Trenitalia

Immagini della community

Trenitalia

> Vedi le caratteristiche

38% positiva

261 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Trenitalia"

pubblicata 14/04/2007 | annuska
Iscritto da : 04/08/2006
Opinioni : 33
Fiducie ricevute : 16
Su di me :
Non fa per me
Vantaggi ... ehm... passiamo oltre!
Svantaggi tanti, e il brutto è che non diminuiscono col tempo, anzi!
molto utile
Assistenza /Informazioni:
Pulizia:
Puntualità negli arrivi/partenze:

"La grama vita del pendolare..."

In seguito alla mia ultima disavventura, mi è venuto in mente di scrivere un'opinione su Trenitalia… vi avviso, sarà piena di lamentele e vi darò l'impressione di essere un'autentica brontolona, ma che volete farci… viaggiare regolarmente sui treni italiani riduce così…
Sono una pendolare sul tragitto Milano-Pavia e ritorno ormai da cinque anni, e in tutto questo tempo ne ho viste delle belle… ma andiamo con ordine!

Non starò a spiegare cosa sia Trenitalia e quali servizi offra, perché credo che tutti a grandi linee li conoscano visto che è il fornitore unico a livello nazionale di servizi di trasporto ferroviari.

Sarò breve anche sui pregi del servizio offerto, visto che sono proprio pochi. Direi che il fatto che il treno non inquina sia il pregio più grande.
Motivi ecologici a parte, il treno è molto comodo per spostarsi: è un mezzo piuttosto sicuro, zero traffico, maggiore comfort rispetto al pullman e alla macchina (c'è molto più posto per stare comodi con le gambe, e per me che non sono bassa non è poco!), non viene la nausea (almeno a me!), appena si è un pochino stanchi culla dolcemente facendoti appisolare (basta ricordarsi di scender alla fermata giusta! ;0) ), si socializza meglio con gli altri passeggeri… insomma, tutta una serie di motivi che lo rendono un mezzo simpatico!

Ma… avete notato che sono vantaggi generici del trasporto ferroviario e non specifici di Trenitalia? Sì, vero? Ok… ora, con calma, ci butteremo sulle note dolenti… voglio puntualizzare che ciò che scriverò da ora in avanti è frutto della mia esperienza personale, quindi se dimentico qualche disservizio è perché non l'ho mai subito o comunque non l'ho mai osservato.

Partiamo subito con lo sfatare un pochino il mito del mezzo ecologico… perché su alcune linee Trenitalia usa ancora treni a motore, tipo sulla Pavia-Codogno. Lo faccio notare perché una delle ultime campagne di Trenitalia puntava proprio sull'ecologicità del mezzo…
E i treni? Vecchi, sporchi, puzzolenti, e chi più ne ha più ne metta! Visto che già molti ciaoini si sono dilungati su questo aspetto, non lo farò anche io… tanto nel frattempo i treni non sono certo cambiati!

Senza dimenticare i ritardi! Ci sono dei treni che addirittura sono sempre in ritardo della stessa quantità di minuti tutti i santi giorni… vi posso assicurare che è molto sconfortante! Soprattutto quando il tuo treno regionale o interregionale (di per sé più o meno puntuale) viene annunciato in ritardo per lasciar passare avanti un intercity in ritardo di mezz'ora… e come se non bastasse, una volta che il tuo treno arriva (ripeto: in ritardo), starà ulteriormente fermo in stazione una decina di minuti sempre causa intercity ritardatario, con il risultato che se prima il treno in ritardo era solo l'intercity, ora sono l'intercity più il tuo… perchè ovviamente l'intercity nel frattempo avrà recuperato solo cinque-dieci minuti... grandioso, vero?
Non so se qualcuno si ricorda delle proteste dei pendolari dell'anno scorso... tra le promesse dell'azienda, c'era anche quella di diminuire i ritardi. Dopodiché, hanno pubblicato dei nuovi orari… non so cosa sia stato cambiato nel resto d'Italia, ma sulla linea Milano-Genova (che uso io per andare a Pavia) hanno pensato bene di gestire meglio i ritardi eliminando alcuni treni (regionali) e sostituendone altri (interregionali) con degli intercity, che fanno meno fermate (quindi in genere non sono i treni dei pendolari) e costano sensibilmente di più. Questo sì che è risolvere i problemi (risatina amara…)! Infatti, i ritardi che c'erano sono rimasti tutti, con l'unica differenza di avere regionali e interregionali più affollati, visto che sono meno di prima.

E ora veniamo al capitolo dei prezzi… è risaputo che i prezzi dei biglietti dei treni non sono proporzionati alla qualità del servizio e non mi dilungherò nemmeno su questo aspetto, di cui si è già molto parlato.
Ultimamente Trenitalia ha fatto sapere che avrebbe aumentato i prezzi di intercity ed eurostar, ma non quelli di regionali e interregionali… come se i pendolari fossero idioti… il prezzo del biglietto per il viaggio Milano-Pavia su regionali e interregionali in seconda classe aumenta di cinque centesimi all'anno allo scattare del primo settembre. Per darvi un'idea: ora il biglietto costa 2 euro e 95 centesimi, cinque anni fa era 2 euro e 70… non male, eh? È quasi il 10%!
Senza contare assurdità tipo: se dovete fare un abbonamento mensile per un tratto interno ad un'unica regione, informatevi su quanto costa abbonarvi per un tratto più lungo che finisca in un a regione diversa da quella di partenza, potreste avere delle sorprese… come scoprire che l'abbonamento per il tratto più lungo costa meno di quello per il tratto più breve! Che poi, a voler ben vedere non è tanto un'assurdità, mi sembra piuttosto sfruttamento dei principali clienti dell'azienda... i soliti pendolari, che fanno viaggi piuttosto brevi…

Potrei andare avanti con altre chicche, scrivendo paragrafi intitolati "Trenitalia e la neve", "Trenitalia e i rimborsi", "Trenitalia e la promozione d'immagine" (ve li ricordate quegli spot in cui si parlava di quell'azienda perfetta che in comune con Trenitalia aveva solo il nome?), "Trenitalia e la manutenzione dei macchinari" (che in genere viene fatta dopo che esce una fumata nerissima da un vagone mentre il treno è in moto e il mezzo è costretto a fermarsi in aperta campagna… d'altra parte ormai i treni si fermano nelle stazioni cefale al massimo per mezz'ora, quindi come potrebbero i tecnici revisionare tutto? Non c'è tempo! E se succede l'incidente, è sempre per errore umano - leggi: la colpa è del macchinista), ma non aggiungerebbero nulla all'opinione che ho di questa azienda, che è totalmente negativa. Ci sono troppi disservizi, il personale è spesso scortese, c'è poca chiarezza nei rapporti con l'utenza e la gestione dell'azienda è davvero miope e concentrata sul breve periodo…

A questo punto sarà anche ora di concludere questa opinione-sfogo… oppure no? Insomma, non volete sapere quale è stata la disavventura che ha dato vita a questa opinione? Farò finta che abbiate risposto di sì… ;0)
Ieri ho preso il mio solito treno interregionale da Milano Centrale, come sempre mi sono seduta in una delle ultime carrozze. Arrivati a Pavia, il treno naturalmente si è fermato, solo che si è fermato troppo indietro e così tutti gli ultimi vagoni in realtà si trovavano fuori dalla stazione, dove non era iniziata nemmeno la banchina, quindi il capotreno non ha sbloccato le loro porte! Io e le altre persone che dovevano scendere abbiamo cercato di andare più avanti per raggiungere una carrozza con le porte aperte, ma il treno si è rimesso in moto alla volta della stazione successiva! Cerchiamo il capotreno per segnalare la cosa ma lui è introvabile fino alla stazione dopo, dove ammette che, sì, c'è stato un disguido a Pavia ma che lui ora deve ripartire. Ed è ripartito in fretta e furia lasciandoci giù.
Il primo treno per Pavia era un paio d'ore dopo. Abbiamo cercato di parlare anche con il capotreno di questo altro treno ma lui è stato molto sfuggente, cercava di coprire il collega… l'unica cosa in suo potere, a suo dire, era di non farci pagare il biglietto (e ci sarebbe mancato solo quello!).
Che ve ne pare?

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1609 volte e valutata
68% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Michiru pubblicata 02/05/2009
    Hai visto la pubblicità in TV che dichiara sconti fino al 60%? Spendono soldi per questa falsa promessa (le tariffe sono AUMENTATE, non diminuite...è uno specchio per le allodole!) ed il servizio fa sempre più schifo. Imbrogliano i clienti promettendo almeno un bonus per eventuali ritardi, ma quando ne viene fatta richiesta rispondono dopo mesi negando il rimborso con scuse assurde. CHE SCHIFO Ottima opinione.
  • maraina81 pubblicata 07/03/2009
    Sai qual è il problema? Che tanto esiste solo trenitalia, per cui non essendoci concorrenza non ci può essere un miglioramento del servizio. E tu, cliente, ti adatti e paghi!
  • Argus20 pubblicata 20/08/2008
    Non viaggio in treno in Italia da alcuni anni, comunque era meglio forse quando le ferrovie erano dello Stato
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Trenitalia

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 05/01/2006