Rapala Tournament Fishing (Wii)

Immagini della community

Rapala Tournament Fishing (Wii)

Genere: Sport - Compatibile con: Wiimote - Sviluppatore: Activision Blizzard

> Vedi le caratteristiche

58% positiva

8 opinioni degli utenti

Opinione su "Rapala Tournament Fishing (Wii)"

pubblicata 31/07/2007 | samarko
Iscritto da : 02/09/2000
Opinioni : 186
Fiducie ricevute : 140
Su di me :
torno?
Accettabile
Vantaggi si ha l'illusione di pescare con un attrezzatura completissima
Svantaggi troppi difetti di programmazione
molto utile

"LA LEGGENDARIA ESCA DIVENTA VIRTUALE"

QUALCHE RAPALA

QUALCHE RAPALA

Doverosa premessa:

Fin da subito vorrei scusarmi con i miei affezionati lettori.
Mi rendo conto che negli ultimi mesi le mie pubblicazioni sono piuttosto monotematiche e (forse) troppo poco fantasiose.
Mi ero ripromesso di affrontare nuovi argomenti quanto prima ma, considerando la data di pubblicazione di quest'opinione (probabilmente non potrà concorrere alla vincita di nessun premio), la remunerazione a €€€ decisa dallo staff e, perché no, la poca ispirazione di questo periodo ho pensato di affrontare lo stesso questo impegno.
Sono perfettamente cosciente che l'argomento trattato è abbastanza elitario e magari poco interessante per molti, ma mettetevi nei miei panni…
…Piuttosto che aspettare il declassamento remunerativo per opera di "altri valenti ciaoini" ho deciso di scrivere (con un pizzico di furbizia) giusto per alzare qualche centesimo (come si dice in questi casi: dottò...Tengo famiglia!).
Certo della vostra comprensione vi abbraccio augurandovi buone vacanze!

PARLIAMO DI PESCA A SPINNING

Questo videogame s'ispira ad una particolare tecnica di pesca, chiamata "Spinning".

Lo spinning differisce in modo sostanziale dal tradizionale sistema "canna, filo, galleggiante, piombo, amo ed esca" tanto per il tipo d'attrezzatura impiegata quanto per il sistema con il quale si tenta di insidiare la preda.
Usando canne più corte e leggere, e soprattutto, adoperando dei "cucchiaini" assicurati direttamente alla lenza, il pescatore esegue ripetuti lanci e contestuali recuperi (la parola spinning deriva da: "to spin" ovvero girare (il mulinello)) sperando di stuzzicare l'istinto predatorio del pesce verso la nostra esca artificiale.

I "cucchiaini" sono costituiti da una o più palette metalliche montate su un "alberino". Durante il recupero e grazie alla resistenza dell'acqua tali palette roteano vorticosamente creando l'illusione ottica del "pesciolino ferito" e provocando così l'attacco del predatore.
Ovviamente la "paletta rotante" nasconde all'estremità un'ancoretta, generalmente composta di tre ami, sulla quale la nostra preda resterà agganciata.

Pescare a spinning non significa perciò stare seduti ad aspettare l'abbocco bensì muoversi in continuazione alla ricerca del pesce cercando di provocarlo con continui lanci ed azzeccati recuperi al fine di spingerlo all'attacco e… farlo rimanere allamato!

Esistono in commercio centinaia di tipi diversi di cucchiaino; ci sono i rotanti, gli ondulanti, i flottanti e quelli più belli di tutti: i RAPALA.

Un Rapala è l'imitazione in balsa di un pesciolino alle cui estremità sono fissate delle ancorette.
Il nome deriva dall'azienda che ha studiato, brevettato e prodotto quest'esca commercializzata per la prima volta nel 1936.

Esistono innumerevoli tipi di Rapala: alcuni galleggiano, altri affondano, talaltri emettono rumori o nuotano in maniera diversificata durante il recupero della lenza.
Ci sono Rapala concepiti per la pesca in mare ed altri per quella in acque dolci. Alcuni hanno colorazioni idonee ad insidiare i salmonidi (le trote) altri invece sono stati progettati per attirare i lucci…

Il problema di queste esche deriva dal costo elevato e dalla facilità con la quale si possono perdere in acqua a causa dell'involontario aggancio sul fondo o contro qualche sasso (principalmente a causa dell'imperizia del pescatore)…
Pescare a spinning è un'attività dinamica e piacevole però comporta elevate spese sia per l'attrezzatura e le licenze quanto per il tempo necessario da dedicare a tale sport.

Quando ero uno studente avevo molto più ore a disposizione per i miei sollazzi e perciò potevo decidere di dedicare qualche pomeriggio a tale hobby.
Oggi invece, a causa del lavoro, non posso più concedermi il tempo necessario a coltivare tale passione, perciò ho dovuto rinunciare.

Fortunatamente la Nintendo mi ha offerto l'opportunità di ricominciare a pescare grazie ad un titolo, peraltro già apparso in passato nella versione per PC, chiamato "Rapala Tournament Fishing"


UN BUON SIMULATORE DI PESCA A SPINNING

Questo videogame nasce da una collaborazione tra la "Activision" e la "Rapala" e l'idea di fondere il gioco con il "brand" del colosso finlandese della pesca sportiva ha creato una simbiosi vincente, soprattutto per questa ultima.
Ogni attività simulata è sponsorizzata Rapala, conseguentemente per ogni oggetto utilizzabile è fornita un'esaudente spiegazione storica e tecnica volta a rafforzare l'immagine del marchio.
Considerando la mole d'attrezzature disponibili ed i meccanismi propri di questo passatempo saremo bersagliati in un paio d'ore d'attività da almeno cinquanta "comunicazioni" da parte della Rapala, ma questo, in fin dei conti, non è un male giacché ci darà la possibilità di conoscere, capire e provare un sacco d'oggetti che, se acquistati in negozio, metterebbero a dura prova le nostre finanze…

IL GAME PLAY

Rapala Tournament Fishing si svolge in numerose locations sparse per il mondo.
Potremo esplorare tutti questi luoghi usando un motoscafo che piloteremo verso quello che, secondo le nostre intuizioni, avremo scelto posto idoneo da cui effettuare i lanci.

La fauna subacquea presente in ogni ambiente è eterogenea ed è adeguata alle caratteristiche dello scenario prescelto.
Esistono numerose possibilità: è possibile pescare liberamente, partecipare a tornei molto diversi tra loro oppure semplicemente raggiungere determinati obiettivi volti a sbloccare nuovi ambienti e/o attrezzature.

Nonostante l'incredibile varietà di prede proposta però la meccanica del gioco in sé è molto banale: bisogna individuare la giusta attrezzatura, montare l'esca migliore ed approcciare i pesci tentando catture da record.

Alcune catture non richiedono particolari interventi oltre al semplice recupero della lenza, mentre altre, quelle più appetitose, ci obbligheranno a "guadinare" la preda; ovvero ci permetteranno la cattura se, e solo se, riusciremo a trascinare il pesce nella barca per mezzo di uno specifico retino (il guadino appunto).

Il gioco in definitiva è tutto qua ma fortunatamente gli scenari, i suoni ed i comandi riescono a riempire la ripetitività dell'azione con risultati soddisfacenti.

I COMANDI

Ovviamente, trattandosi di un gioco per Wii, la nostra canna da pesca è costituita dal Wiimote faremo reagire il nostro pescatore virtuale a seconda dei movimenti che imprimeremo su di esso.
Una volta eseguito il lancio, la visuale si sposterà sott'acqua e perciò potremo decidere e controllare i nostri movimenti.
Il recupero poi sarà gestito dal "Nunchuck" che dovremo far ruotare esattamente come se fosse la manovella di un mulinello (a dire il vero è anche possibile completare il recupero premendo il tasto A del Wiimote).

Il Wiimote sarà anche lo strumento tramite il quale controlleremo il motoscafo durante l'avvicinamento alla zona di pesca che avremo scelto.

Quando il pesce abboccherà dovremo eseguire tutte le azioni di pesca che si fanno nella realtà: una poderosa ferrata (ovvero lo spostamento repentino della canna verso l'alto) seguita da un recupero veloce ed attento onde evitare inaspettate e spiacevoli rotture della lenza.

Se il pesce allamato supererà una certa taglia dovremo, una volta trascinato nei pressi dell'imbarcazione, tentare di guadinarlo ovvero saremo obbligati a premere in sequenza alcuni tasti entro un certo ristretto periodo di tempo.

LA GRAFICA

Come ho già avuto modo di accennare, considerando la ripetitività delle azioni da compiere, l'accuratezza nello sviluppo e riproduzione degli scenari ha avuto una notevole importanza.
Effettivamente gli ambienti sono ben realizzati, ma forse, si sarebbe potuto fare qualche cosa di più.
Purtroppo vuoi a causa dei limiti del processore Nintendo, vuoi per l'eccessiva ansia da commercializzazione (questo gioco è stato uno dei primi titoli distribuiti per la Wii) alcuni dettagli sono stati trascurati, ma, in definitiva, il tutto resta a livelli più che soddisfacenti.

IL SONORO

Analizzando l'aspetto audio devo fare due considerazioni: musiche e suoni sono azzeccati e creano un gradevole tappeto durante le fasi di gioco, però purtroppo esiste anche una sezione parlata, peraltro esclusivamente in inglese, molto ripetitiva e spesso del tutto fuori contesto.
Esiste, infatti, un socio onnipresente al nostro fianco con il compito di darci buoni consigli su quello che dovremmo o non dovremmo fare… Peccato però che spesso parli a vanvera dicendo per lo più sempre le stesse cose, quindi la sua presenza risulta essere un semplice riempitivo controproducente ed anche fastidioso.

LA GIOCABILITÀ

A mio giudizio, da appassionato pescatore a spinning, questo gioco ha delle buone caratteristiche ed è un'ottima simulazione di quanto effettivamente succede in una battuta di pesca con gli artificiali.
D'altro canto però mi rendo conto che questo realismo fa a pugni con un tradizionale approccio ludico tutto azione e ritmo serrato.

DIFETTI

Purtroppo questo gioco è pieno d'errori di programmazione e tragicamente lo è sempre stato sin dalla sua prima versione per personal computer. Non di rado avvengono errori grafici di vario genere senza contare che spesso durante il passaggio da uno schema all'altro il tutto vada "in bomba" non lasciandoci altra scelta se non quella di riavviare la consolle.

Secondo me questo è un aspetto gravissimo perché sottintende una totale mancanza di rispetto nei confronti del cliente consumatore al quale poi questo titolo è stato venduto ad un prezzo pieno di poco inferire a quelli d'altri titoli nuovissimi ed esenti da errori.
Una cosa del genere è ancora più difficilmente tollerabile pensando che colpevole di ciò sia proprio l'Activision, una software house storica presente sulle scene sin dagli albori di quest'importante settore.

CONCLUDENDO

Rapala Tournament Fishing è un bel gioco, ma è più adatto ad un pubblico d'appassionati piuttosto che per tutti.
Il grado di simulazione raggiunto è elevato, tuttavia manca ancora di un elemento fondamentale: far sentire il peso del combattimento nei polsi del pescatore.
Esistono numerosi bugs all'interno del software che, di fatto, inibiscono un corretto svolgimento del gioco.
Per tutte queste ragioni il mio voto complessivo non è completamente positivo e questo, considerando la mia passione per la pesca, mi dispiace davvero.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 3228 volte e valutata
53% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • bananarana pubblicata 10/10/2007
    Recensione scritta molto bene e veramente completa!!!
  • ondulino pubblicata 18/09/2007
    Un'opinione completissima su un gioco che proprio non conoscevo! Ciao
  • jojogo pubblicata 08/08/2007
    non mi attira per niente, ma l'opinione è più che perfetta!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Rapala Tournament Fishing (Wii)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Genere: Sport - Compatibile con: Wiimote - Sviluppatore: Activision Blizzard

Caratteristiche Tecniche

Genere: Sport

Console: Nintendo Wii

Marca: Activision Blizzard

EAN: 5030917043093

Compatibile con: Wiimote

Ciao

Su Ciao da: 18/06/2007