Opinione su "Rio de Janeiro"

pubblicata 12/10/2014 | Inti
Iscritto da : 26/10/2002
Opinioni : 164
Fiducie ricevute : 605
Su di me :
"Considero valore ogni forma di vita. Considero valore risparmiare acqua, tacere in tempo, accorrere a un grido, provare gratitudine senza ricordarsi di che. Considero valore l’uso del verbo Amare e l’ipotesi che esista un Creatore."
Ottimo
Vantaggi contesto naturale mozzafiato; spiagge, panorami, colori e vedute indescrivibili; clima gradevole
Svantaggi è pur sempre una metropoli sudamericana e, seppur migliorata, richiede un minimo di attenzione
Eccellente
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"Mini guida della Cidade maravilhosa"

Veduta di Copacabana dal Pao de Acucar

Veduta di Copacabana dal Pao de Acucar

Come descritto nella precedente opinione, anche quest'estate ho deciso di andare alla scoperta di un pezzo del Brasile con "Avventure nel Mondo".

Lo scorso anno avevo visitato il Maranhao mentre quest'estate ho scelto un itinerario che prevedeva 4 notti a Rio de Janeiro e dodici notti lungo il tratto di costa che collega Natal a Salvador de Bahia; quest'ultima parte è stata oggetto di una specifica opinione pubblicata il mese scorso mentre ora racconterò la mia esperienza nella "cidade maravilhosa".

Ero già stato brevemente a Rio nel 1998 e nel 1993 ma non la ricordavo così affascinante come l'ho trovata in quest'ultima esperienza, e soprattutto il vero cambiamento che ho notato è stato il senso di sicurezza che ho avvertito (mentre la rammentavo come una località decisamente "a rischio").

INFORMAZIONI GENERALI

Rio de Janeiro è una meta imprescindibile per chi voglia conoscere anche solo superficialmente il Brasile: il minimo è, a mio parere, un soggiorno di 3 notti, giusto per avere almeno un'idea. Detto questo, ritengo che la DURATA IDEALE di una vacanza in questa meravigliosa città sia almeno 5 notti, anche se tutto dipende da quante giornate in spiaggia desiderate.

Tra l'estate 2013 e quella 2014, infatti, ho visitato oltre 2000 km di costa brasiliana ma il mare più affascinante è sicuramente proprio quello di Rio de Janeiro: per questo, si potrebbero trascorrere tranquillamente anche una o persino due settimane in questa città (personalmente, ci vivrei!), proprio perchè alle visite ed alle escursioni si potrebbe abbinare anche un vero e proprio soggiorno balneare.

Le spiagge di Copacabana e Ipanema sono, infatti, ampissime, sicure (ci sono i bagnini), pulite, confortevoli (docce gratuite) e l'oceano è spettacolare; Rio, peraltro, offre anche tante altre spiagge che non ho avuto occasione di scoprire.

Per quanto riguarda i MEZZI DI TRASPORTO, li ho sperimentati praticamente tutti; in primis, consiglio la metropolitana giacchè veloce ed economica. Su alcuni tragitti non battuti dalla metro, possono essere comodi anche gli autobus anche se ovviamente non hanno la stessa semplicità di utilizzo rispetto alla metro (cioè individuare facilmente la fermata di discesa e l'itinerario).
Utilissimi ed economici anche i taxi: funzionanto col tassametro, sono molto frequenti di giorno ed anche di sera se ne trovano con facilità. Per esperienza diretta, se dovete avventurarvi in zone che non conoscete di sera (soprattutto se lontane dal centro), meglio evitare di prendere un taxi al volo per la strada giacchè l'autista che capitò a noi ci portò dolosamente a sperdere... con inevitabile aggravio di costo (oltre ad un iniziale stato di preoccupazione...).

Il CLIMA è discreto nel mese di agosto giacchè essendo inverno non fa troppo caldo (tra 15 e 20 la sera, sui 25-30 di giorno) ma soprattutto non c'è umidità e quasi non ci sono insetti; naturalmente, gli aspetti negativi sono sia che in agosto le giornate terminano presto (poichè il sole tramonta intorno alle 17.45) e sia il fatto che c'è un'escursione termica notevole e dovete quindi attrezzarvi opportunamente come vestiario perchè tra il giorno e la notte possono esserci anche 15 gradi in meno.

Storicamente Rio de Janeiro aveva tra i suoi problemi quello della SICUREZZA ma in occasione della mia ultima visita, ho notato che questo problema è ormai praticamente inesistente (in parte credo anche grazie ai recenti mondiali di calcio ed alle prossime olimpiadi del 2016), o comunque pari a quello di una qualunque metropoli occidentale. Nessuno di noi ha avuto alcun disagio o anche solo timore, anche se naturalmente sono opportune le ovvie misure di sicurezza da adottare in tutte le città sudamericane.

Per quanto riguarda i COSTI, non posso essere molto preciso giacchè viaggiavo in gruppo con un viaggio semiorganizzato e dunque non avevo contezza diretta ed immediata di quanto speso e del livello generale dei prezzi; però posso dire che in agosto per dormire a Rio si trovano soluzione valide per circa 20-30 euro a persona, metre per cenare si va dai 15 in su; di sicuro, quindi, nel 2014 il Brasile è divenuto ben più caro che negli anni precedenti.

IL NOSTRO VIAGGIO

A questo punto abbozzerò un mini-diario del nostro viaggio che potrà essere utile per trarne spunto ed utilizzare qualche dritta ed informazione su cosa/come/dove fare e vedere nella zona in questione:

08.08.2014 : atterriamo a Rio de Janeiro ed il pulmino ci conduce direttamente nel nostro albergo; si chiama "Rio's nice Hotel" e per definirlo in estrema sintesi potrei utilizzare la stessa efficace locuzione resa famosa da Paolo Villaggio (quando il suo Fantozzi si beccò 92 minuti di applausi...). Le stanze erano piccole ed il bagno appena appena sufficiente, il tutto per un prezzo secondo me spropositato cioè circa 35 euro a testa. Le condizioni complessive della struttura erano mediocri e nel complesso consiglierei di evitarlo; il wi-fi era attivo solo nella hall, la colazione buona. Alcuni ospiti hanno dato notizia di incontri con qualche insetto. Si trova nel quartiere Lapa, dove ci sono più locali e ristoranti, ma col senno di poi direi che forse si potrebbe alloggiare a costi non superiori in zone migliori (Copacabana e Ipanema). La sera, comunque, usciamo per andare a cena e scegliamo ovviamente uno dei vari ristoranti in zona.

09.08.2014 : la giornata è uggiosa e giriamo in zona porto (non un granchè) mentre nel pomeriggio andiamo invece alla scoperta (dopo la famosa scalinata) del quartiere di Santa Teresa, con edifici molto affascinanti e scorci panoramici. La sera, poi, decidiamo di andare alla scoperta del locale notturno più famoso della città cioè il Rioscenarium: il posto è davvero bello, imperdibile per una serata musicale e ballerina a Rio. Consiglio di andare presto, a causa della lunga fila, e di evitare di cenare giacchè nel nostro caso il servizio è stato pessimo. Ricordatevi di portare il passaporto, o almeno la fotocopia, giacchè lo richiedono all'ingresso. L'ingresso costa circa 15 euro ma ne vale la pena. Consigliato (ma non per cena!)!

10.08.2014 : Nonostante la serata ballerina precedente, opportunamente ci muoviamo sul presto ed alle 8.45 siamo già all'ingresso del Cristo del Corcovado; evitiamo così la fila ed entriamo subito: com'è agevole immaginare, lo scenario è pazzesco, praticamente indescrivibile. E' il nostro primo vero impatto con gli incredibili paesaggi di Rio e dunque esageriamo con le foto... All'uscita, notiamo una lunghissima fila all'entrata (raccomando, quindi, di andare in orario di apertura). Poi andiamo a vedere il sambodromo, una tappa che si potrebbe anche saltare (a meno che non siate appassionati o comunque particolarmente incuriositi dal mondo della samba e del carnevale). Per pranzo, la nostra guida Italo ci conduce in un locale su una parallela di Copacabana: ce ne sono vari che fanno cucina a peso, ottimi ed economici. Poi andiamo al Pao de Acucar: un luogo ancor più emozionante e panoramico del Cristo (ho detto tutto!), anche perchè al tramonto i colori sono mozzafiato. Alcuni compagni di viaggio scelgono anche il mini tour in elicottero e tornano estasiati. Vale sicuramente la pena andare al Pao di pomeriggio in modo da godere lo scenario con tutte le luci possibili (dalla luce piena del giorno al buio, con tutte le sfumature del tramonto). A cena andiamo nel ristorante consigliatoci dalla nostra guida giornaliera, Italo: "Casa da Feijoada" dove assaggiamo appunto uno dei piatti tipici. Il cibo è buono ma il posto è decisamente caro (anche perchè si trova a Ipanema), se proprio ci tenete ad assaggiare la feijoada consiglio di ordinare un piatto in due giacchè le porzioni sono molto abbondanti (così da evitare sprechi di cibo e limitare i danni anche in senso economico).

11.08.2014 : oggi ci aspetta una giornata molto intensa giacchè è prevista un'esperienza molto particolare verso la quale ci avviciniamo con curiosità ed entusiasmo. Andremo, infatti, a visitare la più estesa favela del mondo, la Favela Rocinha, con l'aiuto di Barbara Olivi, presidente dell'associazione onlus Il sorriso dei miei bambini. Su suo invito, ciascuno di noi ha portato dall'Italia dei beni da donare ai bambini della favela (personalmente, oltre ad un paio d tubetti di pasta fissan, ho portato tanti vestitini per bambine ed un servizio di posate praticamente mai usato: beni utili e per me di valore affettivo). L'esperienza è più toccante del previsto, giacchè giustamente Barbara ci mostra ogni aspetto della favela ed alcuni di noi restano abbastanza scossi. Non è un'esperienza adatta a tutti, bisogna andarci preparati psicologicamente, ma sicuramente mi sento di consigliarla vivamente perchè arricchisce dal punto di vista umano (e serve a ricordare il valore della vita e di ciò che abbiamo). Baraba Olivi è una persona molto in gamba e solare, attiva da 15 anni nella favela, consiglio di cercare la sua pagina FB "il sorriso dei miei bambini" e di organizzare una visita guidata (a fronte, ovviamente, di un piccolo corrispettivo economico) in occasione di un soggiorno a Rio. Dopo questa mattinata particolare (non priva di qualche momento di agitazione quando una compagna di viaggio inciampa e si procura un taglietto in una delle viuzze strettissime e sporchissime...), prendiamo un autobus e finalmente ci godiamo il primo impatto con l'oceano: IPANEMA, una spiaggia meravigliosa con un mare indescrivibile. Pulita, sicura, tranquilla (è anche vero, però, che si tratta di un lunedì d'inverno!). Naturalmente, nei weekend e comunque in alta stagione il contesto sarà diverso ma intanto in agosto è godibilissima. Con l'autobus arriviamo alla spiaggia n. 9, e verso il tramonto ci spostiamo alla spiaggia n. 7 che è il punto più panoramico per godersi lo spettacolo. Poi prendiamo i taxi e torniamo in hotel a Lapa e per cena scegliamo un ristorante nei dintorni (nella stessa strada dell'hotel) chiamato "Boteco do Gomes": il posto è decisamente buono ed a prezzo equo, noi in particolare scegliamo un piatto misto di carne che apprezziamo molto. Essendo il compleanno di una compagna di viaggio, si decide di finire la serata in una discoteca...io sono in cattive condizioni (febbre e stanchezza) e sono costretto a dare forfait mentre gli altri prendono alcuni taxi al volo e si fanno condurre in una discoteca fuori città. Dai loro racconti (sorvolando sugli aspetti personali degli accadimenti di quella notte, vero Luca?), posso consigliare di evitare di prendere taxi a mezzanotte in mezzo alla strada per farsi portare fuori città: i miei amici, infatti, hanno vissuto momenti di preoccupazione in quanto un autista li portò a sperdere per i sobborghi di Rio, per fortuna con l'unico intento di spillare soldi di tassametro...

12.08.2014 : oggi ultima giornata a Rio, con un piccolo gruppo di reduci dagli stravizi della notte precedente, mi reco in metro a Copacabana; inferiore a Ipanema ma comunque affascinante e piacevole, ci godiamo infatti un ultimo bellissimo bagno. Ovviamente ci si può mettere dove si vuole, volendo ci sono servizi da spiaggia e sulla strada ci sono vari chioschetti dove mangiucchiare e bere (imperdibile l'acqua di cocco, purtroppo inesistente dalle nostre parti: con un euro e mezzo si beve il liquido del cocco freddo, tagliato al momento; davvero buonissimo e rinfrescante, fa anche diminuire l'appetito). Poi torniamo in hotel (dove i taccagni dei gestori ci hanno consentito di tenere sino alle 14 solo una delle 5 stanze, nonostante i vari disagi che ci hanno arrecato tra cui un bagno rotto per due giorni), e di fretta e furia corriamo all'aeroporto per proseguire il nostro viaggio alla volta di Natal.

ALTRE INFO SU RIO DE JANEIRO

Rio è una città da visitare assolutamente, anche perchè divenuta accogliente e (relativamente) sicura negli ultimi anni.

Sono indispensabili gli ovvi accorgimenti di sicurezza che troverete su qualunque guida, oltre al buonsenso (passaporto in hotel e girare con fotocopia; non girovagare da soli la sera; occhi apertissimi se vedete gruppi di bambini o ragazzini; nessun orologio o orpello appariscente e di valore). Ma detto questo, Rio offre uno spettacolo naturalistico senza pari al mondo, con scorci e vedute indescrivibili, spiagge meravigliose e tanto altro.

Attualmente, il costo della vita è ancora accettabile; in Italia non è semplice trovare reais e dunque sarete perlopiù costretti a cambiare in loco (solo il minimo indispensabile in aeroporto), e comunque ci sono bancomat ovunque (comodi e sicuri perchè all'interno di esercizi commerciali) dove potrete prelevare direttamente in valuta locale con la vostra carta di credito.

GIUDIZIO FINALE

Dopo questa lunga e dettagliata descrizione, non posso che consigliare assolutamente una visita in questa meravigliosa città, sicuramente una delle più belle del mondo per il suo contesto naturale, tenendo anche conto che la nostra estate corrisponde all'inverno brasiliano e quindi è un periodo consigliabile in quanto bassa-media stagione (scarsa umidità, pochissimi insetti) anche se bisogna tener conto che il sole tramonta presto (17.30), che la sera è necessaria una felpa se non un pullover per i più freddolosi (la temperatura scende anche sotto i 15 gradi) e che si incorrerà in qualche giornata di pioggia come capitato a noi (solitamente, in verità, mai più di qualche ora di maltempo)

Rio de Janeiro racchiude in sè tanti aspetti del Brasile ed è perciò davvero una meta imprescindibile; anche per chi desiderasse una vacanza prettamente di mare, ribadisco che tra le migliaia di chilometri di spiagge brasiliane, il "mare" più bello è sicuramente proprio quello di Rio.

Personalmente sono innamorato del Brasile e dunque ne raccomanderei la visita ovunque ma per chi si avvicinasse per la prima volta a questo meraviglioso Paese, consiglierei di iniziare proprio da Rio per poi prevedere un paio di giorni alle cascate di Iguacù.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1633 volte e valutata
98% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • seiunmona pubblicata 30/05/2015
    ziocane, prima di Rio hai visitato il Maranhao? : | e cosa c'è da vedere a parte le dune di sabbia? Piuttosto, parlando di Rio, non ci hai detto se hai "pucciato il biscotto" : D
  • Delta79 pubblicata 17/05/2015
    eccellente !
  • soprano75 pubblicata 21/02/2015
    meta che vorrei visitare quanto prima
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Rio de Janeiro"

Informazioni sul prodotto : Rio de Janeiro

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 15/05/2000