciliante, chiediti soprattutto che cosa ti rende in realtà così indulgente: una cattiva memoria, la comodità o la codardia" (Arthur Schnitzler)
Accettabile
Vantaggi Non si perde tempo per andare allo sportello
Svantaggi Non funziona quasi mai
molto utile
Costi:
Affidabilità dei servizi:
Tempi di consegna:
Tempi di prelievo:

"186: servizio dettatura telegrammi"

Potrei unirmi alla sequela di proteste che la dicitura "Poste Italiane" si porta automaticamente dietro, ma vorrei parlare di qualcosa di diverso.
Chi di noi non ha mai litigato con un impiegato allo sportello, non ha richiesto l'intervento del direttore per sollecitare qualcuno dei suoi sottoposti a finirla con la pausa caffé che si protrae da un'ora mentre la povera gente si fa la fila per pagare i bollettini o deve ritirare la pensione?
Penso tutti...
Proprio per questo motivo ho domiciliato tutte le bollette in banca, non ho mai neanche preso in considerazione per sbaglio di aprire un conto Bancoposta, spedisco genitori o suoceri a pagare i bollettini della mensa dell'asilo del bambino,...
Nonostante faccia di tutto per evitarli, ed evitare di litigarci come mi succede il 100% delle volte, ogni tanto ci devo ricapitare tra le grinfie...
A questo scopo, vorrei parlarvi del "mitico" servizio per dettatura telefonica dei telegrammi, il 186.
È un servizio che, quando devo usarlo, mi mette già di cattivo umore; in primo luogo perché lo uso solo ed esclusivamente per spedire telegrammi di condoglianze in occasione di decessi di persone che risiedono lontano da me e ai cui funerali non posso partecipare in prima persona come vorrei, secondariamente perché mi tocca di avere a che fare con quegli inetti.
Beh, ieri, purtroppo, è deceduto un mio cugino di 44 anni.
Non potendo andare ai funerali, ho pensato di inviare un telegramma di condoglianze ai suoi genitori.
Contatto il 186...
Una bella vocina mi mena il can per l'aia per due minuti buoni, complimentandosi per la mia scelta, dandomi mille dettagli non richiesti, fornendomi le previsioni del tempo,...
Ad un certo punto il nastro salta e parte una seconda voce che comincia a sciorinare i vari servizi ("se vuole dettare un telegramma, digiti 1, se vuole farsi furbo, digiti 2, se soffre di otite, digiti 3,...), il guaio è che il "salto" è talmente imprevisto che spesso ci si trova impreparati (ad esempio, io stavo passando la cornetta del telefono da un orecchio all'altro perché pensavo che la solfa che menava il can per l'aia andasse ancora avanti e ho dovuto rifare il numero e ripartire da zero)...
Vabbé, rifaccio il numero, che almeno è gratuito, e digito il numerino magico "1" per la dettatura.
Parte una musichetta di attesa e dopo mezzo minuto mi comunica che tutti gli operatori sono occupati e che quindi è meglio se riprovo più tardi.
Sono le 18.30, può essere effettivamente un'ora critica, anche se devo ammettere che faccio fatica a pensare che mezza Italia debba dettare un telegramma tutta insieme...
Ci mangio su e, durante la cena, ogni tanto riprovo. NIENTE!!! Sempre la solita storia: tutti occupati, riprova più tardi e sarai più fortunato.
Sono andato avanti così fino a dopo le 22, poi mi sono stufato.
Ora: o, a questo punto, ogni italiano, animali domestici compresi, ieri sera ha dettato un telegramma, o il servizio ha dei grossi problemi.
E mi sono "rivisto" la scena cui ho assistito troppe volte: file interminabili di persone in coda e gli impiegati che leggono il giornale in bella vista invece di aprire altri sportelli, fregandosene di tutto e di tutti...
Stamattina, mi sono recato a fare questo benedetto telegramma in un ufficio postale, quindi ho perso ore di lavoro, e quando ho fatto presente l'inconveniente, sperando che qualcuno possa provvedere, a momenti mi ridono in faccia.
Detto che il servizio potrebbe essere molto utile, se funzionasse, anche i costi non sono eccessivi.
Per un telegramma da spedire in Italia, con meno di 20 parole, si spendono 4.39€ + 0.62€ per l'utilizzo nel servizio 186.
Nelle 20 parole non viene conteggiato (era ora!!!!) l'indirizzo del destinatario, quindi con circa 5€ ce la si può cavare senza dovere perdere tempo e pazienza per recarsi all'ufficio postale.
Tutto sommato il servizio potrebbe essere molto utile, ma l'inefficienza atavica della pubblica amministrazione lo rende un mezzo disastro.
Per dire, ho dovuto utilizzare una volta questo servizio dalla Francia e devo dire che, oltre ad una maggiore cortesia, si riscontra decisamente una maggiore semplicità di utilizzo (io, italiano, sono riuscito a interagire con un'operatrice che parlava solo ed esclusivamente francese, mentre non sono riuscito a stare dietro ad una segreteria che parlava italiano).
Usatelo solo se proprio non potete farne a meno e sperate che funzioni...

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 167048 volte e valutata
90% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • doppiax_x pubblicata 09/11/2012
    io provai una volta e andò tutto bene...
  • freddy279 pubblicata 28/03/2011
    Non ho mai utilizzato questo servizio....bella descrizione.
  • cristybr pubblicata 26/06/2009
    quasi mai faccio telegrammi comunque buono a sapersi
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Poste Italiane

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 09/03/2001