Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

Immagini della community

Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

> Vedi le caratteristiche

20% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Sensibilità Chimica Multipla (MCS)"

pubblicata 14/11/2014 | GIULIA57
Iscritto da : 22/07/2003
Opinioni : 453
Fiducie ricevute : 139
Su di me :
infonline.over-blog.it
Non fa per me
Vantaggi nessuno
Svantaggi tutti
Eccellente
Rapporto prezzo/qualità
Facilità d'uso
Assistenza
Design

"Sensibilità Chimica Multipla (MCS)"

PREMESSA
Ho deciso di scrivere di questa malattia la M.C.S. (acronimo per Multiple Chemical Sensitivity) o Sensibilità Chimica Multipla, sia per far conoscere questa malattia e la sua gravità, e sia per cercare di far capire a molti che la salute va preservata, quando si ha la fortuna di stare bene. Inoltre, ho deciso di scrivere sulla Sensibilità Chimica Multipla perché trovo inammissibile che nel 2014 in Italia, in una Nazione che dovrebbe essere civile, lasci persone ammalate completamente prive di assistenza; e purtroppo ciò non riguarda solo i malati di MCS, ma anche di molte altre malattie. Dedico questo mio scritto a tutti gli ammalati di MCS che vanno avanti con tanta forza; e lo dedico in modo particolare ad una ragazza, Linda Sabatini, malata di Sensibilità Chimica Multipla e purtroppo lasciata morire senza assistenza.

COS’E’ LA SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA (MCS)
La Sensibilità Chimica Multipla (MCS) è una sindrome immuno-tossica infiammatoria simile, per certi versi, all’allergia e molto spesso scambiata con essa, poiché i sintomi appaiono e scompaiono con l’allontanamento dalla causa scatenante, ma le sue dinamiche e il suo decorso sono completamente diversi, ovvero si perde per sempre la capacità di tollerare gli agenti chimici (questo dal I° stadio). E’ una sindrome multisistemica di intolleranza ambientale totale alle sostanze chimiche, che può colpire vari apparati ed organi del corpo umano: “Le sostanze chimiche danneggiano il fegato e il sistema immunitario sopprimendo la mediazione cellulare che controlla il modo in cui il corpo si protegge dagli agenti estranei; i sintomi si verificano in risposta all'esposizione a molti composti chimicamente indipendenti e presenti nell'ambiente in dosi anche di molto inferiori da quelle tollerate dalla popolazione in generale”.
Il corpo “cede” e non tollera più qualsiasi piccola traccia di sostanze di sintesi nell’ambiente, come insetticidi, pesticidi, disinfettanti, detersivi, profumi, deodoranti personali o per la casa, vernici, solventi, colle e prodotti catramosi, preservanti del legno (es. antitarlo), materiali dell’edilizia, carta stampata, inchiostri, scarichi delle auto, fumi di stufe, camini, barbecue, prodotti plastici, farmaci, anestetici, formaldeide nel mobilio, tessuti e stoffe soprattutto nuove, quindi tutto ciò che è di derivazione petrolchimica.
La MCS è causa di moltissime patologie disabilitanti che interessano vari sistemi fisiologici: sistema renale; gli apparati respiratorio, cardiocircolatorio, digerente, tegumentario; sistema neurologico; sistema muscolo scheletrico ed endocrino-immunitario.
Nell’arco di pochi anni dalla manifestazione di MCS (stadio 1) i sintomi si cronicizzano e, senza un adeguato sostegno, la sindrome può avere conseguenze molto gravi sino a provocare emorragie, collassi, ictus o infarti. Ancora, l’infiammazione cronica, tipica dello stato di MCS, porta a sviluppare con alta incidenza forme tumorali e leucemiche. Questo evento clinico è frequente nella Sindrome del Golfo, ovvero dei Balcani (solo uno dei modelli di MCS).
Si tratta di una sindrome che può colpire chiunque a qualsiasi età e classe sociale, ma soprattutto alcuni lavoratori particolarmente esposti a sostanze tossiche, in un rapporto uomini/donne di 1 a 3.
La MCS è irreversibile, progressiva e non esiste, al momento, una cura per il ritorno allo stato originario di tolleranza (stadio 0).
Peggiorando nel tempo, in proporzione all’entità delle esposizioni chimiche e alla loro frequenza, si diventa inoltre “allergici” a molte sostanze naturali (es. legni resinosi, fiori) e intolleranti alla quasi totalità degli alimenti.
Il primo a parlare di MCS fu il padre dell’ecologia clinica, Theron G. Randolph: negli anni ’50 scoprì che esistevano soggetti apparentemente allergici ma con sintomi anomali e multisistemici e correlò questi sintomi alle sostanze ambientali chimiche e tossiche. Scoprì inoltre che collocando i pazienti in un ambiente privo di sostanze chimiche e tossiche i sintomi sparivano. Il meccanismo della malattia fu spiegato poi dal biochimico Martin Pall, ammalato egli stesso di MCS: le nostre cellule, normalmente impermeabili alle sostanze che non servono al loro funzionamento ma che lo danneggiano, esposte all’inquinamento subiscono ossidazione, cioè la loro membrana di protezione viene intaccata e ciò permette a sostanze che non dovrebbero di entrarvi: in pratica, rende permeabili le cellule anche ai veleni. Ecco perché i malati di MCS presentano alti livelli di calcio intracellulare e altre sostanze dannose che non permettono alle cellule di funzionare bene e il primo organismo a risentirne è il mitocondrio, l’organo cellulare che permette l’ossigenazione dei tessuti e la presenza di energia, e per questo tra i primi sintomi della malattia c’è la stanchezza cronica. Man mano che la cellula si danneggia, si riempie di sostanze che le dovrebbero essere estranee e che causano altri danni tra cui la mutazione epigenetica del Dna: per questo motivo, non vengono più prodotti una serie di enzimi necessari, si verificano carenze vitaminiche e più sistemi dell’organismo smettono di funzionare o funzionano male. In questo modo, chi è malato di MCS si ritrova con vari sintomi, che riguardano diversi sistemi e apparati del corpo, come quello cardiovascolare, il sistema nervoso centrale, il sistema immunitario, ecc.
Da uno studio USA del 1992, un quadro di evoluzione della sindrome, e da allora sono stati raggruppati una ventina di modelli di evoluzione non lineari.
STADIO 0 – LA TOLLERANZA: che rappresentata l’abilità di un individuo di sopportare l’ambiente chimico circostante.
STADIO 1 – SENSIBILIZZAZIONE: o fase irritante, che si verifica quando una persona è sottoposta ad una esposizione chimica acuta ad alte dosi o ad una esposizione cronica insidiosa. I sintomi dei pazienti in seguito all’esposizione chimica, non sono rilevabili clinicamente in generale. I disturbi possono includere dolore alle articolazioni e ai muscoli, cefalea, affaticamento (stanchezza cronica), rossore, prurito, nausea, tachicardia, asma, insufficiente circolazione periferica, etc.
STADIO 2 – INFIAMMAZIONE: l’esposizione chimica determina una infiammazione cronica dei tessuti, come ad esempio artrite, vasculiti, dermatiti, asma non allergico, coliti, miositi, riniti, circolazione periferica molto problematica. Sono presenti sia sintomi che segni obiettivi rilevabili clinicamente. La progressione avviene in seguito a nuove esposizioni in corso, ma se non si è ancora verificato il danno ai tessuti, il processo può essere invertito con l’evitamento chimico e specifiche cure di disintossicazione.
STADIO 3 – DETERIORAMENTO: l’infiammazione cronica causata dall’esposizione chimica produce danni del tessuto, come lesioni al sistema nervoso centrale, al rene, al fegato, al polmone, al sistema immune etc. Questo livello è irreversibile: “Una volta che i tessuti sono danneggiati e la funzione dell’organo compromessa rimangono poche le speranze nella pratica medica corrente di invertire il processo”. Patologie comuni in questo stadio sono ad esempio lupus, ischemie, cancro, autoimmunità, forme degenerative reumatiche, sclerosi multipla, porfiria.
E’ importante osservare che le persone possono attraversare questi stadi evidenti, senza mai aver manifestato MCS o senza aver stabilito un collegamento mentale con questa esposizione chimica cronica nel loro ambiente.”
La Sensibilità Chimica Multipla può essere il risultato di una singola esposizione massiccia a uno o più sostanze tossiche o ad esposizioni ripetute a bassi livelli. Da un lato, alcune persone possono diventarlo in seguito ad incidenti chimici di rovesciamento di sostanze chimiche al lavoro o nella loro comunità o dopo essere stati esposti direttamente all’irrorazione con insetticidi. D’altra parte, negli individui si può sviluppare questa condizione con il trascorrere quaranta ore ogni settimana in un edificio mal ventilato, dove essi respirano una prodigalità di sostanze chimiche comuni al nostro modo moderno di vivere.
In molti casi la MCS è stato provocato da un vasto insieme di sostanze chimiche trovate nella casa e al lavoro. Gli studi mostrano che molte delle persone diagnosticate con MCS erano:
  • I lavoratori industriali
  • Gli insegnanti, gli studenti, gli impiegati degli uffici e gli operatori dell’assistenza sanitaria che lavorano in edifici non ventilati
  • Le vittime di incidenti chimici
  • Le persone che vivono vicino a luoghi di scorie tossiche
  • Le persone che abitano in luoghi dove l’aria o l’acqua è estremamente contaminata
  • Gli individui esposti a diverse sostanze chimiche nei prodotti di consumo, nel cibo, e nei medicinali
  • I veterani della Guerra del Golfo

Non tutte le persone con la MCS si adattano a una qualunque di queste categorie. Per esempio, alcuni possono aver sperimentato un'esposizione tossica nella loro casa da disinfestazioni per le pulci o per gli scarafaggi o dall’isolamento termico della schiuma di poliuretano (formaldeide di urea). Altre persone con la MCS non possono identificare nessuna situazione dove hanno avuto esposizioni insolite a sostanze chimiche.
Gli individui con la MCS possono diventare parzialmente o totalmente disabilitati per alcuni anni o per l’intera vita. Questa condizione fisica interessa ogni aspetto della loro vita. Loro devono fare cambiamenti drammatici nello stile di vita a casa. I loro matrimoni e le altre relazioni possono finire per lo stress di fare fronte a questa disabilitante condizione.SINTOMI DI MCS
  • aumento della sensibilità agli odori
  • mal di testa
  • sintomi simili all’influenza
  • asma o altri problemi di respirazione
  • vertigini
  • confusione mentale
  • meteorismo o altri problemi intestinali
    Le persone con MCS riportano molte condizioni di malattia come:
  • irritazioni cutanee e lacerazioni della pelle persistenti
  • infiammazione
  • debolezza dei muscoli e dolori alle giunture
  • allergie alimentari
  • stordimento e formicolii
  • perturbazione visiva
  • problemi all’orecchio, al naso e la gola
  • disturbi autoimmuni
  • disturbi cardiovascolari
  • problemi genitourinari
  • infezioni persistenti, specialmente dei lieviti
  • l’apprendimento nei bambini

Purtroppo persone con MCS (Sensibilità Chimica Multipla) spesso hanno anche:
- Sindrome da stanchezza cronica (CFS, acronimo di Chronic Fatigue Syndrome), una stanchezza prolungata e debilitante, e da multipli sintomi non specifici, quali cefalea, mal di gola ricorrente, dolori muscolari e alle ossa, disturbi del sonno, perdita di memoria, difficoltà di concentrazione e da un malessere generale. (http://www.cfsitalia.it/)- Fibromialgia, è una patologia cronica, il dolore è il sintomo predominante della fibromialgia. Generalmente, si manifesta in tutto il corpo, sebbene possa iniziare in una sede localizzata, come il rachide cervicale e le spalle, e successivamente diffondersi in altre sedi col passar del tempo. Il dolore fibromialgico viene descritto in una varietà di modi comprendenti la sensazione di bruciore, rigidità, contrattura, tensione ecc. Spesso varia in relazione ai momenti della giornata, ai livelli di attività, alle condizioni atmosferiche, ai ritmi del sonno e allo stress. La maggioranza dei pazienti fibromialgici riferisce di sentire costantemente un certo grado di dolore. Il dolore è avvertito principalmente ai muscoli e sono presenti sintomi di malessere generale. Per alcune persone con fibromialgia, il dolore può essere molto intenso. (http://www.sindromefibromialgica.it)

- Ipersensibilità Elettromagnetica (EHS), detta anche Elettrosensibilità (ES), è una reazione organica ai campi elettromagnetici presenti nella vita quotidiana, come quelli emessi dalle linee elettriche ad alta tensione (elettrodotti), da trasmettitori radiotelevisivi, da elettrodomestici, dai telefoni cellulari e dai ripetitori della telefonia mobile. Questa condizione può comportare sintomi più o meno gravi, ma anche sfociare in una malattia vera e propria. Uno studio americano del 2013 effettuato su campione di 250 persone di età compresa tra i 20 e i 65 anni, ha evidenziato come i soggetti elettrosensibili erano in grado di riconoscere correttamente la presenza dei campi elettromagnetici manifestando, a seguito della stimolazione, sintomi specifici.
I sintomi della malattia sono diversi: cefalea, vertigini, rossore, tachicardia.
(http://www.full-point.it/NuovoSito/elettrosensibilita.php?lang=ita)

TRATTAMENTO DELLA MCS
Sono pochissimi purtroppo i medici italiani che conoscono l’MCS e che quindi sono in grado di diagnosticarla e ciò fa sì che, ogni giorno, ammalati di MCS muoiano per mancata diagnosi o che spesso i medici scambino i loro sintomi per sintomi psicosomatici, prescrivendo loro psicofarmaci che peggiorano la situazione, contenendo sostanze altamente tossiche anche per le persone sane e che per gli ammalati di MCS diventano velenose.
Generalmente dopo l'inizio della MCS, la salute di una persona continua a deteriorarsi. Può darsi che inizia a migliorare solo una volta che è scoperta la sostanza chimica, che è la causa della sensibilità. Benché ci siano diversi trattamenti che possono aiutare a migliorare lo stato sanitario per alcuni pazienti, attualmente, non c'è alcuna singola "cura" tranne l’evitamento delle sostanze che provocano le reazioni.
Evitare le sostanze chimiche che possono innescare le reazioni è una parte essenziale nel trattamento della MCS. Quelli con la MCS che sono capaci di evitare rigorosamente le esposizioni sperimentano spesso un miglioramento eccezionale della loro salute, durante il periodo di un anno o di più. Ancora la profusione di nuove e non sperimentate sostanze chimiche sintetiche rende questo estremamente difficile.
Gli individui interessati dalla MCS creano spesso un "santuario" nella loro casa relativamente libero da emissioni chimiche, dove trascorrono la maggior parte di tempo possibile. Dovuto all’impatto grave che può avere una esposizione inevitabile e fortuita, i sofferenti della MCS spesso devono impiegare la maggior parte del loro tempo in casa e sono obbligati a scegliere sovente di non a partecipate alla vita sociale.
Negli Stati Uniti e in Gran Bretagna è possibile seguire una cura immunitaria di desensibilizzazione a basso dosaggio di costo elevato (15.000 dollari/10.000 sterline a ciclo)

MCS NEL MONDO
La Sensibilità Chimica Multipla è riconosciuta come malattia organica negli Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone e, a livello europeo in Germania, Austria, Danimarca, Spagna, Finlandia.
Negli Stati Uniti e in Canada, la malattia è riconosciuta già dagli anni ’90
A Zurigo è stato costruito un palazzo, il primo del genere in Europa, destinato alle persone affette da Sensibilità Chimica Multipla
http://origin.swissinfo.ch/ita/la-casa-pi%C3%B9-pulita-del-mondo-%C3%A8-pronta/37264388

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) riconosce la Sensibilità Chimica Multipla utilizzando definizioni più appropriate e dettagliate nel contesto dell’ICD10 (Internatlonal Code of Disease). Ad esempio il codice T78.4, che definisce le «Allergie non precisamente qualificate» è stato utilizzato per il riconoscimento dell’MCS sia in Germania che in Austria, dove è stato precisato che la malattia non può essere classificata tra i disturbi psichici. Nel 2009 anche il Giappone ha riconosciuto la MCS a livello nazionale utilizzando il codice ICD10 J68.9 che, testualmente, la definisce «Disturbo re-spiratorio non specificato in relazione all’e-sposizione a sostanze chimiche, gas, fumi, vapori.

STORIA DI LINDA SABATINI
Morta a 36 anni per «allergia», la procura indaga per omicidio colposo
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_marzo_12/allergica-antibiotici-morta-212137328050.shtml

Sono venuta a conoscenza di Linda Sabatini attraverso il programma Romanzo Familiare, in una puntata del 2012 (http://www.youtube.com/watch?v=JvDdTjNw9Ok) e da allora mi è rimasta dentro, perché come fare a non provare turbamento di fronte ad una giovane donna, costretta a vivere in una casa con lo strettissimo indispensabile perché malata di MCS. E proprio io che purtroppo conosco bene la MCS, mi sono chiesta cosa l’avesse portata ad uno stadio tanto grave di MCS; ed immagino pur non conoscendola il doloroso e difficile vissuto.
Linda Sabatini, purtroppo non è più qui su questa terra, ma in un posto sicuramente migliore nell’aldilà; la cosa grave però, è che in una Nazione più umana e sensibile ai bisogni dei malati, con strutture adeguate, ciò non sarebbe avvenuto.
Non si può morire a 36 anni per un problema ai denti; solo perché ammalata di MCS, non c’è nessuno che ti curi. E quello che ancora più triste, è che questo è successo nel Lazio, dove la MCS è riconosciuta http://www.infoamica.it/wp-content/uploads/2011/10/Informativa-Protocollo-Regione-Lazio.pdf

Ricordo di un amico per Linda
http://marco-lavocedellaverita.blogspot.it/2013/03/ciao-linda-questo-e-il-mio-ricordo.html

LA MIA STORIA
La mia storia ha inizio all’età di 12 anni, ero una bambina come tante, godevo di una buona salute; ma un giorno tutto è cambiato perché dei pittori hanno fatto un errore tecnico nel rimuovere la vecchia vernice a buccia d’arancia che c’era nell’abitazione in cui vivevo; e così ho respirato per 40 giorni, fin quando poi, io ed i miei genitori non abbiamo lasciato l’appartamento, sette sostanze tossiche più altre in minore concentrazione. Le sostanze tossiche a cui mio malgrado sono stata sottoposta sono:
• N-Esano
• Toluene
• Xileni
• Acetone
• Acetato di Vinile
• Etere Etilico
• Glicole Propilenico

Il medico ha riscontrato nel mio organismo:
• Benzene
• Piombo
• Arsenico
• Cloro
• Formaldeide
• Manganese
• Cromo
• Molibdeno

Organi che sono stati colpiti:
• Fegato
• Intestino Tenue
• Colon
• Circolazione arteriosa, venosa e linfatica
• Vie biliari
• Vescica urinaria
• Apparato bronchiale polmone destro

A seguito dei lavori di pitturazione, commissionati dal proprietario di casa, nell’appartamento in cui vivevo con i miei genitori; sentivamo un odore strano che non andava via neanche lasciando arieggiare le stanze giorno e notte; ed abbiamo cominciato ad avere sia io che i miei genitori, mal di testa, vertigini, dermatite, dolori articolari, dolori addominali, forte astenia. Abbiamo quindi abbandonato casa con tutto ciò che avevamo perché contaminato e siamo andati ad abitare in un appartamento ammobiliato; ed i miei genitori hanno iniziato a cercare un medico che potesse curare il mio stato di salute; ma tutti sapevano che le sostanze al cui il nostro organismo era stato sottoposto, nostro malgrado, facessero male, ma non sapevano a livello terapeutico cosa fare. I miei mi hanno portato da tanti medici, ho fatto tante cure terapeutiche diverse, ma senza alcun risultato; anzi gli anni passavano ed io stavo sempre più male; al tal punto che il terzo anno di scuola superiore non l’ho potuto frequentare, ma ho fatto poi l’esame da privatista a settembre per non perdere l’anno. Proprio in quell’anno e quindi dopo 4 anni dall’intossicazione, i miei hanno trovato un medico di un’altra Regione che attraverso delle cure chelanti ha disintossicato il nostro organismo. Quasi tutti i sintomi che avevo sono stati guariti, però mi è rimasta la disfagia; il sistema immunitario indebolito e quindi con predisposizione a prendere virus, post-virosi, parassiti; problemi ormonali e nel corso degli anni si sono aggiunti gli altri: reflusso gastroesofageo con altri problemi allo stomaco che mi limitano moltissimo l’alimentazione; valori di omocisteina molto alti; problemi intestinali; ecc. ecc. Dall’intossicazione ad oggi sono passati ben 17 anni, in questi anni ho continuato sempre a girare medici, tentare varie cure, varie terapie; talvolta andando anche fuori regione, nella speranza di risolvere qualcosa; ma alla fine non si fa altro che sopravvivere, i problemi restano sempre lì e c’è sempre la necessità di trovare bravi specialisti che mi diano una mano a stare meglio, perché poi i problemi di salute non ben affrontati, con il passare degli anni non fanno altro che peggiorare. Personalmente nella sfortuna, sono abbastanza fortunata perché riesco a fare ancora molte cose ed a vivere una vita pseudo-normale; anche se credo ci sia ben poco di normale nel combattere per una vita intera per stare meglio e soprattutto per non aggravarsi; nel poter mangiare pochissime cose; credo che ci sia ben poco di normale a non riuscire ad avere un lavoro perché si passa più tempo in cattiva salute, che in buona salute; credo ci sia ben poco di normale ad essere stata negli ultimi tre anni e mezzo in tre case differenti, ed ora sono nella quarta in via provvisoria; e questo per la cattiveria umana, in quanto per non peggiorare lo stato di salute sono stata costretta a cambiare casa, trovandomi in situazioni che mai mi sarei dovuta trovare se solo le persone svolgessero il proprio lavoro con più competenza ed umanità, e se solo ci fosse meno disonestà, se solo quando spieghi alle persone le cose, invece di farle entrare in un orecchio ed uscire dall’altro, arrivassero alla mente e soprattutto al cuore; la vita sarebbe decisamente più semplice.
Mio padre ha avuto due TIA (ischemia transitoria), è in terapia anticoagulante e soffre di fibrillazione atriale. Se i medici capissero le cose per tempo, invece di sottovalutare i sintomi che una persona ha, ora molto probabilmente la situazione sarebbe differente.

COSA VUOL DIRE AVERE LA MCS?
Ogni malato di MCS ha la sua storia, ma ogni malato incontra le stesse difficoltà, ossia trovare i medici giusti, capaci e competenti, in grado di capire la situazione ed aiutare; farsi capire da amici e parenti, viviamo in un mondo, dove il chimico è dato per scontato, dove si usano tante cose potenzialmente pericolose per la salute a cuor leggero. L’abitazione è uno dei problemi principali di una persona con MCS, che può avere problemi derivanti dai fumi dei camini, vicini che usano detersivi troppo forti e profumati, vicini che ti fanno entrare in casa il loro deodorante per ambienti, spruzzi di insetticida; e così si è costretti a chiudersi in casa, ma non si può di certo vivere bene senza avere la piena libertà di aprire balconi e finestre, soprattutto d’estate; quando poi nei casi meno gravi, come il mio, basterebbe un po’ di sensibilità umana, esistono tanti prodotti che fanno tutti la stessa cosa, e davanti alla vita umana è preferibile che una persona muoia o stia male, oppure utilizzare prodotti meno forti e aggressivi? Per quella che è la mia personale esperienza, si preferisce che la gente muoia, perché rappresenta solo un fastidio, un disturbo; e così finisce che anche se da una parte c’è qualcuno in grado di profumare un palazzo intero, non gli dici nulla, per paura che lo facciano ancora di più apposta.
Arrivare ad uno stadio avanzato di mcs e come andare in galera da innocente, cosa voglio dire? Che anche se non hai commesso nessun crimine, le condizioni di salute ti costringono a restare recluso in casa, perché non si riesce a stare a contatto con le persone a causa dei detersivi che usano per lavare i panni, a causa del profumo o dopobarba; perché in molti uffici e negozi ci sono deodoranti ambientali (per fino in alcuni ristoranti e negozi di alimentari). Il fumo di sigaretta fastidiosissimo e dannoso per tutti; molti fumatori non hanno alcun rispetto per gli altri, escono di casa con la sigaretta accesa, così da lasciare l’odore della sigaretta in tutto il palazzo; ti si avvicinano con la sigaretta accesa come se fosse ovvio che anche tu gradisci; ed anche se tu non fumi, per loro è normalissimo farti respirare il loro fumo.
Le persone in uno stadio avanzato della mcs, spesso si trovano a vivere un vero e proprio dramma, perché lasciati senza assistenza medica ed economica dallo Stato Italiano.
E per chi fortunatamente non è ad uno stadio avanzato della mcs, comunque la vita si complica inevitabilmente; quando bisogna acquistare qualcosa non si devono avere solo le disponibilità economiche, ma trovare le marche ed i materiali giusti, che non arrechino danno alla salute e che siano compatibili con la propria sensibilità chimica.
I vestiti, di solito una persona sana compra quello che piace, senza preoccupazioni; mentre per chi ha la mcs, non tutti i vestiti sono uguali, ed anche se magari c’è un capo che piace molto, non lo si può acquistare perché l’odore che emana da fastidio, questo vuol dire che nella lavorazione del capo c’è qualcosa di chimico che dà fastidio, può essere l’appretto, il colorante, ecc.; non tutti i tessuti sono tollerati.
Le borse ed i portafogli sono una delle cose più complesse da trovare, io solitamente acquisto le borse di una nota marca che dichiara di non utilizzare sostanze tossiche, all’inizio si sente un po’ l’odore, ma poi facendogli prendere aria e con l’utilizzo, mi ci sono trovata sempre bene.
Tutti i prodotti che si usano per il proprio corpo, devono essere quanto più naturali e con profumi molto leggeri; in molti casi devono essere proprio privi di profumo.
Acquistare un auto è un’impresa perché le macchine nuovo sono sature dell’odore di nuovo dei componenti dell’auto e per una persona con mcs, l’aria è irrespirabile; le auto usate tra odori di chi l’ha avuta prima (fumo, deodoranti), tra deodorante che magari spruzzano in auto chi la tiene da vendere; non è per nulla semplice fallo. Altro problema che si presenta e quando bisogna lavarla perché la porti agli autolavaggi dicendo che soffri di allergia, raccomandandoti di usare solo acqua e di non spruzzare niente; ma non è raro il caso in cui non seguono le direttive usate, l’auto profuma per settimane e settimane, ed una persona con mcs non la può più utilizzare per molto tempo. Queste e tante altre sono le difficoltà quotidiane delle persone con mcs.

PERCHE’ SI PUO’ ESSERE ALLERGICI A TUTTO, MA NON AL CHIMICO?
Al mondo esistono purtroppo tante allergie, e ci sono tante persone allergiche a cose naturali come alcuni alimenti, eppure ciò non stupisce, ma avere problemi di intolleranza alle sostanze chimiche, è visto proprio male, difficile incontrare qualcuno in grado di capirlo; non lo so perché, ma la gente fa proprio fatica a capire ed accettare che qualcuno possa stare male venendo a contatto con le sostanze chimiche. Il chimico fa parte della vita di tutti ed è considerato purtroppo normalissimo, sono poche purtroppo le persone in grado di essere dei consumatori consapevoli ed orientati al naturale invece che al chimico.

MESSAGGIO ALLE PERSONE
La MCS anche quando non è allo stadio più grave, è fin dall’inizio una malattia brutta e difficile da gestire. Il vissuto delle persone affette da sensibilità chimica multipla, come l’aumento dei tumori, dovrebbe essere un campanello di allarme per tutti coloro che hanno la fortuna di godere di buona salute; affinché non si ammalino; perché il corpo continuamente bersagliato da sostanze chimiche, alla fine cede, ammalandosi. Per questo bisognerebbe essere consumatori consapevoli e attenti; viviamo in una società dove il chimico viene dato per scontato e naturale, e rifiutiamo il pensiero che ciò che utilizziamo possa essere dannoso per la salute, solo perché non si hanno sintomi immediati; solo perché chi ha la fortuna di stare bene, molte volte si crede immortale ed è convinto che a lui non possa accadere nulla, ma che le cose succedano solo agli altri. Eppure quando poi, gli altri siamo noi, non conosco nessuno che non sarebbe disposto a fare di tutto pur di guarire. Allora perché non pensarci prima? Perché non essere più attenti alla salute nostra e dei nostri cari? Prima, perché dopo, a volte è troppo tardi. Purtroppo, nel mio vissuto personale conosco persone che usano deodoranti ambientali chimici, i quali, anche se oggi largamente utilizzati non fanno per nulla bene (http://animaecobio.altervista.org/deodoranti-ambientali-pericolosi-per-la-salute/) e che hanno bimbi appena nati, e gli fanno respirare a giornate intere queste sostanze come fosse una cosa normalissima.
Si sente spesso dire che la salute sia la cosa più importante, eppure la verità e che difficilmente lo si comprende davvero, quando si sta bene, e solo chi ha o ha avuto problemi di salute, sa quanto sia davvero così, e che quando si ha la salute si ha tutto, perché poi, in qualche modo, ogni difficoltà, ogni problema alla fine si risolve.
Siamo abituati ad utilizzare con molta naturalezza, tutti prodotti chimici, eppure quasi tutto che si può fare con il chimico, si può fare con metodi naturali. Concludo il mio pensiero con dei righi presi dal sito dell’AIRC (http://www.airc.it/cancro/cos-e/cause-tumore/)
È vero che il cancro ha molte cause, che in ogni persona concorrono tra loro, insieme ad altrettanti fattori protettivi, a determinare il rischio individuale di ammalarsi. È vero anche, tuttavia, che la maggior parte di questi fattori sono modificabili: quasi un terzo delle morti per cancro si potrebbero evitare solo abolendo l'uso di tutti i prodotti a base di tabacco, e con una dieta sana, accompagnata da una regolare attività fisica, molte altre vite potrebbero essere salvate.

MESSAGGIO PER LE PERSONE CON MCS
Purtroppo molte persone scoprono ed apprendo di avere la mcs, attraverso internet, venendo a conoscenza di persone con mcs; a tutte le persone che cominciano ad avere problemi di salute venendo a contatto con detersivi, profumi, ecc.; consiglio senza farsi prendere da panico, di non sottovalutare i primi sintomi e di apportare subito modifiche al proprio stile di vita, utilizzando detersivi ecologici, prodotti per l’igiene il quanto più naturali possibili, cibo biologico, e così per tutto la parole d’ordine deve essere Naturale e l’altra parola d’ordine Evitamento, stando il più lontano possibile dalle sostanze chimiche. E’ penoso e costoso fare cure mediche e non ottenere i risultati sperati, ma bisogna essere forti e non arrendersi mai, solo così si può avere la speranza di trovare il medico giusto e le cure che possano far star meglio.


VIDEO SULLA MCS
- Sensibilità Chimica Multipla: malati in aumento http://www.youtube.com/watch?v=oGnWkDz-xrQ
- Gli effetti dell’inquinamento: Sensibilità Chimica Multipla ed Elettrosensibilità http://www.youtube.com/watch?v=6Wr7NWzerq8
- Puntata “Revelation” di Adam Kadmon del 26-10-14
http://www.video.mediaset.it/video/adam_kadmon_revelation/clip/491270/l-inquinamento-che-uccide-.html
- Sensibilità Chimica Multipla http://www.youtube.com/watch?v=Tce63tTMcfg
- Sensibilità Chimica Multipla 2 http://www.youtube.com/watch?v=kxxaUU8-TJM
- Inquinamento ambientale – MCS – alterazioni genetiche http://www.youtube.com/watch?v=EVqd-YhEgXY

VIDEO CASI MEDIATICI DI MCS
- Trasmissione Cominciamo bene – MCS Storia della dott.ssa Antonella D’Autilio
http://www.youtube.com/watch?v=os0n5SIspkA
- Trasmissione “La vita in diretta” – MCS Storia di Mariella e di Sara Capatti
http://www.youtube.com/watch?v=7vBZRYpgr3U
- Puntata della trasmissione “Le Iene” sulla MCS
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/292500/pelazza-mcs---una-nuova-malattia.html
- Romanzo Familiare – MCS Intervista Dott.ssa F.R. Orlando
http://www.youtube.com/watch?v=3tvlUR-3t3Q
- Romanzo Familiare – MCS Storia di Daniela Vitolo
Puntata del 30-11-12
http://www.youtube.com/watch?v=XG6HHGBCv04
- Romanzo Familiare – MCS Storia di Daniela Vitolo
Puntata del 07-12-12
http://www.youtube.com/watch?v=yP01Xk1KQdg
- Romanzo Familiare – MCS Storia di Daniela Vitolo
Puntata del 21-12-12
http://www.youtube.com/watch?v=x-rRVmWLl0Y
- Romanzo Familiare – Storia di Linda Sabatini
- http://www.youtube.com/watch?v=JvDdTjNw9Ok
- MCS.VOB Storia di Federica Cannas http://www.youtube.com/watch?v=FYHKQHNhWDA

BLOG E SITI SULLA MCS
- LA VOCE DELLA VERITA’
Su questo sito ci sono molti articoli sulla MCS e su persone che purtroppo ce l’hanno; ed anche molti altri articoli
http://marco-lavocedellaverita.blogspot.it/search/label/Sensibilit%C3%A0%20Chimica%20Multipla%20%28MCS%29?updated-max=2014-01-22T06:24:00-08:00&max-results=20&start=13&by-date=false
- MY SENSIBILITY
http://www.my-sensibility.com/


- IO NONOSTANTE TUTTO L’MCS
http://ecimenti.wix.com/iononostantetutto#!wwwiononostantetuttoblog/c1yuo

ARTICOLI SULLA MCS
- STORIA MCS ANNA MARIA SCOLLO
http://nientebarriere.blogspot.it/2011/07/la-mia-storia-anna-maria-scollo-nata.html
- MALATA DI “SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA”, BANCARIA CANCELLA IL NO DELL’INPS E OTTIENE L’INVALIDITA’
http://www.ilgiorno.it/pavia/invalidit%C3%A0-sensibilit%C3%A0-chimica-1.74599
- HA UNA MALATTIA AMBIENTALE VA IN COMA CON L’ODORE DI BUCATO
http://www.paralleloquarantuno.it/articoli/ha-una-malattia-ambientale-va-in-coma-con-lodore-di-bucato.html
- INCHIESTA MCS TESTIMONIANZE INTERVISTA STOCCHI
http://campagnamcs.altervista.org/archivio/articoli/articolo_20031201_ex_ilmanifesto-it_inchiestaMCS_testimnonianze_intervista-stocchi.htm
- SOSTANZE CHIMICHE E SALUTE UN LEGAME A DOPPIO FILO
http://www.lastampa.it/2014/05/30/scienza/ambiente/focus/sostanze-chimiche-e-salute-un-legame-a-doppio-filo-X3lLAs5ZvygmFvRgMz9sXM/pagina.html

- SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA
http://www.lastampa.it/2013/01/09/scienza/benessere/salute/nuove-malattie-la-sensibilita-chimica-multipla-N8sploFxCSYHq2oJxEZ0uK/pagina.html
- Sensibilità chimica multipla, l'intolleranza agli agenti chimici
http://www.ok-salute.it/diagnosi-e-cure/11_a_sensibilita-chimica-multipla.shtml


ASSOCIAZIONI SULLA MCS
- Associazione A.M.I.C.A.
http://www.infoamica.it/
http://www.infoamica.it/category/sensibilita-chimica/
- Associazione M.A.R.A. (Malattie Ambientali Reciproco Aiuto)
http://associazionemara.com/
- Associazione A.D.A.S (Associazione per la difesa dell’ambiente e della salute)
http://www.associazioneadas.com/Se%20hai%20la%20MCS.shtml
- Associazione A.N.CHI.SE (ASSOCIAZIONE NAZIONALE PERSONE CHIMICAMENTE SENSIBILI)
http://anchise.altervista.org/index.php/sensibilita-chimica-multipla

PAGINE FACEBOOK SULLA MCS
- MCS RICONOSCERE LA MALATTIA ANCHE IN ITALIA
https://www.facebook.com/groups/MCS.Riconoscimento/
- GRUPPO A.D.A.S. https://www.facebook.com/groups/144503062240425/
- MCS VENETO FRANCESCA SARTORI
https://www.facebook.com/francesca.sartorimcsveneto?fref=nf_fr

LIBRI SULLA MCS
- La ragazza con gli occhiali di legno (Sara Capatti)
- "Patologie Ambientali e Lavorative - MCS Amianto & Giustizia" (Bonanni E. – Ugazio G.)
- Sensibilità alle sostanze chimiche (Nicholas Ashford – Claudia Miller)


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 999 volte e valutata
93% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Rossella1978 pubblicata 29/04/2015
    Purtroppo non ho l'eccellente necessario per valutre questa tua lunga recensione. Mi sembra di aver sentito parlare della persona a cui ti riferisci, ma non sapevo che poi fosse deceduta a causa della MCS, come del resto non sapevo che questa patologia avesse un nome ben preciso. Grazie per averci esposto la tua storia
  • sarad12 pubblicata 03/01/2015
    Grazie Mille per aver illustrato questo grave problema che non conoscevo. Ciao
  • Giuseppearci pubblicata 19/12/2014
    Eccellente!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 14/11/2014