Traina

Opinione su

Traina

Valutazione complessiva (8): Valutazione complessiva Traina

 

Tutte le opinioni su Traina

 Scrivi la tua opinione

Traina al dentice col vivo

5  14.05.2006

Vantaggi:
Molto redditizia

Svantaggi:
Necessaria tanta esperienza, pazienza e intuito

Consiglio il prodotto: Sì 

ciao00

Su di me: Ricominciamoooo.....

Iscritto da:26.08.2000

Opinioni:853

Video Opinioni:1

Fiducie ricevute:109

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 18 utenti Ciao

Di qualche tecnica di pesca alla traina con artificiali ne ho già parlato in qualche precedente opi, in questa parliamo esclusivamente di una validissima tecnica per la traina col vivo, tecniche estremamente redditizie dal punto di vista delle dimensioni e del numero delle catture, ciò non significa che letta l'opi sarete in grado di attrezzarvi per una battuta di pesca in grado di farvi tornare a casa con un centinaio di denticiazzi da 7-8 kg. l'uno ma con un pò d'esperienza e beccando la giornata giusta nulla vieterebbe di rientrare con due o tre prede da 3-4 kg. a paiolo.

Tutte le tecniche possono essere difficili o facili, molto dipende dal tipo di approccio e da quante volte si usano, con l'aumentare dell'esperienza diventeranno tutte semplicissime.

Per questo tipo di pesca una barchetta risulta indispensabile , altro elemento indispensabile è un compagno di pesca pratico della barca perchè in caso di catture importanti al timone ci vuole una persona che ci sappia fare ed agevoli il più possibile l'azione di pesca seguendo tutte le indicazioni di chi regge la canna, altre attrezzature importanti sono le apposite canne da traina da almeno 60 lb. ed in numero almeno di 2, ed eventuali affondatori di tipo idrodinamico, piombo fili robusti ed ami a volontà.

Traina al dentice sottocosta o su secche:
Periodo indicato: tutti i mesi caldi con predilezione per fine maggio-inizio luglio,
Esca preferita: Seppia viva di non eccessive dimensioni
Velocità di traina <= 1,5 nodi
Tecnica: con piombo guardiano

Il terminale va preparato con dell'ottimo nylon da almeno 0,35, alla fine del quale leghiamo un robusto amo del 4 o del 5 che dovrebbe servire esclusivamente per il traino della seppia ma spesso finisce per essere uno se non l'unico attore principale della cattura, a circa 10 cm di distanza va legato per bene un altro amo più grandicello, circa del 3 con gambo corto. Lunghezza totale del terminale circa 2 metri, al termine una robusta girella in inox con microcuscinetti.

Uno dei problemi più grossi che si presenta nella pesca col vivo è l'approvvigionamento delle esche, per le seppie non è proprio il periodo ideale per sperare di catturarle, per cui meglio rivolgersi a qualche pescatore locale e prendere appuntamento per il suo rientro sperando di recuperare due o tre esemplari ancora vivi, in genere ci si riesce e spesso il pescatore non pretende neanche nessun pagamento.

E' perentorio disporre almeno di un secchio con acqua di mare in cui tenere le seppie in vita, finalmente si parte, ore migliori della giornata alba e primo pomeriggio fino al tramonto.

Mentre ci si avvia sul posto dove ci hanno segnalato cature di dentici o comunque dove crediamo che i predoni pascolino indisturnbati, si procede alla preparazione delle lenze, per far viaggiare la nostra seppia a circa un metro dal fondo utilizzeremo la tecnica del piombo guardiano, un piombino da circa 100 g. legato ad un metro di 0,10 ed agganciato al moschettone del filo madre dove andrà agganciato anche il terminale precedentemente preparato.

Per quanto riguarda l'esca va preparata immediatamente prima di calarla in mare, occhio agli schizzi d'inchiostro, l'amo anteriore, il più piccolo va infilato nella parte anteriore cercando di forare l'osso della seppia nella parte anteriore, l'altro andrà infilato in un tentacolo, nell'immediata prossimità del becco, occhio anche al becco, le beccatine sono piuttosto fastidiose, fatto ciò si fila in mare prima il piombo e subito dopo la seppia e si attende che il piombo segnali l'arrivo sul fondo con una sensibile diminuzione della tensione del filo, in genere si pesca su fondali o secche che vanno dai 15 ai 50 m.

Una volta che siamo sicuri che il piombo sia sul fondo si parte a velocità bassissima, non superare mai i 2 nodi, il movimento della seppia in acqua deve apparire assolutamente naturale, lungo i tragitto sitarano le frizioni dei mulinelli che non mancheranno di fornirci scariche di adrenalina dovute al loro improvviso gracchiare il più delle volte causato da incocci del piombo guardiano col fondale, ma ad un tratto quando ormai sfiduciati al massimo siamo stufi dei continui attacchi di piombo al fondale ecco un attacco più lungo degli altri, non si stacca, continua a tirar filo e punta in tutt'altra direzione, è LUI!

Non fermare la barca, indossare l'apposita cintura ed imbracarsi alla sedia se disponibile, diversamente trovare una comoda posizione di combattimento mentre l'altro componente dell'equipaggio recupera rapidamente l'altra lenza.

Piccola parentesi prima di continuare, i dentici in genere viaggiano in branco per cui non di rado capita di allamarne più di uno contemporaneamente, in casi del genere, non esitate a tagliare immediatamente i fili superflui, uno solo sarà quello che forse riuscirete a tirare a bordo, perseverare tenendo più di una canna impegnata causerà irrimediabilmente un ingarbugliamento delle lenze che finirà per non farvi portare a casa nulla, non dimenticate questo consiglio, è inutile pensare tanto questo è piccolo lo tiro su in un attimo e poi penso a quell'altro, è proprio quello che LORO vogliono che si pensi, in modo da fare tanti bei nodini tra le due lenze e poterle spezzare magari dopo averle ben sfregate sul bordo tagliente di qualche scoglio, tagliate senza pietà e al più presto possibile, in caso di scelta, in genere quello che si muove di meno è il più grosso, ma non sempre è detto che sia così.

Detto ciò iniziamo la vera e propria azione di pesca che ci regalerà momenti veramente magici ed indescrivibili, il dentice si dimostra sempre un combattente instancabile, continue fughe in tutte le direzioni, repentine puntate verso la barca che ci costringono ad aumentare la velocità per evitare che il filo cada di tensione, insomma un mucchio di sensazioni che descrivere a parole non è assolutamente facile, ma alla fine se siamo stati più bravi di lui ce lo ritroviamo di traverso in prossimità della barca, stremato e pronto ad essere guadinato. occhio agli ultimi guizzi in questa fase potrebbero essere fatali.

Per contro ci sono giorni in cui si gira per un mucchio di ore senza vedere nulla, per fortuna capita di rado, qualche pesciotto a casa capita quasi sempre di riportarlo, ma in questi casi provare a cambiare la velocità, a volte provando col semplice scarroccio, aumentare o diminuire l'altezza dal fondo, seguire rotte leggermente diverse ad ogni giro, la pesca purtroppo non è una scienza esatta, è comunque soggetta all'umore dei pesci e agli eventi atmosferici da cui l'umore dipende molto.

Col tempo e col succedersi delle catture matureremo l'esperienza necessaria a farci individuare le zone dove le catture possono essere più probabili, le ore del giorno e le condizioni meteo ideali, per cui eviteremmo uscite sicuramente negative o magari le utilizzeremo per dedicarci ad altro tipo di pesca che meglio si addice alle particolari condizioni della giornata, L'importante è perseverare.

E come disse il capitano in bocca alla balena. Ciao--
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
piby

piby

26.05.2006 21:14

opinione ottima, io in genere pesco con la traina ma senza canna, quella con il sughero, e i pesci che prendo sono sicuramente più piccoli!

Angela2005

Angela2005

17.05.2006 09:49

a mio figlio piace pescare, ha 8 anni gli farò leggere la tua opinione ciao ciao

Melina2811

Melina2811

17.05.2006 00:44

Eccellente recensione. ciao alle prossime. Maria.

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Traina è stata letta 13239 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (12%):
  1. piby
  2. Melina2811
  3. superbetta78

"molto utile" per (88%):
  1. Angela2005
  2. chica003
  3. mukketta
e ancora altri 20 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.