Opinione su "Stella di Natale"

pubblicata 01/12/2009 | Genesi_
Iscritto da : 10/11/2009
Opinioni : 19
Fiducie ricevute : 7
Su di me :
Ottimo
Vantaggi bella, arreda, ideale per il natale
Svantaggi A CHI LA BUTTA FINITE LE FESTE!
molto utile
Ideale per:
Difficoltà coltura:
Esposizione:

"Poniamo fine allo sterminio delle Stelle di Natale dopo le feste."

Stella di Natale

Stella di Natale

Più che scrivere un'opinione, vorrei sensibilizzare le persone a non contribuire allo sterminio di questa pianta finite le feste di fine anno... e cercherò di farlo dando qualche consiglio su come curarla dopo la sfioritura.


Con il suo rosso sfolgorante caratterizza le nostre case addobbate a festa.
Non tutti però sanno che la stella di natale, chiamata anche Poinsettia, può colorarsi anche di altre sfumature, e precisamente, rosa e bianco.
Ad assumere il cararatteristico colore cremisi sono le foglie (dette bratee) che circondano il fiore vero e proprio, che è giallo e di piccole dimensioni.

La Poinsettia è originaria del Messico, dove cresce spontaneamente e può raggiungere imponenti dimensioni che vanno dai due ai quattro metri di altezza.
Viste anche le sue origini, questa pianta teme il freddo e il suo clima ideale è quello in cui le temperature non vanno mai sotto i 14°.
E' una pianta fotoperiodica, ciò significa che fiorisce quando le ore di luce nella giornata sono poche, quindi in inverno.
Per raggiungere il suo massimo splendore necessita di essere esposta ad una buona luminosità per una parte della giornata, e di passare le restanti ore al buio.
l'ideale è posizionarla in un luogo in cui possa ricevere luce naturale per non più di otto ore, ma resti al buio dopo il tramonto.

Qualche accorgimento per farla crescere sana?
Nel periodo invernale, concimatela ogni due settimane con potassio e forsofo e innaffiatela ogni due o tre giorni almeno.

Precauzioni
La Stella di Natale è da maneggiare con cura ed è meglio tenerla fuori dalla portata dei bambini e degli animali domestici.
Il suo fusto, infatti, se inciso secerne un liquido urticante. La semplice manipolazione delle foglie, invece, non presenta problemi.

E dopo le feste?
Dopo la fioritura, la pianta perde naturalmente molte delle sue foglie, ma se perde la sua funzione di "arredamento da festa" NON SIGNIFICA CHE SIA DA BUTTARE! Perde le foglie, ma il fiore è VIVO!!!
Tenetela in casa, in un luogo illuminato da luce naturale (dove non ci siano lampade o televisori) e dove la temperatura non sia troppo bassa (o troppo alta tipo vicino ai caloriferi).
Con l'arrivo della primavera potatela, rinvasatela e lasciatela all'aperto esposta alla luce solare... ricordandovi ovviamente di innaffiarla e concimarla ogni tanto.
Visto? Non è difficile, è una normale pianta che ha bisogno delle stesse cure di tante altre piante!!

La potatura
E' un'operazione che va fatta con grande attenzione dato che la Poinsettia è molto delicata e il suo fusto non va assolutamente schiacciato.
Altre lievi potature possono essere effettuate fino alla piena estate, ma non oltre il mese di agosto, quando si rischia di indebolire la pianta e compromettere la sua fioritura invernale.
Se volete farla riprodurre, procedete con una talea: utilizzate per il taglio del remetto una lametta da barba, in questo modo non danneggerete i tessuti, e immergete immediatamente la tale in un vaso d'acqua tiepida. Quando avrà sviluppato le radici, piantatela in un vasetto con terriccio ben drenato.

La storia
La Stella di Natale ha iniziato da lontano il suo viaggio in giro per il mondo che l'ha portata a diventare uno dei simboli più celebri e amati del nostro natale.
Fu notata per la prima volta dagli spagnoli guidati da Hernen Cortes intorno al 1520 ma iniziò la sua diffusione tre secoli più tardi, quando l'ambasciatore degli Stati Uniti Joel Robert Poinsett, dopo un viaggio on Messico, la volle portare in patria per coltivarla nella sua casa in Carolina. Fu proprio in suo onore che la Stella di Natale, conosciuta in botanica con il nome di Euphorbia Pulcherrima, fu ribattezzata Poinsettia. Dagli Stati Uniti, quindi, si diffuse l'usanza di regalare questa pianta per le feste di fine anno, usanza ormai diffusissima anche nel nostro paese.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1733 volte e valutata
68% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • la_papera_critica pubblicata 04/12/2009
    Brava, ottima idea dare adesso questi interessanti suggerimenti
  • commark pubblicata 03/12/2009
    Utilissimi consigli per una pianta che sembra destinata a durare da Natale a Santo Stefano.
  • vesponethebest pubblicata 03/12/2009
    ah ecco quali sono, ottimi i consigli
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Stella di Natale

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 19/12/2000