Quei bravi ragazzi

Opinione su

Quei bravi ragazzi

Valutazione complessiva (16): Valutazione complessiva Quei bravi ragazzi

 

Tutte le opinioni su Quei bravi ragazzi

 Scrivi la tua opinione


 


MAFIA ITALY STYLE !!!

4  18.04.2005

Vantaggi:
-  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -  *  *  *  *  *  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -

Svantaggi:
.  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -  *  *  *  *  *  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -  -

Consiglio il prodotto: Sì 

KIKKO.81

Su di me:

Iscritto da:01.01.1970

Opinioni:33

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 1 utenti Ciao

Da uno dei registi più acclamati della scena cinematografica internazionale: martin scorsese realizza uno dei più anomali ed avvincenti gangster-movie della storia del cinema. tratto dal best-seller di nicholas pileggi, "il delitto paga bene", e sostenuto da una dinamicissima colonna sonora, il film ha ricevuto grandissimi consensi dal pubblico e dalla critica e ben sei nomination all'oscar 1990, anno di uscita, tra le quali miglior film e miglior regia. dal racconto di trent'anni della vita nella mafia del pentito henry hill (ray lotta), figlio di emigranti italo-irlandesi fin da giovane entrato a far parte del giro dei quartieri poveri di new york, si delineano stile, mentalità e riti dell'universo mafioso italo-americano attraverso omicidi, contrabbando, spaccio di droga, rapine, carcere; ma anche pranzi, feste, mogli, amanti, figli. ed ex amici, i "bravi ragazzi", tra i quali il potente james "jimmy" conaway (robert de niro) e il folle tommy de vito (joe pesci). henry cresce lavorando per pauli (paul sorvino), il boss della zona, e cresce col sogno di divenire un gangster. il sogno si realizza presto: rispettato da tutti, pieno di soldi, "libero", si sposa e fa due figlie. ma, tra un colpo e l'altro, viene "beccato" ed è costretto a dieci anni di carcere. uscito, entra in un giro di spaccio di cocaina con jimmy e tommy, diventa tossico-dipendente, coinvolgendo anche la moglie (lorraine bracco), ma ancora una volta viene beccato. esce su cauzione e prova disperatamente a rimettersi in carreggiata, ma scopre la vera ferocia dell'organizzazione in cui è vissuto; ora che prova sulla sua pelle cosa vuol dire non contare più nulla, quando capisce che jimmy vuole farlo fuori. allora entra nel programma di protezione dei testimoni e fa incastrare chi lo aveva portato ad essere uomo, lo aveva difeso e aiutato. è la realtà mafiosa, raccontata tramite la storia di un mafioso, di uno di loro, di chi si è costruito una vita in un mondo irreale e si vede crollare tutto addosso, ripudiato da chi ha diviso con lui gioie e dolori in trent'anni, costruendo il mito di quelli che tra loro amavano chiamarsi "bravi ragazzi".

Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
Vilgroganor

Vilgroganor

28.11.2005 22:26

Complimenti, conciso ed efficace, cosa che io non riesco a fare perchè mi dilungo sempre a dire mille cose.Magari un pò di brio in più non avrebbe guastato, ma quelli sono gusti...

dizzy

dizzy

24.04.2005 00:50

inevitabile, ancora De Niro non s'abbandonava a puttanate colossali...film inevitabile checcazzo ! ; )

Ylenia23

Ylenia23

19.04.2005 19:00

A me è piaciuto molto :)

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Quei bravi ragazzi è stata letta 982 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"molto utile" per (100%):
  1. dizzy
  2. Ylenia23
  3. pastafrolla123
e ancora altri 4 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.