Opinione su "Sydney"

pubblicata 29/11/2017 | CHEZIAOTTO
Iscritto da : 18/07/2007
Opinioni : 324
Fiducie ricevute : 184
Su di me :
Un abbraccio Cristiano a tutti I componenti di questo meraviglioso Sito! Che Geova vi benedica per il vostro cuore a Lui dedicato Umberto Polizzi (CHEZIAOTTO)
Ottimo
Vantaggi Ottimo
Svantaggi Nessuno
Eccellente
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"Il gioiello di Sydney nel suo porto."

Sydney Il gioiello di Sydney nel suo porto.

Sydney Il gioiello di Sydney nel suo porto.

Introduzione


Molti di voi sanno che dal 1982 vivo in Australia, ma comunque sono italiano, sono nato a Lucca.
Precisamente abito nelle periferie di Melbourne, cioè a St. Albans circa 20 Km. dal centro. Melbourne, come tutte le metropoli dell'Australia, sono a spazio libero per cui le case subito in periferia sono a un piano o al massimo di due.
Spesso io e mia moglie ci fermiamo per ammirare le meraviglie australiane, una di queste è il Teatro dell'opera di Sydney, che da Melbourne si può raggiungere prendendo un volo low cost!

Dove si trova


Quasi mille chilometri separano Melbourne da Sydney. Il volo transaustraliano da Perth a Sydney copre una distanza come quella che c’è fra Londra e Cipro. Tuttavia in Australia non ci sono barriere doganali ai confini degli stati.
Poiché il paese è situato in parte nei tropici e in parte nella zona temperata, è sempre estate in qualche parte dell’Australia. Anche nei mesi invernali, quando negli stati del sud è possibile andare a sciare sulle nevi del monte Kosciusko o sul monte Buller, la gente del Queensland a nord passa le ore libere sulle sabbiose spiagge e in acqua.

Il gioiello di Sydney nel porto


Definito il “gioiello di Bennelong Point”, il Teatro dell’Opera di Sydney è circondato su tre lati dalle acque blu del porto. Alla luce del sole sembra davvero un gioiello. Di notte, sotto le luci del teatro, le conchiglie di stile gotico emettono uno straordinario scintillio.

Vi descrivo ora la sensazione che si prova quando si vede il teatro dell’opera:
Il Teatro dell’Opera di Sydney è diventato uno di quegli edifici che assumono decisamente un carattere diverso a ogni piccolo cambiamento di prospettiva o di luce.
La foschia delle prime ore del mattino o i bagliori degli ultimi momenti del tramonto contribuiscono a far brillare le conchiglie come elmi in una saga di giganti leggendari.

Chi lo costruì e progettò?


Il progetto del teatro dell’opera fu fatto dall’architetto danese Jørn Utzon e fu scelto infine fra le oltre 200 proposte internazionali presentate al concorso. Ma certi aspetti del suo progetto furono considerati inattuabili e richiesero modifiche sostanziali.
Un periodico londinese di architettura lo ha definito “l’epitome della scultura romantica su vasta scala”. (Architects’ Journal)

Tuttavia, per trasformare questo sogno romantico in realtà si dovettero affrontare grandi problemi di ingegneria. Due degli ingegneri, sir Ove Arup e Jack Zunz, dissero: “Il Teatro dell’Opera di Sydney è un’avventura nel campo dell’edilizia. Dato che le circostanze in cui viene costruito sono così insolite, e dato che si incontrano problemi così difficili, si sono presentate opportunità senza uguali per lo sviluppo di nuove tecniche. Molte di esse sono state poi usate nella costruzione di ponti ed edifici più convenzionali”.
Il costo preventivato del teatro dell’opera era di 7 milioni di dollari australiani, ma quando venne completato nel 1973 era salito vertiginosamente alla cifra astronomica di 102 milioni di dollari!

Uno sguardo all’interno del teatro dell’opera


Entrando nel foyer, notiamo che la luce solare filtra attraverso le due lastre di vetro poste all’imbocco di forma conica delle conchiglie. L’edificio è rivestito di un vetro speciale fabbricato in Francia per un totale di ben 6.225 metri quadrati.
Entriamo quindi nella sala dei concerti.

Mentre osserviamo dal fondo i 2.690 posti e il palcoscenico, siamo colpiti dall’organo meccanico con catenacciatura più grande del mondo, con le sue 10.500 canne.
La catenacciatura è un sistema di leve e tiranti che trasmette l’aria alle canne e permette all’organista di suonare con un tocco più delicato.
SI! SONO RIMASTO SBALORDITO DI SAPERE CHE POSSIEDE BEN 10.500 CANNE!

Il soffitto è alto 25 metri, per cui la sala ha un volume di 26.400 metri cubi.
Questo “fa sì che la durata della coda sonora sia di quasi due secondi, il che conferisce alla musica sinfonica un timbro pieno, ricco e caldo”, dice una guida ufficiale.

1.000 ambienti, tra sale, mostre, cinema, ristoranti, camerini, ecc...


La sala dei concerti, basterebbe per farci rimanerci a bocca aperta, ma non è l'unica!
Se si vuole visitarlo tutto ci vorrebbe una giornata intera, con i suoi 1000 luoghi stupendi!
Altrettanto imponenti e grandiose, come la sala dei concerti principale, sono ben altre tre stupende sale, progettate per opere, concerti sinfonici, balletti, film, spettacoli di solisti, lavori teatrali, musica da camera, mostre e congressi. Nel complesso nel teatro dell’opera ci sono 1.000 ambienti, tra cui pure ristoranti, camerini e altre attrattive.
Una meraviglia dopo l'altra... che v'invito a venire ad ammirare con calma e passione, entrando al Teatro dell'opera di Sydney!
Un abbraccio Cristiano a tutti I componenti di questo meraviglioso Sito!

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 75 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • irina89 pubblicata 30/11/2017
    Opera ardita, che ha dato il via a ulteriori spinte innovative nel campo architettonico-ingegneristico.
  • Iolanda.L pubblicata 30/11/2017
    ottima opinione,grazie
  • Monfalconese pubblicata 30/11/2017
    Eccellente opinione, teatro e porto da visitare
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Sydney"

Informazioni sul prodotto : Sydney

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 09/10/2000