Terremoti

Immagini della community

Terremoti

> Vedi le caratteristiche

53% positiva

32 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Terremoti"

pubblicata 14/04/2009 | navy_1
Iscritto da : 10/12/2007
Opinioni : 235
Fiducie ricevute : 857
Su di me :
Salve ... ;-) ... ;-) ... Ciao.
Ottimo
Vantaggi Con la prevenzione si può fare molto.
Svantaggi Spesso muoiono delle persone.
Eccellente

"Terremoto … il passato insegna …? oppure no …!."

Crosta terrestre.

Crosta terrestre.

Probabilmente oltre 1686.800 persone hanno perso la vita come conseguenza dell’attività sismica in tutto il mondo.


Migliaia d’altre hanno perso beni materiali, inclusa la propria casa .
Veramente, quando avvengono questi forti Terremoti , beni e vite sono in pericolo.
I Terremoti d’intensità moderata vanno da 6 a 6,9 gradi della scala Richter.
I Terremoti forti vanno da 7 a 7,9 gradi della scala Richter e quelli catastrofici vanno dagli 8 gradi in su.
Guatemala, confine Panama-Colombia, Curili, Sumatra, Nuova Guinea e Turchia ebbero ognuno un Terremoto forte.
l’ Unione Sovietica due e la Cina tre.
Due Terremoti catastrofici colpirono le isole Kermadec nel Pacifico Meridionale e uno colpì Mindanao nelle Filippine.

E questa non fu tutta l’attività sismica registrata nel mondo durante i mesi del “lontano” 1976 .

OOOOOOOOOO


*** Prima di proseguire ... vorrei farvi notare che questo mio scritto è molto lungo ...:
Se desiderate veramente comprendere appieno alcune cose ...
continuate la lettura, altrimenti non proseguite ...
non mi offenderò, statene certi ...!.


Ho passato un intera giornata per scrivere e mi sono molto appassionato,
l’importante è che VOI non dimenticate questa tremenda parola ...:

TERREMOTO ...!.


" Un soffio tremendo che uccide " .


Detto questoproseguo


OOOOOOOOOO

Alcune domande che meritano una risposta.


*** Poiché i Terremoti possono essere così pericolosi e causare tanti morti, cosa fareste se udiste per radio l’avvertimento che nei prossimi uno o due giorni ci sarà nella vostra zona un Terremoto disastroso …?.
Ma gli scienziati possono realmente predire i Terremoti …?.
Gli abitanti della California meridionale, per esempio, dovrebbero prendere seriamente gli avvertimenti a cui si è fatta di recente molta pubblicità secondo cui in quella zona si sta formando un pericoloso rigonfiamento …?.

Inizi della previsione sismica.


*** Alcuni Terremoti sono già stati correttamente previsti.
Una delle prime previsioni riuscite fu fatta dal dott. James H. Whitcomb , geofisico dell’Istituto di Tecnologia della California.
Nel dicembre 1973 egli predisse che nel giro di tre mesi ci sarebbe stato un Terremoto a est di Riverside, in California, e che avrebbe avuto una forza di 5,5 gradi o più della scala Richter.
Secondo la predizione, il 30 gennaio successivo fu registrata una scossa, con epicentro a una cinquantina di chilometri a est di Riverside.
Tuttavia, fu solo di 4,1 gradi della scala Richter.
In seguito quell’anno, a un raduno non ufficiale di geologi tenuto la sera del 27 novembre nella California settentrionale, gli scienziati del laboratorio dello United States Geological Survey di Menlo Park dissero che si prevedeva un Terremoto di forza 5 nella San Andreas Fault vicino a Hollister, possibilmente il giorno dopo.
Proprio il pomeriggio successivo, Hollister fu scossa da un Terremoto valutato in 5,2 gradi della scala Richter.
Ma le più sorprendenti previsioni sismiche fatte finora vengono dalla Cina.
Il 4 febbraio 1975 , Haicheng, nella provincia di Liaoning nella Cina nordorientale, fu colpita da un forte Terremoto di forza 7,3.
La città fu distrutta, ma la perdita di vite fu minima perché i sismologi avevano previsto il Terremoto e la popolazione era stata avvertita del pericolo.
Era stata ordinata l’evacuazione generale e un milione di persone avevano abbandonato le case nella zona.
Appena cinque ore e mezzo dopo l’ultimo avvertimento ci fu la scossa disastrosa.
Benché migliaia di case andassero distrutte, solo 200 persone circa rimasero uccise.
Sapendo del tempestivo avvertimento dato in Cina, in altre zone sismiche ci si chiede perché non si possa organizzare anche lì tale servizio di previsioni.
Quali segni permettono ai sismologi di dire che è imminente un Terremoto …?.
Quali strumenti impiegano …?.
Sarebbero disposte le persone a interrompere il loro normale ritmo in caso di allarme …?.
E quali sarebbero gli effetti di falsi allarmi …?.

Movimenti preliminari della crosta.


*** Anzitutto , per predire un Terremoto i geologi osservano i segni di deformazione della superficie terrestre.
Si crede che grandi strati della parte superiore della crosta terrestre si stiano muovendo lentamente sopra la superficie.
Dove due strati vengono a contatto si determinano delle “faglie” geologiche.
Quando uno strato si scontra con un altro, il suolo può essere spinto verso l’alto.
D’altra parte, quando uno strato slitta accanto a un altro, può avvenire uno spostamento orizzontale delle linee che attraversano la faglia.
Tali movimenti sono soltanto di pochi centimetri all’ anno, per cui non sono evidenti.
Tuttavia, si possono accertare con studi accurati protratti per alcuni anni.
Il cosiddetto rigonfiamento di Palmdale, a nord di Los Angeles, in California, interessa una superficie di circa 12.000 chilometri quadrati che si sta sollevando.
Ora è a un livello di 25 centimetri più alto che non quindici anni fa.
Questo fa pensare che si stia accumulando una tensione che sarà infine liberata con un Terremoto .
I rilevamenti effettuati nel corso di molti anni nella parte più settentrionale della San Andreas Fault in California hanno indicato che il terreno a ovest si sta spostando gradualmente verso nord rispetto al terreno sul lato est.
Nelle vicinanze della città di Hollister, questo movimento ha luogo con una successione più o meno regolare di piccole scosse lungo la faglia.
Ancora più a nord, dove la faglia taglia San Francisco, tale attività è assente.
Sembra che lì le due parti della faglia si siano fissate saldamente insieme dal tempo del grande Terremoto del 1906 .
Se è così, si può trarre la sinistra conclusione che quando la tensione accumulata giungerà al limite di resistenza delle rocce, sarà all’ improvviso liberata con un altro disastroso Terremoto .
Con i comuni metodi di indagine i sismologi sono in grado di sapere dove è probabile che avvenga un Terremoto , ma possono dare un’idea solo approssimativa del tempo in cui avverrà, o della sua intensità.
Recentemente , è stato impiegato il laser per effettuare rilevamenti precisi nella zona di Hollister.
In questo modo è possibile misurare con una precisione molto maggiore lo spostamento dei “segni” di riferimento sui lati opposti della faglia.
Perciò, si possono individuare prima i piccoli movimenti.
Ciò dovrebbe servire a migliorare la predizione del tempo dei Terremoti anche alle nostre latitudini Europee e quindi anche in Italia.

Segni ... premonitori.


*** Le indicazioni attualmente più utili nella predizione dei Terremoti si basano sull’ analisi delle registrazioni sismografiche di piccole scosse o esplosioni prodotte dall’ uomo ( come nelle cave o miniere ).
Da molto tempo i sismologi distinguono due tipi di segnali nella trasmissione delle onde sismiche nel mantello terrestre.
  • Un tipo è detto onda P .
    Essa determina una compressione della roccia nella direzione in cui viaggia l’onda.
  • L’altra, detta onda S .
E’ trasmessa da compressioni trasversali, perpendicolari alla direzione dell’onda.
Le onde P viaggiano più in fretta nella roccia delle onde S , e così il sismografo le registra per prime.
Gli scienziati Russi riferirono d’aver scoperto che le onde P rallentano per qualche tempo prima di un grande Terremoto .
La velocità viene ridotta a cominciare da alcune settimane o mesi prima, ma ritorna improvvisamente normale solo qualche ora o alcuni giorni prima del Terremoto .
Esaminando le registrazioni passate, gli scienziati Statunitensi confermarono questa osservazione.
Infatti, scoprirono che tre anni e mezzo prima del disastroso Terremoto di San Fernando, in California, la velocità delle onde P era diminuita.
In base a questo fenomeno fu fatta una riuscita previsione del terremoto di Riverside nel 1974 .
Nelle regioni sismicamente attive, ci sono di solito frequenti piccole scosse, di forza 3 o 4, così piccole che non sono percettibili senza strumenti.
Si è riscontrato che queste scosse minori possono cessare, così che ne risulta un periodo di calma di alcuni mesi, e poi riprendere poco prima di un grande Terremoto .
Quindi, verificando con attenzione i dati forniti dai sismografi installati in tutta la regione sorvegliata, gli scienziati possono avere un avvertimento anticipato nonché un urgente segnale in merito a un disastroso Terremoto .

Altri segni ... ammonitori.


*** Altri tipi di misurazioni che possono essere utili per la predizione del tempo e della forza dei Terremoti si basano sugli studi delle rocce in laboratorio.
Una roccia sottoposta a crescenti sollecitazioni dà segni di logorio molto tempo prima che si rompa.
Pare che la roccia si gonfi quando piccole fessure vi si formano e si allargano.
Questo fa cambiare parecchie proprietà della roccia, che si possono misurare non solo in laboratorio, ma anche nella crosta terrestre.
Alcuni di questi effetti sono :
  • ( 1 ) Aumento di volume della roccia.
  • ( 2 ) Mutata resistenza elettrica.
  • ( 3 ) Conseguenti cambiamenti nel campo magnetico locale.
  • ( 4 ) Maggiore permeabilità ai gas o all’ acqua.
Tutto questo suggerisce che si possano fare nella zona misurazioni da cui trarre segni premonitori di imminenti Terremoti .
Quando la roccia si gonfia, può subire un leggero spostamento.
Si può mettere nella roccia un clinometro ( simile a una livella, solo molto più sensibile ) per indicare tale dislocazione.
Una serie di tali apparecchi piazzati su un tratto di 85 chilometri lungo la
San Andreas Fault fornì i segni premonitori su cui fu essenzialmente basata la previsione del Terremoto di Hollister nel novembre 1974 .
La resistenza elettrica delle rocce in una regione sismica si può misurare inviando corrente ad elettrodi sistemati nel terreno a parecchi chilometri l’uno dall’ altro e misurando la tensione elettrica su altri elettrodi.
Gli studi effettuati in Russia indicano che in un periodo di parecchi mesi prima di un Terremoto può avvenire una graduale diminuzione della resistenza.
Talvolta il cambiamento viene invertito poco prima del Terremoto .
Similmente, uno strumento per misurare il campo magnetico terrestre con la precisione di un centomillesimo può indicare che presto ci sarà un Terremoto se fornisce dati insoliti.
Si erano notati cambiamenti nel campo magnetico prima del Terremoto di Hollister.
L’aumentata porosità delle rocce prima della loro rottura sembra corrispondere all’ osservazione che prima di un Terremoto è presente nell’ acqua dei pozzi più radon del normale.
Il radon è un gas radioattivo prodotto da tracce di uranio nelle rocce.
Quando sotto le crescenti sollecitazioni si formano delle fessure, una maggiore quantità di radon viene liberata nell’ acqua sotterranea.
Gli strumenti usati per misurare queste emanazioni sono straordinariamente sensibili e si possono impiegare per controllare i pozzi di tutta una regione sismica.
Il gonfiarsi delle rocce pare spieghi anche i cambiamenti osservati spesso nel livello dell’acqua dei pozzi prima di un Terremoto .
Tutto ciò che occorre per effettuare queste osservazioni è che qualcuno controlli i pozzi prescelti e riferisca qualsiasi cambiamento.
Un gruppo di dilettanti in Giappone afferma di poter predire i Terremoti anche solo con questo metodo.

Molti animali sono sensibili.


*** Si racconta che gli animali si comportano stranamente prima di un Terremoto .
Si afferma che i cavalli diventano ombrosi, i cani scappano di casa, i topi escono dagli edifici e le galline non vanno ad appollaiarsi.
Tra gli animali selvatici, scoiattoli e uccelli migrano e i serpenti escono in massa dalle tane.
Negli zoo, le scimmie sono prese dal panico, i pavoni strillano, i cigni escono dall’ acqua e i panda gemono e ballano.
Tali racconti sono presi seriamente e vengono uniti ai dati più “scientifici” per la previsione sismica.
Alcuni scienziati occidentali sono ora più inclini a studiare il comportamento degli animali come un altro possibile e utile segno premonitore dei Terremoti .

Programmi di previsioni sismiche.


*** Tutto sommato, sembra che gli scienziati possano essere presto in grado di predire i Terremoti .
Tuttavia, una cosa è risolvere i problemi scientifici fondamentali, e un’altra cosa fornire previsioni sismiche a tutte le parti della terra dove possono essere necessarie.
I geologi indicano che i mezzi finanziari provveduti negli Stati Uniti per le ricerche sui Terremoti sono stati minimi.
E l’effettiva installazione degli strumenti necessari in vaste zone sarà anche più costosa.
Ci vogliono pure un gran numero di scienziati e tecnici per osservare gli strumenti e analizzare i dati.
Tuttavia, supponiamo di avere a disposizione predizioni sismiche ragionevolmente attendibili.
Come ce ne serviremo …?.
Alcuni hanno espresso la preoccupazione che la previsione potrebbe seminare un tale panico fra la popolazione che i danni risultanti sarebbero gravi quanto quelli causati dal Terremoto stesso.
Anche se un tale timore può essere esagerato, che dire dei falsi allarmi …?.
Supponete che una grande città sospenda o riduca la sua normale attività industriale e commerciale perché è stato dato l’allarme che ci sarà un Terremoto , ma che per un giorno o due non accada nulla e che venga dichiarato il cessato pericolo.
Immaginate quante lamentele per le perdite economiche …!.
Alcuni potrebbero anche essere contrari ad avvertire il pubblico di un Terremoto .
Quando il dott. Whitcomb disse ai giornali che entro un anno un disastroso Terremoto poteva colpire l’area di Los Angeles, un consigliere municipale parlò di citarlo per il risarcimento dei danni perché il suo annuncio avrebbe fatto calare il valore degli immobili.
* Triste a dirsi, anche nell’ ultimo Terremoto Italiano, ad una persona “autorevole” è stato mandato un avviso di garanzia, “per procurato allarme”.


*** ??? *** “ non ho parole ” *** ??? ***

Che cosa fareste ... se ...!.


*** Come reagireste all’ attendibile predizione di un Terremoto …?.
Cambiereste il vostro normale ritmo per accrescere le vostre probabilità di sopravvivenza, nel caso che la predizione si avverasse …?.
Quali passi potreste fare …?.

  • Potreste disporre di far dormire la famiglia all’ aperto o in auto.
  • Se avete una tenda, sacchi a pelo, lampade portatili o un fornello, potete farne buon uso.
  • Se avete la macchina, potete lasciarla fuori del garage, nel vialetto o nella strada.
  • Sarebbe prudente mettere in luogo sicuro dei recipienti pieni d’acqua potabile.
  • Si potrebbe anche mettere del cibo in scatola o in buste confezionate in qualche posto accessibile qualora la casa crollasse.
  • Sarebbe saggio evitare di avvicinarsi a grandi edifici o entrarvi.
  • Se abitate in una casa per conto vostro, sapete dove si chiude il gas e dove si stacca la corrente, per ridurre il rischio d’incendio nell’ eventualità che fili e condutture si rompano …?.
  • Se abitate dove un Terremoto disastroso non è improbabile, vale la pena di prendere alcune precauzioni, anche se il Terremoto venisse senza preavviso.
  • Potreste tenere equipaggiamento e provviste di emergenza dove potreste prenderli con facilità qualora la casa crollasse.
  • Insieme alla famiglia, potete vedere quali modi vi sono per scappare dalla casa o dall’ appartamento nell’ eventualità che le normali uscite restino bloccate.
  • Potete sempre tenere una torcia a portata di mano, e nell’ era dei cellulari, sempre a portata di mano e … non dimenticate se possibile il caricabatterie.

Cosa dovreste fare in caso d’allarme ...?.


Siamo preparati e pronti …! Non tralasciamo nulla di cui dopo potremmo pentirci …!.


*** Alcuni suggerimenti ...:
  • Accertatevi che caldaie e scaldabagni siano ben fissati e che gli oggetti pesanti siano sistemati sul pavimento o su mensole basse.
  • Insegnate ai vostri familiari come staccare la corrente elettrica, il gas e l’acqua.
  • Tenete in casa un estintore e una cassetta per il pronto soccorso.
  • Tenete a portata di mano una radio portatile con batterie cariche.
  • Fate esercitazioni come famiglia, e sottolineate l’importanza di …
    ( 1 ) Mantenere la calma.
    ( 2 ) Spegnere fornelli e scaldabagni.
    ( 3 ) Mettersi nel vano di una porta oppure infilarsi sotto un tavolo o una scrivania.
    ( 4 ) Stare lontani da finestre, specchi e camini.
    ( 5 ) Pensate soprattutto alla vostra vita e quella dei vostri cari … i beni preziosi di casa si potranno recuperare in seguito, lasciateli li.

Anatomia di un Terremoto.


*** SIAMO TALMENTE ABITUATI A VIVERE SU UN SUOLO STABILE CHE QUANDO QUESTO COMINCIA A TREMARE LA MENTE VA IN TILT.


I Terremoti sono tra i fenomeni naturali più distruttivi e potenti.
Questa non è un’esagerazione, perché l’energia liberata da un forte Terremoto può essere 10.000 volte superiore a quella che sprigionò la prima bomba atomica …!.
Come se non bastasse, i Terremoti si possono verificare in qualsiasi clima, in qualsiasi stagione e a qualsiasi ora notturna o diurna,
E anche se gli scienziati possono avere qualche idea su dove è probabile che si verifichino sismi di una certa intensità, non sono in grado di dire quando si verificheranno.
I Terremoti sono dovuti a movimenti delle masse rocciose sotto la superficie terrestre.
Questi movimenti si verificano in continuazione.
Spesso le onde elastiche che vengono generate non sono abbastanza intense da essere avvertite in superficie, ma possono essere percepite e registrate da un sismografo.
Altre volte, le fratture e gli spostamenti della roccia sono sufficienti a scuotere con violenza la superficie.

Ma come mai la crosta terrestre è in continuo movimento ...?.


*** Una spiegazione ce la fornisce la tettonica a zolle, una teoria che ha rivoluzionato le scienze della Terra.
Oggi sappiamo che vi sono sette principali placche ( o zolle ) della crosta terrestre, suddivise in varie placche più piccole e che tutte sono in movimento relativo tra di loro, con velocità che vanno dai 10 ai 130 millimetri l’anno.
La maggior parte dei Terremoti , si verificano in corrispondenza dei margini delle zolle tettoniche.
È qui che si prevede che si verifichino il 90 per cento dei Terremoti di una certa entità.

Magnitudo e intensità.


*** La gravità di un Terremoto si può misurare attraverso la magnitudo oppure attraverso l’intensità.
Charles Richter inventò negli anni ’30 del secolo scorso una scala per misurare la potenza dei Terremoti detta ( Magnitudo ).
Man mano che si moltiplicavano le stazioni sismografiche, furono ideate nuove scale basate sull’ idea di Richter .
La scala di Magnitudo basata sul momento sismico, ad esempio, misura l’energia liberata alla fonte del sisma.
Naturalmente, questi valori non danno sempre un’idea precisa della gravità dei danni prodotti da un Terremoto .
Ad esempio, un Terremoto che si verificò nella Bolivia settentrionale nel giugno 1994 e che fece solo cinque vittime aveva Magnitudo 8,2.
Invece il Terremoto che nel 1976 colpì Tangshan, in Cina, pur avendo magnitudo minore 8,0 , fece centinaia di migliaia di morti …!.
A differenza della Magnitudo, l’intensità di un Terremoto misura gli effetti che questo ha sulla gente, sulle strutture e sull’ ambiente.
Questa misura descrive maggiormente la gravità di un Terremoto in termini umani. Dopo tutto, in genere non sono le scosse sismiche di per sé a danneggiare le persone.
La maggior parte dei feriti e dei morti sono invece causati dal crollo di pareti, dai danni alle tubazioni del gas e alle linee elettriche, dalla caduta di oggetti e così via.
Uno degli obiettivi dei sismologi è essere in grado di diramare tempestivamente un allarme Terremoto .
È in fase di sviluppo un sistema computerizzato detto ...:
Advanced Seismic Research and Monitoring System (Sistema Avanzato di Ricerca e Sorveglianza Sismica).
Secondo una notizia della CNN questo sistema, unito a una maggiore velocità di accesso ai dati e a un software più potente, permetterà di …:
indicare quasi in tempo reale le zone in cui le scosse sismiche sono state più forti.
Questo, a sua volta, renderà più semplice per le autorità inviare aiuti nelle zone colpite.
Naturalmente, essendo preparati a un Terremoto si possono ridurre i danni alle persone e alle cose e “ciò che più conta” si possono salvare delle vite.
I Terremoti , però, continuano a verificarsi.
Sorge quindi la domanda:
Cosa si è fatto per aiutare la gente ad affrontarne le conseguenze …?.

Criteri di costruzione antisismica


Un esempio arriva dal Giappone .


*** Gli edifici tradizionali Giapponesi sono stati costruiti inconsapevolmente con criteri antisismici.
Dato che la maggior parte delle case erano di legno, venivano usati vari giunti.
Questo permetteva alle case di cedere e flettersi senza crollare quando erano investite da una scossa tellurica.
Ci sono ancora pagode e castelli costruiti con questi criteri che risalgono all’ epoca medievale.
Studiando queste strutture si nota che il segreto sta nel fatto che sono elastiche anziché rigide.
Quest’idea viene ora applicata agli edifici moderni.
Negli edifici a molti piani l’impiego efficace dell’acciaio determina se un edificio resisterà o no ai Terremoti .
Non solo si possono usare travi d’acciaio di varie dimensioni, ma barre d’acciaio di rinforzo vengono inserite nei pilastri di cemento, nei solai e nei muri per formare una struttura forte ma nello stesso tempo flessibile.
L’acciaio conferisce all’ edificio l’elasticità necessaria per non crollare in caso di Terremoto .
Le nuove ricerche hanno anche permesso di imparare in che modo un Terremoto muove un edificio.
Questo ha portato a tener conto di un fattore molto importante quando si progetta un edificio antisismico ed è la frequenza di oscillazione.
Una struttura piccola o rigida ha una frequenza di oscillazione più elevata, e quindi più distruttiva, di un edificio più alto o più elastico.
In più, è importante che l’edificio sia progettato per oscillare a una frequenza diversa da quella del suolo su cui giace.
In questo modo si riduce il fenomeno della risonanza, che amplifica l’effetto delle scosse.


Un altro fattore sono le fondamenta.


Una ditta ha sperimentato con successo una struttura costruita su cuscinetti di gomma che sfruttano le capacità di smorzamento di sostanze viscose.
Questi cuscinetti fanno da ammortizzatori e in pratica riducono gli effetti sismici nella parte alta della struttura del 60 per cento circa.
In alcuni casi si devono piantare dei pali fino a raggiungere il cosiddetto suolo inerte, più solido.
Anche un piano interrato può provvedere sufficiente stabilità da impedire che un edificio si inclini.

E adesso chiediamoci ...:


*** La nostra …, la vostra …, la mia casa Â… è sicura in caso di Terremoto …?.
Nessun sistema di progettazione e nessuna precauzione possono garantire che un edificio rimarrà incolume in un sisma.
I Terremoti potrebbero essere talmente disastrosi da distruggere anche gli edifici meglio costruiti, come ha dimostrato il grave sisma che in un lontano gennaio ha colpito la città Giapponese di Kobe.
Nondimeno, scegliendo di abitare in un edificio costruito coscienziosamente potete sentirvi più sicuri in caso di Terremoto .

Cosa è il Sismografo ...?.


*** E’ uno strumento che misura e registra le vibrazioni del suolo durante un Terremoto .
Ad intervalli regolari, il pennino “posto su un rullo di carta” marca il tempo in modo che sia possibile stabilire il momento esatto e l’entità in cui avviene il Terremoto.
Il primo fu costruito nel 1890.
Oggi in tutto il mondo sono attive più di 5/6.000 di stazioni sismografiche.

Quanto sono forti i Terremoti ...?.


*** Classificazione --- Magnitudo


Catastrofico 8 o più
Disastroso 7 - 7,9
Rovinoso 6 - 6,9
Molto forte 5 - 5,9
Moderato/Forte 4 - 4,9
Leggero 3 - 3,9
Molto lieve 3
Magnitudo 2 circa 1.000 al giorno, non rivelati dalla popolazione.
Magnitudo 1 circa 8.000 al giorno, non rivelati dalla popolazione.

OOOOOOOOOO

Concludendo ...!.


*** Ho scelto volutamente di inserire date ed avvenimenti MOLTO in là nel tempo di fenomeni sismici in varie parti del mondo “ durante la trattazione ” e di seguito … alcune date … Italiane, “ le più indicative ” … il motivo è subito spiegato …:

Da tanto tempo si parla di Terremoto e MOLTO in alcuni paesi è stato fatto e MOLTO in altri si può fare , quindi tutti insieme … RIFLETTIAMO


Ore 21,20 -- 25 Gennaio 1972 -- Marche Ancona -- 8’ grado della scala Mercalli


6 Maggio 1976 -- Friuli -- 6,4’ gradi Richter


Ore 19,34 -- Domenica 23 Novembre 1980 -- Campania/Basilicata Irpinia


26 Settembre/Ottobre 1997 -- Umbria / Marche


Ore 11,32 -- 31 Ottobre 2002 -- Molise/Puglia – San Giuliano -- 5,4’ gradi scala Richter = 8’ grado scala Mercalli -- “la scuola crollata” 27 bambini ed una maestra.
Epicentro “coordinate geosat” Ml = 5.4; Mw = 5.7 Lat. 41.76; Long. 14.94


Ore 23,59 -- 24 Novembre 2004 -- Lombardia Salò -- 5,4’ grado scala Mercalli


Ore 03,32:39 -- Lunedì 6 Aprile 2009 -- L’Aquila, Tornimparte e Lucoli “ed altri paesi limitrofi” Abruzzo -- 5,8’ gradi scala Richter = al 9’ grado scala Mercalli.
Ad una profondità di 8.8 Km
Epicentro “coordinate geosat” 42°20 - 2,4 - N 13°20 - 2,4 - E

Ore 03,37 -- Mercoledì 24 Agosto 2016 -- In provincia di Rieti, tra Amatrice, Accumuli, Arquata e Pescara del Tronto --- Magnitudo 6,0' --
Ad una profondità di 4 Km
-- CENTRO ITALIA ---> da aggiornare.

OOOOOOOOOO


*** Un ringraziamento a tutti coloro che si stanno prodigando con tutta la popolazione del PIANETA TERRA ad alleviare il dolore, sofferenze ed il disagio causato dai Terremoti
e a tutti coloro che stanno sperimentando nuove tecnologie di prevenzione e costruzione antisismica.


Ps … Le immagini “inserite” sono solo a carattere informativo.


Grazie per essere arrivati fino a qui nella lettura
navy_1 ... Ciao .


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1833 volte e valutata
86% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • HANARELLE pubblicata 03/09/2016
    Una ricerca encomiabile, un evento naturale che mi auguro non mandi mai in TILT la mia mente ! Purtroppo, anche alla visione dei recenti fatti, il passato non ha dato insegnamenti per il presente......All'incompetenza non vi è rimedio! Eccellente !! :))
  • Godipanza pubblicata 09/02/2014
    Eccellenza......Informazioni Ultra Complete!!
  • epy pubblicata 19/11/2012
    eccellente
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Terremoti

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 25/08/2007