Spinning

Opinione su

Spinning

Valutazione complessiva (40): Valutazione complessiva Spinning

 

Tutte le opinioni su Spinning

 Scrivi la tua opinione

un ottimo allenamento per cuore, gambe e... non solo....

5  15.10.2011

Vantaggi:
ottimo allenamento

Svantaggi:
per chi soffre di dolore alle articolazioni

Consiglio il prodotto: Sì 

barby.66

Su di me: Non mi arrivano più le notifiche e lo staff non sa che fare.In più il mio tempo è poco, quindi se vo...

Iscritto da:20.12.2005

Opinioni:376

Fiducie ricevute:266

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata Eccellente da 78 utenti Ciao

Vi voglio parlare di un’attività sportiva dal nome “Spinning”, che è in voga da una quindicina d’anni o poco più, viene infatti importata dagli Stati Uniti nel 1995 e chi inventò questa tecnica fu Johnny Goldberg, un ciclista americano, che studiò un metodo preparatorio per il ciclismo su strada per i professionisti.

Johnny Goldberg aprì la sua prima scuola a Santa Monica in California, è considerato un ottimo Personal Trainer e considera questo allenamento un vero e proprio mezzo tra il benessere e l’attività fisica del nostro corpo.

Johnny Goldberg ha anche una sua filosofia che è diventata una vera e propria filosofia di vita, lui infatti sostiene che sia nella vita quotidiana che nello sport si riesce a dare il meglio quando c’è un’armonia fisica, emotiva e mentale.

Nello spinning viene usata la bici come strumento per il risveglio dell’energia.
Lo scopo è quello di motivare le persone e far capire come ci si sente a non mollare durante una faticosa salita.

Questa attività viene solitamente svolta presso un centro fitness, cioè una palestra e non è nient’altro che un allenamento fatto su una bici. che viene anche chiamato indoor cycling.

E’ un’attività che io amo moltissimo ed è sicuramente tra quelle che mi da più soddisfazione.

Lo spinning viene fatto con una bici, non ha nulla a che vedere con la classica cyclette che tutti conoscono e che forse hanno anche in casa.

La differenza fondamentale è che la bike per praticare lo spinning ha un volano (che è un grande e pensante disco in ghisa) che viene messo in funzione dai pedali, in questo modo si riesce a simulare con molta più fedeltà della cyclette lo sforzo fatto e quindi la pedalata, grazie ad un pomello rosso, che è posto leggermente sotto al manubrio al suo centro, ed è in grado di regolare l’intensità e quindi lo sforzo.

Con lo spinning si possono bruciare molte calorie, a differenza di altre attività è molto utile per rassodare, ma anche per sviluppare i muscoli. I più interessati sono i quadricipiti, i glutei e i polpacci, talvolta anche gli addominali e i bicipiti.

E’ un’ottima attività per dimagrire, perché brucia i grassi e gli zuccheri. In un’ora si può arrivare a bruciare fino a 700 o più calorie, ed è un ottimo allenamento.

Questa attività crea molti vantaggi : è molto utile all’apparato cardiovascolare proprio perché vengono alternate fasi di lavoro con un impegno molto elevato a quelle con intensità variabile e defaticamento.

Lo spinning viene svolto in gruppo, è quindi adatto anche alle persone pigre.

C’è sempre un istruttore con un auricolare su una bike, che indica come muoversi, senza dimenticare che l’attività viene svolta a tempo di musica, bisogna quindi pedalare a ritmo della musica utilizzata e questo è molto d’aiuto a superare la fatica.

Io trovo sia molto divertente. Quando si pedala si è solo in competizione con se stessi, non dobbiamo guardare il nostro vicino, siamo solo noi
Fotografie per Spinning
Spinning Spinning
Spinning
e la bike su cui stiamo pedalando.

Non so come mai, ma solitamente il locale dove si pratica lo spinning è una sala con pareti, soffitti e pavimenti neri, e se ci sono le vetrate queste sono quelle scure, di quelle che si può vedere solo se si è all’interno, ma dall’esterno non si vede nulla. All’interno della sala spinning c’è una bike per ogni partecipante, queste sono tutte messe in fila di fronte ad un’ampia parete a specchio.

L’illuminazione è fatta da qualche luce flash a ritmo incalzante di musica, con livelli abbastanza alti.

Numerosi sono i benefici sia psichici che organici che avvengono a seguito di questo allenamento.

Tra i benefici che si possono avere durante un’attività fisica simile c’è il rallentamento dell’invecchiamento delle ossa e delle sue cartilagini, si combatte l’osteoporosi perché un tale stimolo fisiologico migliora il metabolismo osteo-articolare, migliora l’efficienza del sistema nervoso, migliora la destrezza motoria e la postura, scompaiono i dolori che derivano da posture errate, aumenta la ventilazione polmonare e la relativa elasticità dei polmoni.

Migliorano gli scambi gassosi a livello alveolare, aumenta la resistenza agli stress ambientali, producendo le endorfine vengono abbassate le tensioni legate dall’ansia e alla depressione facilitando la stabilità emotiva, rafforza il muscolo cardiaco e i vasi sanguigni acquistano una maggiore elasticità, migliora anche il metabolismo e si normalizzano gli indici emato chimici.

Oltre a tutto questo vengono eliminate le tossine, proprio perché si suda molto, è infatti molto importante avere sempre con se una bottiglietta per reidratarsi.
Si combatte anche la cellulite, soprattutto con l’idrospinning che è l’allenamento fatto in acqua.

L’unica cosa che può essere a sfavore di questo sport è che nonostante i chilometri percorsi e gli sforzi fatti il panorama risulta sempre essere lo stesso.

E’ un’attività che impegna fortemente l’apparato cardio circolatorio, non è quindi consigliato a chi soffre di problemi di cuore o alle persone anziane e per chi soffre di problemi alle articolazioni, le ginocchia infatti vengono molto sollecitate.

E’ adatto sia agli uomini che alle donne, l’unica cosa che ho notato su di me è che bisogna alternare lo spinning ad altri esercizi per la parte superiore del corpo, io infatti prima facevo 8 ore di spinning alla settimana e i muscoli delle gambe oltre a tonificarsi stavano anche sviluppandosi un po’ troppo per i miei gusti, ho quindi dovuto diminuire le ore di lezione alternandole al Trx e alla sala pesi.

Come ho già anticipato lo spinning non ha niente a che fare con la cyclette, né tanto meno quelle con il display digitale.

Queste bici hanno un telaio molto robusto, che è completamente regolabile.

Il manubrio è molto solido e anatomico, in modo da poter appoggiare le mani a seconda dei vari tipi di pedalata, inoltre resiste al sudore che è molto corrosivo, ed anche alle varie sollecitazioni meccaniche.

I pedali sono a gabbietta, dove si possono usare le normali scarpe da ginnastica o quelle a sgancio rapido, che sono quelle con la suola rigida.

La sella viene regolata sia in posizione verticale, ma anche in posizione orizzontale, evitando così pressioni sulla rotula. Nelle pianure veloci non dobbiamo lasciare mai il volano libero, ci vuole sempre una resistenza anche se molto bassa, in modo da non perdere il controllo sui pedali perché altrimenti si potrebbero verificare dei microtraumi alle ginocchia.

Anche la posizione del manubrio troppo basso non va bene, soprattutto per chi soffre di problemi alla colonna vertebrale, per queste persone si consiglia per una miglior postura, un manubrio decisamente più alto.

L’abbigliamento corretto per questo sport è molto semplice, basta avere dei pantaloni comodi, meglio se con il fondello, e in materiale traspirante, in modo che la sella non dia fastidio, io uso anche i guanti classici da bici. Se poi questa attività sportiva vi piace particolarmente e volete proseguire, consiglio l’acquisto delle scarpe a sgancio rapido, con la suola rigida.

Quello che ci servirà per la lezione è un asciugamano per il sudore e una bottiglia d’acqua, che posizioneremo davanti nel suo apposito vano, in questo modo risulterà semplice e comodo da prendere in qualsiasi momento.

Per chi vuole essere attrezzato al meglio consiglio anche l’uso di un cardio frequenzimetro, si riuscirà così a tenere sotto controllo i propri battiti del cuore senza sottoporsi a sforzi eccessivi o eventualmente troppo blandi.

Una classica lezione dura 1 ora o 45 minuti, tutto inizia con la prima fase di riscaldamento che ha una durata minima di 7 – 10 minuti, questo lavoro è fatto per far salire gradatamente la frequenza cardiaca e per preparare l’organismo ad affrontare il lavoro successivo.

La parte centrale della lezione dura circa 30 minuti, qui gli sforzi sono fatti per migliorare la forza muscolare e la resistenza. Si alternano salite più o meno lunghe e pianure, con momenti dove si effettua la pedalata in piedi e in sella, in modo da far lavorare tutto il corpo.

La penultima parte è dedicata al defaticamento ed ha l’obiettivo di far tornare il nostro organismo alle condizioni di partenza.

Mentre negli ultimi minuti vengono effettuati esercizi di stretching, per i quadricipiti, per le spalle, per le braccia e per il collo, e servono soprattutto per ridurre il rischio di lesioni.

La musica, come ho già detto svolge un ruolo molto importante ed è diversa in tutte le fasi dalla pianura, alla salita, al defaticamento.

Nella salita solitamente la musica è lenta, vengono effettuate circa 60 pedalate ogni minuto, ma nella pianura la musica è molto più veloce, si può arrivare ad una velocità di 120 pedalate ogni minuto, mentre nel defaticamento la musica è rilassante, tipo chillout.

Io mi sono avvicinata a questo allenamento non da troppo tempo, un anno circa, ma quanto basta per poter dire che non posso più farne a meno, è diventata per me una vera e propria passione.

Nella mia vita ho sempre fatto sport più o meno duri e faticosi e questo è uno di quelli. Un buon istruttore non può far altro che aiutarci in questa attività che è di puro divertimento, allenamento, fatica e sudore.

La motivazione è importante per l’incitamento e la musica di sottofondo è un contorno fondamentale.

Tra le cose che mi sono piaciute di più è che in questo allenamento non ci sono vincitori, non è una gara, ma si pedala tutti in gruppo per puro allenamento e per una forma fisica ottima, che con la costanza si otterrà sicuramente.

Siamo noi che regoliamo la resistenza e le nostre energie, in base ai nostri obiettivi e alla nostra condizione fisica e mentale. Tutti noi in queste lezioni affrontiamo percorsi differenti, a seconda della resistenza, dell’età, ma l’obiettivo è unico e lo stesso per tutti quanti.

Giorno dopo giorno vedremo i nostri miglioramenti e tutto ciò non può che incitarci a farne sempre di più.

Le prime lezioni non nego che sono le più dure, il fiato ci manca, il mattino dopo le gambe ci faranno molto male, ma noi non dobbiamo mollare, proseguendo nei giorni successivi la fatica si sentirà sempre meno e soprattutto si avranno grandissimi risultati.

Le posizioni dello spinning sono importantissime e sono fondamentalmente tre, come tre sono le posizioni delle mani sul manubrio, che sono poi gli stessi movimenti che vengono eseguiti dai ciclisti.

C’è la posizione classica di base da seduti in sella con le braccia appoggiate al centro del manubrio, per affrontare la salita non molto ripida bisogna far arretrare di poco il bacino, in questo modo si avrà un’agevolazione sulla spinta dei pedali, le braccia sono sempre sul manubrio, leggermente flesse con un’impugnatura distanziata.

La posizione cosiddetta running ricorda proprio la corsa ed è in piedi sui pedali. Si è quasi in posizione verticale, i glutei sfiorano la punta della sella, mentre le braccia sono in posizione distanziata, la resistenza è quella leggera, oltre ai muscoli delle gambe lavorano anche gli addominali.

Il jumping si effettua come la posizione in piedi, il corpo si solleva di continuo sulla sella, con uno scatto che viene fatto all’mprovviso, vengono quindi alternate le pedalate da seduti e in piedi. Si possono fare jump da 2, 4, 8 e 16.

Quella che è chiamata la posizione in tre è quella relativa alla salita molto ripida, le mani sono posizionate in avanti sul manubrio e il corpo è sollevato, qui la resistenza dei pedali è molto elevata e viene fatto molto sforzo muscolare e fisico.

Attenzione che una postura errata può danneggiare, e a lungo andare ne può risentire il fisico, ma un buon istruttore ci potrà sicuramente aiutare a capire se sbagliamo, questo è anche il suo compito.

Per terminare non posso far altro che consigliarvi questo tipo di allenamento, faticherete molto su questo non c’è ombra di dubbio, ma tutto avviene in maniera naturale e soprattutto vi divertirete molto, quindi perché non provarlo almeno qualche volta???
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
omdamea

omdamea

19.05.2012 15:46

non si finisce mai d'imparare! :-))) L'unico "spinning" che conoscevo è la tecnica di pesca. Grazie.

Crusher

Crusher

31.03.2012 22:28

Opinione eccellente anche a distanza nel tempo. Complimenti

Princy1974

Princy1974

23.01.2012 10:04

Ripassata.

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Spinning è stata letta 2798 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (91%):
  1. omdamea
  2. Crusher
  3. Princy1974
e ancora altri 71 iscritti

"molto utile" per (9%):
  1. wakkina
  2. easymoney00
  3. lety2
e ancora altri 4 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.