ANTIACIDI: capitolo 3°

5  19.04.2007

Vantaggi:
Il prezzo, un buon farmaco con un'ottima tolleranza, riduce l'acidità gastrica

Svantaggi:
Per me personalmente nessuno

Consiglio il prodotto: Sì 

franziska27

Su di me: E' la lunghezza o la qualità che fa la QUALITA'?!

Iscritto da:06.12.2005

Opinioni:134

Fiducie ricevute:69

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 32 utenti Ciao

3° capitolo e 3° gradino per quel che concerne l'efficacia e la potenza di un farmaco antiacido. Dopo avervi parlato in due mie precedenti opinioni del Maalox e del Gaviscon Advance oggi ho deciso di parlarvi della Ranitidina Ratiopharm. Ho scelto di parlarvi di un farmaco generico perché vorrei sottolineare il grande risparmio che si può ottenere acquistando questo tipo di farmaci che sono perfettamente identici ai medicinali di "marca"per quanto concerne il principio attivo. In questo caso farò un raffronto diretto con il ben più noto e più caro Ranidil della Menarini Industrie Sud sul mercato da tantissimi anni. I farmaci di questa categoria negli ultimi anni sono stati in parte soppiantati dagli "inibitori della pompa protonica"(scusate la terminologia difficile ma in questo caso necessaria) che rappresentano il 4° e ultimo gradino, di cui conto di parlarvi prossimamente, ma ciò non toglie che siano ancora dei validissimi farmaci che vengono ancora utilizzati con risultati più che soddisfacenti da milioni di persone nel mondo.
Dunque, il principio attivo sia per quanto concerne la Ranitidina Ratiopharm che il Ranidil è la Ranitidina cloridrato e il confronto sui prezzi si può effettuare sulle confezioni da 150 e da 300 milligrammi.
Schematicamente: una confezione da 150 mg di Ranidil costa 14,97 Euro, mentre l'analoga confezione di Ranitidina Ratiopharm costa 6,90 Euro.
Se paragoniamo una confezione di Ranidil 300 mg a una di Ranitidina Ratiopharm con dosaggio analogo vediamo che la prima costa 27,24 Euro mentre la seconda 14,88 Euro. Come potete notare sono differenze sostanziali e a me sembra giusto promuovere il risparmio, ove possibile. Oltretutto attualmente il farmaco generico esiste in commercio sotto svariate marche, per cui se non trovate quello della Ratiopharm vi potete tranquillamente orientare su altre aziende che producono questo stesso generico (ve ne cito qualcuna per completezza:ABC, Allen, Angenerico, D&G, Doc, EG, Hexal, Ibirn, Jet generici, Merck Generics ecc).
La Ranitidina è un farmaco di fascia A e quindi a carico dell'SSN ma è soggetta alla nota 48 che limita il trattamento a particolari periodi di cura e ad alcune indicazioni specifiche. Questo significa che il farmaco può essere prescritto dal medico su una impegnativa e rimborsato dalla mutua non in tutti i casi e non per i periodi richiesti dal paziente ma per periodi predeterminati e a seconda della malattia. Alle volte dunque si rende necessario acquistare il farmaco al di fuori di questo meccanismo (deve comunque essere prescritto dal medico su carta intestata) e in questo caso conoscere questa differenza di costi può essere particolarmente importante.

Veniamo ora direttamente al farmaco e vediamo più specificatamente di che si tratta. Dunque, la Ranitidina cloridrato fa parte di una categoria di farmaci definiti "Antistaminici H2" cioè in grado di bloccare l'effetto di una sostanza chiamata istamina sulla secrezione gastrica. In buona sostanza questi farmaci riducono la produzione di acido a livello dello stomaco nei casi in cui questa è alterata e provoca una patologia. Viene dunque usata per il trattamento dell'ulcera gastrica e duodenale, per la prevenzione di queste stesse ulcere, in caso di esofagite da reflusso (problema che mi interessa personalmente e per il quale assumo questo farmaco) e nel trattamento di una sindrome poco conosciuta chiamata "sindrome di Zollinger -Ellison" in cui una smodata secrezione di acido conduce alla formazione di ulcere multiple lungo l'apparato gastroenterico.
La Ranitidina Ratiopharm viene venduta in una scatola bianca con delle linee color ocra in cui tutte le scritte presenti sono in nero e contiene due blister da 10 compresse l'una. I blister non sono pretagliati intorno alle singole compresse per cui bisogna usare le forbici nel caso si desideri staccare un certo numero di compresse magari per metterle in borsa o per portarsele dietro durante i viaggi. Sono compresse tonde, di medie dimensioni, bianche che vanno assunte con un po' di acqua senza masticarle. Non hanno alcun particolare sapore al contatto con la lingua e si ingoiano molto facilmente.
Il dosaggio varia a seconda della patologia e sebbene ci siano chiare indicazioni sul bugiardino è sempre meglio che sia il medico a stabilire la posologia adeguandola al singolo paziente. Comunque per fare l'esempio classico della persona con ulcera duodenale o gastrica sono consigliate compresse da 150 mg due volte al giorno o in alternativa una compressa da 300 mg dopo il pasto serale o prima di coricarsi nella fase acuta, mentre per il mantenimento sono sufficienti 150 mg.
Questo è un farmaco che fa parte di una categoria efficace (permette di ottenere la guarigione nell'80% dei casi dopo 4 settimane di trattamento e nell' 85-90% dei casi dopo 8 settimane - dati riportati da MC Quaid, Current Med, Diag. Treat. 2005) e ben tollerata.
Gli effetti collaterali più comuni sono la cefalea, le vertigini, la sonnolenza e l'insonnia , più raramente si possono avere disturbi gastroenterici, epatici, renali o cardiaci.
Questo farmaco non va somministrato contemporaneamente ad altri antiacidi appartenenti ad altre categorie in quanto potrebbe essere ridotto il suo assorbimento a livello gastrointestinale. Deve essere somministrato alle donne in gravidanza solo se necessario e dietro consiglio medico. E' sconsigliato durante l'allattamento. Per quanto riguarda il fumo gli studi effettuati dimostrano che esso è in grado di ridurre l'efficacia del medicinale e di aumentare la percentuale di recidive nel corso del trattamento cronico, quindi, per quanto possibile, va evitato.
Per quanto mi riguarda assumo questo farmaco da parecchi mesi e mi sento di consigliarlo tranquillamente in quanto personalmente ho riscontrato solo benefici senza alcun effetto collaterale particolare (prima avevo tentato con i farmaci "del 4° gradino", i più moderni esistenti per intenderci, cui accennavo prima, teoricamente ancora più efficaci degli Antistaminici H2, ma non mi ero affatto trovata bene probabilmente per una questione di intolleranza al farmaco. Mi rimaneva tutto il cibo sullo stomaco, la sensazione di non digerire bene mi accompagnava per ore con le conseguenze del caso: nausea, mal di testa, eruttazioni, irritabilità. Per cui ho pensato bene di fare un passo indietro trovando finalmente il farmaco ad hoc per me. La Ranitidina Ratiopharm sembra davvero fatta su misura perché sto bene ed è come se non assumessi niente).
Per chi volesse provare questo farmaco, per chiudere, consiglio sempre e comunque una preventiva visita medica specialistica e tutti gli esami del caso (gastroscopia, ricerca dell'Helicobacter Pilori per citare i più comuni; a breve si spera che sarà disponibile anche la videopillola) per eventualmente migliorare ed integrare la terapia con consigli nutrizionali o altri farmaci.
Grazie dell'attenzione su un argomento non semplicissimo e spero di potervi presto parlare anche "dell'ultimo capitolo"della saga (quasi, quasi faccio concorrenza a J.K Rowling l'ideatrice di Harry Potter…. ;o) ).


Fotografie per Ratiopharm Italia Ranitidina Ratiopharm
Ratiopharm Italia Ranitidina Ratiopharm Fotografia 4103445 tb
Ranitidina Ratiopharm Italia
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
epy

epy

13.11.2012 10:17

grazie

arpa77

arpa77

11.02.2008 15:54

complimenti! Ti aspetto da me:-)

sonzobros

sonzobros

16.09.2007 19:40

anch'io usavo gli inibitori della pompa protonica ma mi davano eff.collaterali pazzeschi e ora sto provando lq ranitina e spero funzioni...

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Ratiopharm Italia Ranitidina Ratiopharm è stata letta 4725 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (37%):
  1. glitter
  2. Rudyama
  3. Conoscere
e ancora altri 14 iscritti

"molto utile" per (61%):
  1. epy
  2. arpa77
  3. moreakis
e ancora altri 25 iscritti

"utile" per (2%):
  1. Mercuriobrescianbergamasco

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Risultati simili a Ratiopharm Italia Ranitidina Ratiopharm