Tre metri sopra il cielo (Federico Moccia)

Immagini della community

Tre metri sopra il cielo (Federico Moccia)

Le ragazze vestono secondo le mode dell'ultimo minuto. I ragazzi girano con i loro scooter o, meglio, con la BMW lunga, magari rubata al papà. Le raga...

> Vedi le caratteristiche

70% positiva

194 opinioni degli utenti

Opinione su "Tre metri sopra il cielo (Federico Moccia)"

pubblicata 09/06/2005 | LYA77
Iscritto da : 18/07/2000
Opinioni : 675
Fiducie ricevute : 98
Su di me :
Vi aspetto sul mio blog: http://arriviepartenze.blogspot.com/ ...20.6.2007: grazie Vasco, hai avverato un mio sogno!!! Odio lo staff che non cancella i commenti maleducati...
Ottimo
Vantaggi ben scritto, fantasioso, romantico e commovente
Svantaggi un po' troppo adolescenziale
molto utile

"Un amore grande grande"

Vi segnalo questo libro, opera prima di Federico Moccia, sceneggiatore ed autore televisivo, che ha alle spalle una storia che è già tutta un romanzo.... Il libro infatti ha circolato per anni in fotocopie tra gli adolescenti della capitale, diventando così un cult prima della pubblicazione ad opera di Feltrinelli, che lo ha assunto nell'empireo dei romanzi generazionali.

Viste queste premesse, lo ammetto, mi sono avvicinata abbastanza guardinga alle pagine di questo libro, pensando che fosse il solito romanzetto per ragazzi, pieno di futilità, amorini e cotte varie...ma tant'è ero curiosa!!!!

E invece...invece ne sono rimasta stordita e conquistata, pagina dopo pagina, l'ho letteralmente divorato in tre giorni (lavorativi!!!) tirando tardi la sera per andare avanti il più possibile, ridendo come una scema quando lo leggevo in metropolitana e piangendo come una ragazzina quando sono arrivata alla fine...e non mi vergogno affatto di tutto ciò perchè è un libro che merita queste emozioni, perchè racconta esso stesso delle emozioni, dei sentimenti, allo stato puro, tanto puro che crescono vorticosamente e poi esplodono...

Leggendolo, ho capito che un adolescente non può fare a meno di enfatizzarlo, di mitizzarlo, perchè non può non condividere le speranze, le attese ed i sentimenti dei protagonisti, non può non empatizzare con il loro dolore e non può leggerlo in maniera superficiale...

Contrariamente a quello che pesavo prima di leggerlo, non è un romanzo facile da mandare giù, a 18, a 20 come a 28 anni: scorrendo le pagine ci si domanda continuamente perchè l'autore non si sia accontentato di una storia d'amore convenzionale, ma ne abbia raccontata una diversa, emozionale e straordinaria. La risposta è semplice: perchè a 18 anni quando ti innamori non si può vivere una storia ordinaria, ma si possono vivere solo storie eccezionali e fuori dal comune, ci si sente necessariamente i protagonisti di un romanzo dolceamaro e bellissimo e si aspetta che l'amore ogni giorno cresca e porti con sè altro amore.

Babi e Step, due storie diverse, due destini che si incrociano e si uniscono, si fondono insieme e si ritrovano uguali nella loro diversità: si incontrano per caso ad un semaforo, lei in macchina insieme al padre e alla sorella che va a scuola, lui in moto che torna da una notte brava, e, come dice l'autore, si guardano negli occhi ed allora quel giorno non sarà più lo stesso, la vita non sarà più la stessa, e presto se ne accorgeranno. La sofferenza incontra la felicità, l'inquietudine incontra la serenità e le due cose si mescolano ma non si fondono, inevitabilmente si attraggono.

Non voglio esagerare anche io, ma vi consiglio di leggere questo romanzo, anche se parla di ragazzi: semplicemente per ricordarvi che l'amore esiste, anche se a volte percorre la strada più tortuosa per la felicità.

PS: Vi segnalo anche la versione integrale, recentemente data alle stampe dall'autore, ed il film tratto dal libro.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 932 volte e valutata
94% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Eternal_Dreamer pubblicata 14/03/2006
    Prima o poi lo affronterò...
  • badina pubblicata 15/06/2005
    decisamente adolescenziale.. : )
  • fanny77 pubblicata 15/06/2005
    come per il film....
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Tre metri sopra il cielo (Federico Moccia)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Le ragazze vestono secondo le mode dell'ultimo minuto. I ragazzi girano con i loro scooter o, meglio, con la BMW lunga, magari rubata al papà. Le ragazze si preparano ad incontrare il ragazzo della loro vita. I ragazzi si sfidano in prove di resistenza fisica, di velocità, di rischio. Sullo sfondo di una frenetica vita di clan, Stefano, detto Step, e Babi si incontrano. Lei ottima studentessa, lui ottimo picchiatore, violento, passa i pomeriggi in piazza davanti al bar o in palestra, la sera in moto o nella bisca dove gioca a biliardo. Appartengono a due mondi diversi, ma finiscono per innamorarsi. Un romanzo di vite quotidiane, di noia, di fatica, di adrenalina e di violenza.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788807840395

Tipologia del prodotto: Libro in brossura

Categoria commerciale: tascabile

Autore: Federico Moccia

Numero totale di pagine: 319

Alice Classification: Letteratura Italiana: Testi

Letture specifche per: Età: a partire dai 14 anni (giovani adulti)

Editore: Feltrinelli

Data di pubblicazione: 2004

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 23/05/2004