Pseudostereo - Otto Ohm

Immagini della community

Pseudostereo - Otto Ohm

Pop e Rock Italiano - 1 CD - Casa Discografica: Nun Entertainment - EAN: 4029758424322

> Vedi le caratteristiche

87% positiva

3 opinioni degli utenti

Opinione su "Pseudostereo - Otto Ohm"

pubblicata 28/11/2003 | babylon66
Iscritto da : 21/11/2002
Opinioni : 12
Fiducie ricevute : 2
Su di me :
Soddisfacente
Vantaggi belle canzoni
Svantaggi ...
molto utile
Qualità dei testi
Qualità della musica
Voce artista

"pseudostereo, ancora poco e ci siamo..."

Onestamente, dopo che ho letto la recensione e sulla scia del primo, forse da questo album mi aspettavo di piu'....

Ma poi, in fondo, non e' detto che ogni album debba essere un capolavoro...
Il cd alterna dei grandi pezzi, a momenti mediamente 'normali'... anche se mai noiosi.

La prima canzone, che e' anche il primo singolo, 'Fumodenso', e' effettivamente una piccola perla. Un pezzo in cui i contorni vengono annebbiati dalla pesante coltre del riverbero delle chirarre distorte. Canzone che parla della solitudine, dell'amarezza dopo la constatazione che le cose, per necessita', cambiano e cosi' non ci si ritrova piu'. In questa situazione un ruolo particolare lo giocano i rapporti personali, che possono riscattarci da questa condizione esistenziale, attraverso la ricerca di noi stessi anche negli altri: 'quest'inverno le foglie non cadranno e tu non sarai sola, per cercare te stessa fra le note di una viola'... il pessimismo si consola con la consapevolezza di una dolce illusione...

La seconda traccia, 'Senza di noi', e' la classica denuncia sociale alla OttoOhm, potremmo ormai dire... ovvero una canzone in cui i difetti dellla nostra struttura sociale vengono evidenziati in virtu' delle contraddizioni personali a cui portano. Una commedia dell'assurdo a cui tutti quotidianamente partecipiamo: 'La paura del futuro ci deforma, ma ci fa tenere in forma...', la cui demistificazione diventa sempre piu' difficile, perche' nel viverla ci sprofondiamo sempre piu' a fondo... Il pezzo propone i temi ritmici in quattro tempi cari alla band, in cui gli inserti delle percussioni fanno da cooprotagonisti assieme alle linee melodiche proposti dagli arrangiamenti elettronici: pieno stile OttoOhm.

Da segnalare, inoltre anche la quarta traccia, 'Dee-Lay', in cui le base elettronica si va caricando via via, riempendo gli spazi bianchi dello spartito, culminando in un ritornello 'elettro-corale'. Canzone sullo stato d'innamoramento che si affianca, come stile, alla decima, 'Valeria '80', in cui la base e' arricchita dalla presenza degli archi.

Il resto del cd scorre sui quattro tempi e gli arrangiamenti che cercano di fondere elettronica e percussioni, a volte riuscendoci bene a volte un po' meno... ma il livello e' piu' basso che nei quattro episodi precedenti. La sensazione e' come se qui mancasse quella trovata capace di dare 'profondita'' alla canzone...

L'idea e' che gli OttoOhm riescano molto bene e in maniera unica (vedi 'Fumodenso') ogni volta che partono dall'io, percorrendo la strada dei sentimenti, sfociando in considerazioni generali, anche sociali (come la seconda traccia). La qualita', onestamente mai scarsa, ne risente quando l'analisi si svolge backward', tendendo a diventare piu' ampia cercando una caratterizzazione piu' 'politica'... e qui forse peccano anche un po' di poca lucidita' d'analisi, cascando in qualche luogo comune...

Morale della favola: questo non e' un capolavoro. I ragazzi hanno poco piu' di ventanni, ma, come nel precedente lavoro, il prodotto e' fresco e, senti senti, a tratti innovativo. Dimostrano di sapersi muoversi fra i campionatori e i groover come pochi altri in Italia... il talento percio' non manca; bisogna solo sapere attendere e avere fiducia nella loro ricerca.

Chi li ama li segua, chi non li ama puo' anche fare a meno di comprare questo cd...

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 736 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • TheShark pubblicata 11/05/2005
    questo album non l'ho mai sentito...
  • bregaing pubblicata 02/12/2003
    li conosco per nome e per alcuni brani che ho sentito.. non mi hanno impressinato molto, anche se devo dire che una canzone mi piaceva molto... come si chiamava.... azz la memoria!!! sono di napoli giusto? ciao
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Pseudostereo - Otto Ohm"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Pseudostereo - Otto Ohm

Descrizione del fabbricante del prodotto

Pop e Rock Italiano - 1 CD - Casa Discografica: Nun Entertainment - EAN: 4029758424322

Caratteristiche Tecniche

Numero dischi: 1 CD

EAN: 4029758424322

Sottogenere: Pop e Rock Italiano

Genere: Pop e Rock italiano

Artista / Gruppo: Otto Ohm, Ottoohm

Titolo: Pseudostereo

Casa discografica: Nun Entertainment

Tipo: Album

Ciao

Su Ciao da: 29/10/2007