Opinione su

Silence - Sonata Arctica

Valutazione complessiva (2): Valutazione complessiva Silence - Sonata Arctica

1 offerte a partire da EUR 20,67 a EUR 20,67  

Tutte le opinioni su Silence - Sonata Arctica

 Scrivi la tua opinione


 


 


"Silenzio", suonano i Sonata Arctica!

4  27.10.2010

Vantaggi:
Ottima voce del cantante, seguita brillantemente dagli altri musicisti

Svantaggi:
Alcune tracce a volte si assomigliano un pò

Consiglio il prodotto: Sì 

Dettagli:

Qualità dei testi

Qualità della musica

Originalità

continua


Katta

Su di me: NUOVA OPINIONE: Final Fantasy XIII-2 - Crystal Edition (il secondo capitolo della nuova mitica saga ...

Iscritto da:14.07.2006

Opinioni:464

Fiducie ricevute:374

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata Eccellente da 52 utenti Ciao

Anni ed anni fa, nel bel mezzo del mio turbamento musicale dopo aver appreso l’esistenza del genere heavy metal grazie a gruppi fantastici come i Rhapsody of Fire, gli Helloween, gli Iron Maiden ed altri, per puro caso trovai in mezzo ad una compilation scaricata da internet una canzone che definirla arrembante sarebbe stato ancora riduttivo: era San Sebastian e, trascinato dal sound grintoso di questa traccia, scoprii che gli autori erano i SONATA ARCTICA. Inutile dirlo che mi innamorai di questa band finlandese e che scaricai l’album intitolato SILENCE subito dopo.
Ora che finalmente possiedo qualche soldino in più mi sono messo alla ricerca di quel primo album che mi toccò l’anima (musicale :-P ) e un paio di mesi fa riuscii a reperirlo su Ebay ad un buon prezzo.
E’ tempo di tornare ai tempi nostalgici del mio primo heavy metal…


I SONATA ARCTICA:

Questo è già il quarto CD dei Sonata Arctica che recensisco qui su Ciao, quindi se mi seguite da un po’ già li avrete conosciuti con Unia, Reckoning Night, o il loro ultimissimo album The Days of Greys, ma per chi ancora non li conoscesse diciamo giusto due parole per inquadrarli.
I Sonata Arctica sono una band finlandese creata nel 1996 e prima di SILENCE (2001) fecero uscire solo un altro album, quindi possiamo dire che non erano nuovi nell’ambiente, ma neanche poi così conosciuti.
All’epoca dell’uscita di questo CD la banda era composta dal bravo Tony Kakko come cantante, Jani Liimatainen alla chitarra, Tommy Portimo alla batteria, Marco Paasikoski al basso e Mikko Harkin alla tastiera.

Il genere suonato dai Sonata Arctica può essere inquadrato in una branchia dell’heavy metal, in particolare nel Power Metal visto che molte loro canzoni sono incredibilmente trascinanti ed aggressive come, per l’appunto, il San Sebastian che mi aveva conquistato!


IL CD DI SILENCE:

Uscito nel 2001, SILENCE è comunque ancora abbastanza rintracciabile se si cerca in rete su negozi o siti d’aste come Ebay. Io ad esempio sono riuscito a procurarmi la mia copia alla modica cifra di 8€ (spese di spedizione comprese)… un bel colpaccio! Purtroppo solo dopo ho scoperto che i Sonata Arctica nel 2008 avevano fatto uscire una nuova versione di SILENCE tramite la Universal UK rimasterizzando le tracce presenti ed introducendone ben 3 bonus… quanti insulti che mi sono tirato dietro per non aver guardato prima il loro sito!!! >_<

La confezione del CD è quella classica di plastica trasparente, mentre la copertina è un’illustrazione criptica che mostra mezzo paesaggio coperto di ghiaccio e il restante sotto la luce della luna dove viene anche proiettato lo strano simbolo distintivo dei Sonata Arctica. All’interno del booklet, oltre alle foto dei vari membri della band, sono presenti i testi e poco altro.

Le tracce presenti sono ben 13:

1- …of Silence
2- Weballergy
3- False News Travel Fast
4- The End of This Chapter
5- Black Sheep
6- Lando f the Free
7- Last Drop Falls
8- San Sebastian (revisited)
9- Sing in Silence
10- Revontulet
11- Tallulah
12- Wolf & Raven
13- The Power of One


LE TRACCE DI SILENCE:

Vediamo come al solito di impegnarci nel difficile tentativo di esprimere il valore di ogni singola traccia.

Lenta e misteriosa è l’intro di''' … of Silence''', ma è solo un’impressione perché non appena si carica (in tutti i sensi) Weballergy veniamo subito immersi dalla combo trascinante di batteria e chitarra elettrica che contraddistinguerà tutto l’album. Tony Kakko parte anche lui alla grande con una voce che adoro in quanto pulitissima e chiara! Incisivo anche l’intervento della tastiera che aggiunge una maggiore grinta con suoni simili ad un organo elettrico. Voto: 4 e ½ (considerati in stelline Ciao)

Ritmo molto simile alla traccia precedente per False News Travel Fast visto che si va molto veloci. Molto distintivo è lo stacco che prende a metà canzone con l’introduzione di flauti sintetizzati che cambiano modalità alla traccia, rallentandola. Voto: 4.

The End of This Chapter si può considerare una mezza ballata visto che una parte è suonata con solo l’ausilio del piano alla voce – questa volta tranquilla – di Tony. Subentrano poi gli altri strumenti, ma il ritmo non aumenta creando una traccia particolarissima e molto piacevole all’ascolto. Voto: 4 e ½.

Decisamente più “agitata” è la quinta traccia, Black Sheep. Qui il ritmo è senza respiro per il cantante che non capisco come non possa soffocare visto che attacca ogni frase alla successiva con pochissime pause! Complimenti! Comunque bellissima e trascinante, questa risulta una delle migliori tracce di questo album! Voto: 5.

Land of the Free illude di essere una nuova canzone rilassata ed invece dopo poche note si comincia con un tempo bello tosto. In sé la traccia non è nulla di particolare, ma un pezzo verso il finale dove interviene un coro inneggiante sostenuto dalla chitarra elettrica appare semplicemente trascinante!! Voto: 4+

Last Drops Falls parte come tranquilla… e così ci rimane (per stavolta :-P ). Anche qui la voce di Tony è incredibilmente superiore a tutte le altre che ho avuto mai il piacere di ascoltare e finora non ho ancora trovato alcun cantante in grado di riuscire a cantare con così classe sia canzoni rilassanti che al cardiopalma! Voto: 4+

E finalmente giungiamo alla traccia che mi ha letteralmente spinto verso i Sonata Arctica: San Sebastian! Tempi accelerati parecchio anche qui e voce incalzante di Tony spingono il povero ascoltatore a cercare di canticchiare a sua volta le orecchiabilissime note… con esito fallimentare visto che si rimarrà sempre indietro :-P . Interessante è poter sentire qui anche il supporto di altre voci nel ritornello, cosa che verrà sviluppata maggiormente negli album dopo. Voto: 4 e ½.

Si rallenta un po’ con la nona traccia, Sing in Silence, arrivando a toni davvero pacati che si rianimano solo nello stupendo ritornello che colpisce dritto al cuore! Voto: 4+

Anche la breve, strumentale Revontulet rimane sul genere Power dei Sonata Arctica dando una valida dimostrazione di combinazione tra tastiera, batteria e chitarra!! Voto: 4

Credevate di dover sentire un'altra traccia da Formula 1? Ebbene questa volta i Sonata Arctica creano una vera e propria canzone strappalacrime con Tallulah dove Tony assume cadenze davvero tristissime rincarate dall’accompagnamento del piano. Il ritornello ancora una volta spettacolare rende questa undicesima traccia forse la migliore tra quelle lente dell’album. Voto: 4 e 1/2

Si torna sui toni più standard dei Sonata con Wolf & Raven… anzi, se possibile è ancora più veloce e potente di quelle appena ascoltate. In pratica veniamo sommersi dalla potenza della voce di Tony mischiata a chitarra e batteria!! Voto: 4

L’album è alla sua conclusione ed è un peccato che The Power of One non sia niente di eccezionale, ma si stabilizza nella norma delle tracce dei Sonata Arctica. L’unica cosa che la distingue è la partenza lenta e il finale potente e grintoso che in pratica sintetizza tutto il genere fatto da questa band, un genere che mischia velocità a tranquillità, grinta a pace. Voto: 4.


IL SILENZIOSO PARERE FINALE DEL KATTA A SILENCE:

SILENCE si è dimostrato quindi essere l’album apripista per la mia passione nei confronti dei Sonata Arctica, una passione che sembra essere meritata sempre di più visto che il loro livello continua ad andare in un crescendo man mano fanno più esperienza!
Indubbiamente c’è da dire che, essendo praticamente alle origini della loro carriera musicale, questo album ha sì delle buone canzoni, ma si nota a volte un ritmo troppo simile una canzone all’altra e, soprattutto, non c’è ancora quell’immensa varietà di strumenti musicali che con Unia hanno cominciato ad immettere nei loro brani (ovvero tutti gli strumenti presenti in un’intera orchestra sinfonica!!). Diciamo dunque che è un album caratterizzato da una certa semplicità, ma dove si può già notare qualche fattore interessante come il fatto di costruire canzoni che non seguono sempre la linea strofa-ritornello-strofa-ritornello, ma cercano di rendere molto varia la composizione stessa.
Consigliato dunque agli ascoltatori che apprezzano un genere veloce e potente, ma che comprende anche un buon numero di canzoni melodiche e per i cultori come me delle belle voci!! ;-)

Voto finale: 4+ stelline che stavolta arrotondo per difetto per non mettere SILENCE allo stesso livello di quel capolavoro assoluto che sarà Unia!!

Buon ascolto a tutti!!


FOTO:


1: La copertina di SILENCE
Fotografie per Silence - Sonata Arctica
Silence - Sonata Arctica Silence - Silence - Sonata Arctica
1: La copertina di SILENCE
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
ossistyl

ossistyl

23.02.2011 16:05

Considera che smoccolando si impara! :-)

figliadlelvento

figliadlelvento

13.12.2010 15:28

silence mi manca..leggo tra i tuoi commenti che la gente ( ovviamente ) reputa l'heavy metal come non-rilassante...stranamente i Sonata Arctica lo sono. Ela voce di Tony Kakko é seconda solo a quella di Serj Tankian secondo me.

Fabienik

Fabienik

20.11.2010 06:09

Sono di gusti opposti all' Heavy Metal, non mi rilassa quella musica, ma ho trovato la tua descrizione istruttiva ed esauriente....Ciao Corsaro!

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento
Compara i prezzi ordinate per Prezzo
Silence - Sonata Arctica

Silence - Sonata Arctica

Audio CD, Century Media

€ 20,67 amazon.it marketplace musica 27 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,9...

Disponibilità: Generalmente spedito in 1-​2 giorni lavorativi.​.​.

     Al negozio  

amazon.it marketplace musica



Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Silence - Sonata Arctica è stata letta 559 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (90%):
  1. ossistyl
  2. Fabienik
  3. bluewings
e ancora altri 49 iscritti

"molto utile" per (10%):
  1. Ilariona
  2. rural
  3. figliadlelvento
e ancora altri 3 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.