Repellente per Formiche

Opinione su

Repellente per Formiche

Valutazione complessiva (1): Valutazione complessiva Repellente per Formiche

 

Tutte le opinioni su Repellente per Formiche

 Scrivi la tua opinione


 


Repellente naturale contro le formiche

4  17.06.2013

Vantaggi:
ecologica

Svantaggi:
ci vuol pazienza

maddalenafulmine

Su di me: Ciao Raga!!!

Iscritto da:28.05.2013

Opinioni:43

Fiducie ricevute:68

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata Eccellente da 22 utenti Ciao

Salve
Casa infestata dalle formiche?
Esistono vari metodi per liberarsi da questi ospiti simpatici un pò troppo invadenti. Ovviamente, come per ogni rimedio naturale, bisogna avere un pò di pazienza per ottenere qualche risultato.
Per prima cosa bisogna trovare il buco d'entrata delle formiche o il formicaio, sicuramente avranno il loro nido sul balcone magari in qualche vaso di fiori o in qualche fessura.
Bisogna tener presente che le formiche vivono nel formicaio che può avere diverse strutture a seconda delle abitudini delle formiche che ci abitano: troviamo infatti dei formicai sotterranei e altri superficiali, alcuni nei tronchi degli alberi morti, nei vasi, nei solai, etc.
Per evitare di spruzzare insetticidi in casa, soprattutto se ci sono bambini, si possono utilizzare i soliti rimedi naturali.Tentar non nuoce.
Prima di passare all'offesa vera e propria meglio difendersi al meglio ponendo particolare attenzione all'igiene delle zone di casa raggiungibili dalle formiche, che essendo onnivore, dall'olfatto molto sviluppato, sono attirate dagli avanzi di cibo lasciati in giro, come le briciole del pavimento delle cucine al piano terra o delle zone esterne.

I vari rimedi
.

Il borotalco o/e il sale e7o la posa del caffé sparsi nei pressi del formicaio, del buco o sul percorso che le formiche fanno solitamente. Se le formiche hanno più punti d'entrata ed è difficile individuarli tutti conviene cospargere il sale o il borotalco su tutti i bordi delle finestre o dei balconi e sotto la porta! Le prime formiche annuseranno la polvere, si allontanano e faranno da capannello d'allarme per le altre.

L'aceto di vno e le foglie di alloro. Sgrassare i luoghi di passaggio delle formiche utilizzando aceto e posare delle foglie di alloro negli stessi luoghi. Cambiare le foglie ogni 10 giorni.
Peperoncino
Il suo potere irritante farà stare lontane tutte le formiche: tenete uno spicchio nella dispensa o vicino all’ingresso delle formiche.

Assenzio. Svolge un’azione repellente nei confronti delle formiche, si utilizzano le foglie e le infiorescenze estive, un cucchiaino di pianta secca per un litro d’acqua, in infuso o decotto.

Oli essenziali. Utilizzare uno spruzzino con 20 ml di alcool etilico, 5 ml di olio essenziale di cajeput e 5 ml di olio essenziale di eucalipto. Spruzzate in abbondanza nei luoghi già citati (vedi su). Non macchia.

La menta può essere utilizzata sia per evitare che le formiche si avvicinino sia per allontanarle dopo che si sono introdotte in casa.
Sarà quindi un rimedio efficace mettere delle foglie sbriciolate di menta sui davanzali oppure vicino alle porte. Allo stesso modo, si riveleranno utili anche le bustine di tè alla menta, da collocare ad esempio nelle dispense.
Vi sono piante il cui odore risulta repellente per le formiche come le bordure di lavanda, maggiorana, tenaceto, lattughino oppure assenzio.
La posa del caffè può essere utilizzata anche come repellente per le formiche che invadono i giardini. Dopo aver fatto un buon caffè, prendere la posa e metterla in un piattino. Dopo una notte avrà perso tutta l'acqua e sarà pronta per essere utilizzata. Distribuitela nel giardino e inserite il caffè nel sottopiatti del giardino, mentre nell’orto, distribuite intorno alle piantine che stanno crescendo. Pian piano le formiche si terranno alla larga.

Questi sono rimedi naturali che non causano alcun danno alle formiche e all'ambiente. ^_*

A me le formiche stanno simpatiche, rappresentano uno dei più grandi esempi di organizzazione, collaborazione e vita di gruppo che vi siano in natura, xè devono stare fuori da casa mia : )))

Curiosità:
Tratto da oocities.org
_Le formiche schiaviste_
Le formiche schiaviste, di cui ci sono numerose rappresentanti, è senza dubbio la formica amazzone Polyergus rufescens che vive in Europa ed è molto diffusa dall’Italia del Nord fino alla Toscana.

Per quanto possa sembrare incredibile la schiavitù esiste anche nel mondo delle formiche. Come vedremo in questa breve esposizione tra le formiche si trovano spesso dei comportamenti che possono sembrare delle vere e proprie caricature dei vizi che affliggono gli esseri umani, ma questo non ci dovrebbe meravigliare più di tanto, infatti anche le formiche sono degli esseri viventi sociali e sono su questa Terra da molto, molto tempo prima di noi .
Le formiche amazzoni e le loro numerose emulatrici rapiscono le larve di formiche di altre specie e le portano nel loro formicaio dove cresceranno, e da adulte lavoreranno per le loro padrone arrivando fino a nutrirle imboccandole (vedi Trofallassi).

Le formiche amazzoni non potrebbero vivere se non fossero imboccate, infatti hanno le mandibole trasformate in vere e proprie sciabole buone soltanto ad uccidere, completamente inadatte a lavorare e a svolgere i compiti più semplici perfino inadatte a mangiare. Con il passar del tempo le operaie invecchiano e muoiono, allora le formiche amazzoni compiono un nuovo raid per razziare un nido e procurarsi nuove schiave. Parte dal formicaio una colonna di amazzoni ordinata come una colonna di soldati umani e si dirige verso l’obiettivo. L’attacco al nido prescelto si svolge anche con l’uso di armi chimiche ( le formiche comunicano per via chimica, le amazzoni emettono una sostanza chimica che diffonde il timor panico tra le formiche avversarie). Se la scelta è caduta su di un nido di serviformica la battaglia è breve: le serviformiche si danno subito alla fuga abbandonando il formicaio all’esercito invasore ; se, invece,la scelta è caduta sulla bellicosa formica cunicularia la battaglia dura a lungo e fra i caduti ci sono numerose formiche amazzoni. Vinta la resistenza delle loro vittime catturano le larve e le portano al loro nido.
Alcune formiche schiaviste come la Formica sanguinea, sono schiaviste "facoltative" perché non hanno le mandibole trasformate in sciabole, come si vede nella foto qui sopra, e quindi possono vivere anche senza schiave.
_Formiche trappola_

La formica tropicale Daceton armigerum (daceton da un vocabolo greco che vuol dire mordere) ha sviluppato nel corso dell’evoluzione un sistema di mandibole a scatto che la trasformano in una vera e propria "Trappola vivente", resta immobile di fronte a piccoli insetti e quando questi si avvicinano scatta la trappola. Le mandibole si chiudono ad una incredibile velocità di meno di 2 millisecondi. Ma il record fra le formiche trappola appartiene al genere Odontomachus Queste formiche, più piccole delle Daceton ma più evolute, hanno portato il sistema delle mandibole a trappola ad un livello record, scattano,infati, in soli 0,3 millisecondi!! formando la struttura vivente più veloce del mondo (Hoelldobler, 1990)
_Formiche coltivatrici di funghi_
Sono le famose formiche tagliafoglie, chiamate dagli anglosassoni formiche parasole e dagli indios del sud America wiwis. Sono apparteneti al genere Atta comprendente diverse specie. Detengono il record della grandezza dei formicai la cui camera centrale può raggiungere le dimensioni di un salottino di un appartamento di esseri umani, per quanto può sembrare incredibile un uomo ci può stare dentro in piedi! Ma ancora più incredibile è il loro numero e il loro comportamento. Vivono nell’America centromeridionale e le loro colonie per numero di componenti ( circa otto milioni) sono seconde solo alle formiche scacciatrici africane Anomma (Dorylus) Wilwerthi la più grande e terribile creazione della natura in fatto di formiche di fronte alle quali anche l’uomo scappa!

Le Atta riescono a respingere le formiche legionarie (Eciton burchelli, Eciton hamatum)che comunemente si nutrono di formiche, insetti di ogni specie e piccoli vertebrati.
È facile vederle nelle foreste tropicali in file lunghissime inconfondibili perché ogni formica porta un pezzetto di foglia. C’è una grande differenza di dimensioni tra le componenti delle file ce sono piccole e molto grandi (spesso sulla foglia delle più grandi ce ne sono di piccolissime che difendono le più grandi dall’assalto di altri insetti) da lontano sembra di vedere un piccolo torrente di foglie che scorre nel terreno e che si riversa dentro un foro nel terreno. Il loro potenziale distruttivo è enorme, in un giorno possono far sparire nelle loro tane tutte le foglie di un orto e ridurlo ad un campo sterile. Ma il fatto più strano è che queste formiche non mangiano le foglie! Ma le masticano trasformandole in un impasto particolare con cui preparano dei letti che inseminano con spore di particolari tipi di funghi. I funghi crescono e quando sono maturi servono da pasto per le formiche. Le Atta sono dunque delle coltivatrici di funghi.

Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
siggibau

siggibau

23.07.2013 17:36

meno male perchè odio le formiche!!!

mammamodeon

mammamodeon

17.07.2013 04:39

woooooooow davvero interessante!!!!!!!!!!!!! :) ne conoscevo solo uno e in più hai citato le fonti....eccellente! grazie

mrgreg

mrgreg

16.07.2013 11:15

Eccellente opi grazie

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Repellente per Formiche è stata letta 810 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (55%):
  1. siggibau
  2. mammamodeon
  3. mrgreg
e ancora altri 9 iscritti

"molto utile" per (45%):
  1. sordido74
  2. trilliflash
  3. fabiana78
e ancora altri 7 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.