Opinione su

Resistance - Muse

Valutazione complessiva (24): Valutazione complessiva Resistance - Muse

7 offerte a partire da EUR 5,22 a EUR 28,99  

Tutte le opinioni su Resistance - Muse

 Scrivi la tua opinione


 


 


I muse tornano con un capolavoro:la RESISTANCE!

5  21.10.2009 (30.10.2009)

Vantaggi:
Originale, epico, ennesima prova del talento musicale di questo trio

Svantaggi:
nessuno (gli appassionati dei primi successi dei Muse potrebbero non apprezzare il nuovo disco)

Consiglio il prodotto: Sì 

Dettagli:

Qualità dei testi

Qualità della musica

continua


Marco_Liotta

Su di me:

Iscritto da:01.01.1970

Opinioni:89

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata Eccellente da 26 utenti Ciao

Finalmente!!dopo mesi di attesa è uscito questo album, atteso da migliaia e migliaia di fan in tutto il mondo. Personalmente ho seguito passo passo ogni informazione che la band ha divulgato online, sui vari canali di riferimento, ovvero twitter, facebook, e ovviamente il loro sito.
E una volta uscito il disco, sono rimasto veramente esterefatto. Non molto dalla incredibile qualitò del disco in se, ma dalla capacità disarmante di questo complesso di cambiare radicalmente l'impronta sonora dei loro dischi. Infatti, restando chiaramente sotto il genere di rock alternativo, i Muse riescono a trasmettere ai loro 5 dischi che sono usciti una personalità propria, che si addice ad ogni periodo della loro carriera musicale. Ed è lampante come, man mano che la band abbia maturato la propria concezione musicale, il loro sound sia evoluto con gli anni senza abbandonare uno stile inconfondibile di scissione fra rock puro e musica classica.
Parlando sullo specifico di questo disco, la maturazione dei Muse è proprio giunta all'apice. Sono chiarissimi infatti i riferimenti a Chopin, e ai Queen, mentre il paragone con i Radiohead in questo disco si affievolisce.

INFORMAZIONI SULLA BAND
* Matthew Bellamy - chitarra elettrica, pianoforte, tastiere, sintetizzatore, voce
* Dominic Howard - batteria, drum machine, percussioni
* Christopher Wolstenholme - basso, coro


UN PRIMO ACCENNO
The Resistance per i MUSE è il loro quinto album, uscito l'11 settembre 2009 in Italia e Germania, il 14 settembre nel resto d'Europa ed il 15 settembre negli Stati Uniti. L'album è stato prodotto dalla band interamente nel loro studio a Como, e mixato da Mark Stent.

GRAFICA DEL DISCO
Che dire?
Fantastico. La copertina si presenta come una specie di nuova dimensione, una sorta di collegamento fra l'uomo e l'iperspazio, dai tratti epici e fantascientifici. Si presenta molto colorata, a differenza degli album precedenti. La grafica ricorda molto l'interno di una struttura post-moderna, e sembra trarre spunto dalla pop-art, in maniera molto simmetrica. Forse non a caso, la simmetria degli esagoni che caratterizza il disegno, squarciata dalla passerella, tende ad anticipare i contenuti del disco, che spaziano appunto dalla tematica della redenzione, alla politica di contrasto, e alla possibilità di esplorare nuovi orizzonti.
Il CD presenta lo stesso art-work, solo che i colori spariscono per una elegantissima cover argento.

TRACCE
1. Uprising - 5:06
2. Resistance - 5:46
3. Undisclosed Desires - 3:56
4. United States of Eurasia/Collateral Damage - 5:47
5. Guiding

Fotografie per Resistance - Muse
Resistance - Muse resistance - Resistance, The [Digipak] - Muse
Resistance, The [Digipak] - Muse
Light - 4:13
6. Unnatural Selection - 6:54
7. MK Ultra - 4:06
8. I Belong to You/Mon cœur s'ouvre à ta voix - 5:21
9. Exogenesis Symphony Part I (Overture) - 4:18
10. Exogenesis Symphony Part II (Cross-Pollination) - 3:56
11. Exogenesis Symphony Part III (Redemption) - 4:37

PRIME IMPRESSIONI
1)Già dal primo singolo, Uprising, si denotano le classiche tonalità dei Muse, con una tastiera che accompagna un motivo andante e cadenzato. Il testo di questo singolo è molto provocatorio, e dichiara come già fatto in precedenza una certa avversità di Matt Bellamy nei confronti del sistema politico inglese e mondiale (tema presente in più canzoni di quest'album). Man mano che la musica scorre, la melodia si evolve, diventando sempre più aggressiva grazie a riff di chitarra elettrica semplici ma decisi. Non a caso i Muse hanno deciso di lanciare proprio questa canzone come primo singolo (e il video pare proprio enfatizzare la problematica della politica avversa al popolo, che in alcuni frame pare ricordare il romanzo 1984 di Orwell, aggiunto ad una scenografia surreale di teddy-bear che distruggono la città). Probabilmente è la canzone più originale e tipica del repertorio dei Muse, forse quella che più si avvicina maggiormente al loro album precedente Black Holes and Revelations. Il pezzo su twitter viene definito dagli stessi muse “rock duro, costruito sulla base di un brano dei Goldfrapp”.

2)Con Resistance invece il ritmo si placa, il pianoforte tipico di Bellamy introduce una melodia pacata e dolce, ad arrivare ad un ritornello che rimanda subito ai Queen. Il testo è profondo, e rimanda a Probabilmente la Starlight di quest'album, molto più rilassante, che mi ha colpito molto ed è piacevole da ascoltare.

3)Al terzo track forse la rivoluzione vera e propria della personalità del disco. Un ritmo deciso, ma fuori dalla tematica del rock alternativo, sembrerebbe quasi un Pop-R&B con strumenti diversi dai soliti "piano e chitarra". Il primo esperimento di questo nuovo album, che a mio parere è riuscito, grazie anche alla capacità dei Muse di dare quel loro tocco inconfdibile pure ad un brano che sembrerebbe uscire dai canoni del rock puro.

4)United States of Eurasia+collateral damage è senza dubbio la massima ispirazione nei confronti dei Queen. Il pianoforte sembrerebbe quasi ispirarsi ad una melodia arabeggiante, ma all'attacco della chiatarra non si può non pensare ai Bohemian Rapsody, così come durante il coro finale (quando il coro scandisce Eurasia, sfido chiunque a non pensare ai Queen). Tra l'altro, il sito ufficiale della band è stato rinnovato pochi giorni prima del lancio del singolo nei contenuti e nella grafica, con l’aggiunta di una sezione speciale da giocare, una sorta di caccia al tesoro in 6 fasi il cui scopo ultimo per i partecipanti era scovare un brano inedito e scaricarlo gratis, appunto “United States of Eurasia”. Ed è stata una mossa veramente innovativa, sia dal punto di vista del marketing che dal punto di vista del coinvolgimento dei fan. Il testo anche qui parla di tematiche politiche, specialmente della possibilità di non dividere gli stati, ma unificarli in uno solo.
Collateral damage invece sembra un arrangiamento di Chopin, molto simile al notturno Op .9 No. 2. Molti hanno etichettato subito la canzone come diversa dal solito prodotto dei Muse, ma a mio parere è stato un vero e proprio tributo, ed un tentavivo ben riuscito di elevare la personalità artistica e musicale ad un livello molto alto.

5)Altro track che sembra molto diverso dalle precedenti canzoni dei Muse è Guiding light. Onestamente, la canzone che mi ha colpito di meno, rimanda sempre ai Queen soprattutto l'inizio, molto deciso, con percussioni violente e cadenzate. Come al solito, il talento della voce di Bellamy rende il brano unico, e si sposa perfettamente con gli assoli di chitarra. Innovativo, ed epico.

6)Ecco forse il brano più particolare del CD. L'inizio di Unnatural Selection parte con un organo che rimanda ad un'atmosfera gotica, e la tonalità della voce di Bellamy accentua ancora di più la solennità di questa parte, con un testo molto spontaneo, fino ad esplodere nel ritmo vero e proprio del ritornello, molto particolare ed incredibilmente veloce per un brano dei Muse, con una chitarra che sembra quasi andare sopra la voce del cantante. é un brano molto lungo, e infatti viene quasi spezzato da ritmi più lenti tipici degli album precedenti (si può notare un riavvicinamento a Fillip tratto da Showbiz). Un esperimento ben riuscito, confermato anche dall'ottimo ascolto che ha suscitato questo brano durante i primi concerti live del gruppo.

7)E ora la canzone che di più in assoluto mi ha colpito e che tuttora ascolto maggiormente del disco.
MK Ultra presenta un inizio molto particolare, dalle tonalità alte, e a farla da padrone in questo brano è il testo, e la strabiliante interpretazione della voce. Il testo rimanda a poesie del Novecento, veramente molto profondo e toccante. il brano si può catalogare sotto il tipico prodotto dei muse, aiutati per la prima volta da un orchestra sinfonica, che si sposa con il ritmo serrato della chitarra elettrica.
Un capolavoro, che spero il gruppo voglia lanciare come singolo più avanti.

8)Questo track forse esula un pò dal classico genere dei muse, pare forse l'unico esperimento non andato per il verso giusto a livello di strumentalizzazione, ma la voce come sempre riesce ad infondere quella pacatezza e dolcezza che crea un connubio con il pianoforte. Potrebbe essere interessante ascoltare la release del brano ispirata al secondo capitolo della saga Twilight, che uscirà in concomitanza col film.

9,10 e 11)Il vero esperimento atteso da tutti i fan. Per questo brano, diviso in 3 sezioni, i Muse hanno chiesto l'aiuto di una vera a propria orchestra sinfonica.
Difatti, su twitter, quando la band ha annunciato l'uscita di un quinto album, hanno rivelato pure di lavorare ad un "mostro sinfonico", un esperimento che non avevano mai provato. E cosa poter aggiungere se non che si tratta di un capolavoro?
Chi apprezza il sound classico, e epico, stile "il Gladiatore" o "Il signore degli Anelli", rimarrà estasiato da questo brano. Gli acuti rendono il brano ancora più emozionante, particolareggiato da un climax discendente, ovvero che parte in maniera solenne, fino a cedere lievemente nella seconda parte, e trasformandosi in una melodia rilassante nella terza parte.

CURIOSITA' e INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
Il titolo dell'album, The Resistance, è stato pubblicato sulla pagina Twitter del gruppo il 22 Maggio, mentre la prima canzone, United States of Eurasia, è stata annunciata sul loro sito ufficiale, decifrata dai fan da uno spartito tenuto in mano da Bellamy in una delle foto pubblicate su Twitter. Seguendo queste notizie, Howard ha annunciato sulla sua pagina MySpace i progressi dell'album: "Sì, The Resistance è in lavorazione. Sarà pubblicato entro pochi mesi. Abbiamo appena iniziato a mixare alcune tracce. Abbiamo ancora del lavoro da fare, ma sta procedendo bene".
Il 17 agosto 2009 iTunes ha reso disponibili 30 secondi di ogni traccia, anche se ovviamente bisogna ascoltare una traccia per in intero, per valorizzarla.
Attualmente l'album è disponibile per l'ascolto sul sito ufficiale dei Muse (Bisogna però essere registrati).
I Muse hanno recentemente confermato la presenza di un arrangiamento specifico della canzone I Belong to You creata appositamente per il soundtrack del film "New Moon"

CONCLUSIONI
Sicuramente per me uno dei CD più belli dei Muse, che consiglio caldamente ai fan e a chiunque piaccia un rock alternativo, melodico, mixato con elementi di musica classica. E ovviamente a fan dei Queen, poichè i Muse hanno rivelato più volte di aver preso ispirazione dal famoso gruppo. Spero vivamente che questa recensione possa avvicinare molte persone a questa categoria musicale, perchè ne vale veramente la pena. Non mi soffermo nemmeno sul prezzo del CD, essendo un informazione di poco conto data la qualità del prodotto (si aggira comunque sui 12-13 €). Un disco che ogni appassionato dovrebbe avere nella propria bacheca.
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
DafneLover

DafneLover

30.04.2013 18:54

Fantastica recensione, da fan dei Muse e soprattutto di quest'album non posso che farti i miei complimenti per l'opinione dettagliata e precisa :)

calamita_frigo

calamita_frigo

01.06.2010 00:39

fantastici muse!! ottima opinione dettagliatissima

wutheringheights

wutheringheights

16.12.2009 23:28

bene....anche se in genere non ascolto i muse! XD

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento
Compara i prezzi ordinate per Prezzo
The Resistance - Muse

The Resistance -​ Muse

Su Amazon.it dal: 2009-09-09, Audio CD, WARNER BROS

€ 5,22 amazon.it marketplace musica 29 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,99

Disponibilità: Generalmente spedito in 1-​2 giorni lavorativi.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it marketplace musica

The Resistance

The Resistance

Muse

€ 9,50 Ibs.it 246 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: 1 Giorno

     Al negozio  

Ibs.​it

The Resistance - Muse

The Resistance -​ Muse

Su Amazon.it dal: 2009-09-09, Audio CD, WARNER BROS

€ 9,50 amazon.it musica 510 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: Generalmente spedito in 24 ore.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it musica



Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Resistance - Muse è stata letta 2001 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (64%):
  1. calamita_frigo
  2. Superdionea
  3. fabgirl
e ancora altri 18 iscritti

"molto utile" per (36%):
  1. DafneLover
  2. wutheringheights
  3. armano
e ancora altri 9 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Prodotti interessanti per te
Mylo Xyloto - Coldplay Mylo Xyloto - Coldplay
Alternativo - Registrazione: Studio - 1, 2 CD - Casa Discografica: Parlophone - Distributore: Arvato Services - Data di Pubblicazione: 24/10/2011, 19/12/2011 - EAN: 5099908755322, 5099972972625
16 Opinione
Acquista a soli € 8,99
Dookie - Green Day Dookie - Green Day
Alternativo - Registrazione: Studio - 1 CD - Casa Discografica: Reprise - Distributore: Arvato Services, Cinram Logistics - Data di Pubblicazione: 01/02/1994, 02/1994 - EAN: 93624552925
38 Opinione
Acquista a soli € 2,83
Parachutes - Coldplay Parachutes - Coldplay
Alternativo - Registrazione: Studio - 1 CD - Casa Discografica: Nettwerk America, Parlophone - Distributore: Proper Music Distribution, EMI Operations/CEVA Logistics - Data di Pubblicazione: 10/07/2000 - EAN: 724352778324
46 Opinione
Acquista a soli € 8,40