Quale elettrodomestico ha maggiormente rivoluzionato le nostre vite? Perché?

Immagini della community

Quale elettrodomestico ha maggiormente rivoluzionato le nostre vite? Perché?

> Vedi le caratteristiche

90% positiva

16 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Quale elettrodomestico ha maggiormente rivoluzionato le nostre vite? Perché?"

pubblicata 26/10/2017 | Mistral13
Iscritto da : 25/05/2013
Opinioni : 60
Fiducie ricevute : 54
Su di me :
Sono curiosa. Annuso l'aria, scruto il cielo, mi lascio travolgere dalle emozioni. Amo le parole. Sono uno dei migliori veicoli a nostra disposizione e, a volte, arrivano dritte al cuore!
Ottimo
Vantaggi Una vera rivoluzione
Svantaggi Nessuno
Eccellente

"1956"

Parto da lontano, da molto prima che io nascessi.
Parto da una storia che è fatta di suggestioni ed emozioni.
Da una bambina, che non sono io, ma che in un momento futuro mi avrebbe donato la vita.
È la storia di mia madre e di mio nonno. È una storia ambientata in un paese del sud Italia, nella metà degli anni cinquanta.
Un posto piccolo, dove tutti gli avvenimenti più importanti, fino a quel momento, erano stati legati alla presenza della chiesa. Matrimoni, funerali, orazioni in onore delle festività, riti di passaggio nella vita delle persone.
La chiesa era un punto d’incontro, di aggregazione che fortificava il senso di appartenenza ad una comunità.
Tutto questo era rimasto immutato per generazioni.
I figli potevano riconoscersi nelle esperienze dei padri.
Contadini, fattori, il medico e il postino, il maestro e il bottegaio, tutti accomunati dallo stesso sentire. Le vite scandite dal suono delle campane e dalle prediche del parroco.
Tutto uguale fino alla metà degli anni cinquanta, quando un elemento di rottura ha interrotto una routine che sembrava inossidabile: l’avvento della televisione.
Nel 1956, il barista del paese decise di acquistare un televisore e d’installarlo all’interno del suo locale.
Da quel momento ogni sera un piccolo manipolo di persone iniziò a riunirsi al bar per ammirare il miracolo contenuto in quella “scatola magica”.
Dopo il lavoro, muniti di sedia rigorosamente portata da casa, si recavano al bar per vedere il telegiornale o uno spettacolo di varietà.
La voce si sparse velocemente e ben presto quasi tutto il paese prese l’abitudine di andare a guardare la televisione.
Ognuno aveva il suo angolo speciale e ci si facevano confidenze o si scambiavano opinioni sui programmi preferiti.
Persino gli annunci delle “signorine buonasera” suscitavano un fascino magnetico, tanto da indurre i più ingenui ad innamorarsi di quella che appariva come la più avvenente. Ed allora accadeva che qualcuno cominciasse a far uso di acqua di colonia prima di andare a vedere la televisione come se fosse un appuntamento galante.
Era tutto molto eccitante e lo stolto del paese veniva preso in giro con la promessa che lo sguardo sorridente della presentatrice fosse rivolto a lui soltanto.
Sono passati sessant’anni e ormai siamo nel mezzo dell’era digitale. La tv a valvole è un pezzo di modernariato... ma un pizzico di quella magia è arrivato intatto fino a noi e, se chiudo gli occhi, posso ancora immaginare la genuina emozione di quelle persone accalcate nella sala del bar, con lo sguardo dritto verso il baluginio dello schermo in bianco e nero.


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 213 volte e valutata
62% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • snicket pubblicata 15/11/2017
    Bellissimo il tuo scritto
  • Rictornato pubblicata 14/11/2017
    Ottima!!
  • marila1 pubblicata 06/11/2017
    Eccellente pagina di ricordi che appartengono un po' a ciascuno di noi
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Quale elettrodomestico ha maggiormente rivoluzionato le nostre vite? Perché?

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 23/10/2017