Tutto quello che sai su Dio è falso

Immagini della community

Tutto quello che sai su Dio è falso

Russ Kick, si cimenta in un'antologia in cui trenta tra le migliori firme del giornalismo e della saggistica (del calibro di Richard Dawkins, H.G. Wel...

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

4 opinioni degli utenti

Opinione su "Tutto quello che sai su Dio è falso"

pubblicata 18/08/2004 | Balurd
Iscritto da : 25/11/2003
Opinioni : 225
Fiducie ricevute : 87
Su di me :
Soddisfacente
Vantaggi Aumenta i punti di vista
Svantaggi Può creare manie di persecuzione.....
molto utile

"L'altra versione dei fatti: 11 settembre"

Quando l'ho visto in libreria, il volume in questione mi ha procurato subito diffidenza: è un'americanata, ho subito pensato. Ma poi "never judge a cover by its book...." (come cantava il buon Stanley Clarke....) e sono stato, anche se indirettamente, vittima del becero marketing sensazionalistico americanoide.
Data la varietà degli argomenti trattati (è un'antologia che propone autorevoli -?- opinioni su alcuni temi scottanti del nostro tempo) mi ripropongo di commentarne via via i vari episodi, per cui il primo apparirà al suo posto (sotto la voce che gli è propria), gli altri (se ce ne saranno e non mi sarò stufato di farmi s... mentali) sotto altre forme ed in altre categorie.


Veniamo a noi!
11 settembre 2001: chi non ha perfettamente stampato nella memoria, e ce l'avrà finché campa, dove era, cosa faceva, cosa ha detto, cosa gli hanno detto, etc. etc., nel momento in cui il Tiggì divulgava urbi et orbi le immagini drammatiche ed agghiaccianti degli aerei che si disintegravano contro le Twin Towers di New York? Chi, qualora abbia appreso la notizia da un familiare, da un collega o da chicchessia, non ha almeno per un istante dubitato della sanità mentale dell'informatore? Insomma, un evento di tale enormità, assurdità, e ad un tempo grossolanità, che tanto ha scavato nella nostra psiche, pare si sia dissolto nel nulla.
Tutti si sono accontentati della prima versione dei fatti: Al Qaeda. Bin Laden. Per strani sillogismi improbabili: Afghanistan e poi...... come associando bidet a bidelli....... Iraq. Saddam Hussein. Il resto è cronaca.
Ma...... tutti sospettano..... tutti immaginano che dietro una cosa così grossa capitata nel paese più potente e sicuro nel mondo abbia una puzza di marcio incontenibile.
Parliamo dello stesso paese dove se superi il limite di velocità nel punto più disabitato subito si materializza il "cop" e ti bastona pesantemente, a volte anche letteralmente!

beh quale sarebbe la versione di Roberto Quaglia (autore del capitolo: "Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sull’11 settembre 2001, ma che non avete mai osato chiedervi")?

Sintetizzo (per approfondimenti comprate il libro oppura andate a www.pasti.org/rquaglia.htm):

1) Il disastro in questione sarebbe frutto del non intervento (nella versione soft) o nella partecipazione (in quella hard) della CIA e del caro vecchio George Dàbliu Bush per ottenere un pretesto nobile (l'ala più fondamentalista degli americani republican, si sa, è un po' forcaiola,..., solo un po') per andare a fare un po' di ENDURING FREEDOM dall'altra parte, dove i talebani rompevano un po' le scatole circa la costruzione di un gigantesco oleodotto che doveva attraversare l'Afghanistan, e poi un po' di SHOCK AND AWE giù dal vecchio Saddam, che dai tempi di papà Bush aveva il maledetto difetto di detenere uno dei più grossi giacimenti petroliferi ancora sfruttabili al mondo.

2) Le lettere all'antrace sarebbero state una manovra parallela per tenere buonini i senatori democratici (principali intestatari delle letterine farcite) a non fare indagini a tappeto sul perché ed il percome delle stragi di New York, con il nobile pretesto della propaganda politica anti repubblicana.

3) La SARS sarebbe stata diffusa "ad arte" in contemporanea all'invasione dell'Iraq come paracadute mediatico (se l'Iraq fosse andato storto c'era una notizia importante da porre in sostituzione nel bombardamento di tv e giornali.....)

4) contemporaneamente la SARS avrebbe lo scopo di testare la cosiddetta guerra bioeconomica, atta cioè a danneggiare l'economia di paesi in ascesa troppo violenta per i gusti statunitensi, od in aperta opposizione alla politica imperialista americana. Il caso vuole che la SARS sia (stata?) diffusa in Cina (potenza minacciosa e ciuccia-petrolio) ed in Canada (sede dei più incavolati movimenti no-global ed anti guerra).

5) alcuni microbiologi di stirpe britannica, statunitense e ebraica sarebbero misteriosamente scomparsi per porre fine al rischi che qualcuno rivelasse il segreto della manipolazione biologica a fini di contenimento demografico ed economico, alcuni periti in misteriosi incidenti aerei.

6) Bush avrebbe un curriculum da stupidone manipolato dagli squali Rumsfeld e Cheney (questa forse è la più plausibile).

Verità? Invenzione? L'autore, per pararsi il "lato in ombra" premette che tutto quanto descrive o è fantascienza o coincidenza. Certo alcune coincidenze sono proprio incredibili........

Proseguo nella lettura di questo libro che ha venduto svariate migliaia di copie, almeno finché non subentrerà un senso incontenibile di nausea.

Il rischio è di cominciare a pensare che il salumiere sotto casa sia un emissario della CIA, o che Berlusconi sia una persona onesta....a confronto.
Il vantaggio, nel leggere ciarpame di ogni sorta o saggistica di alto livello, è che il senso critico nei confronti dei mezzi d'informazione certamente ne viene accresciuto, e finalmente si troverà il coraggio di frullare la TV dalla finestra.......


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 2830 volte e valutata
79% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • aerika pubblicata 27/04/2006
    l'ho visto ieri in libreria ma ho comprato il secondo volume.. mah.. speriamo bene.. ottima opi!
  • fralen pubblicata 16/09/2004
    concordo. La tesi HARD sull'influenza della CIA e del "ponte di comando" sulla strage del WTC non è cosi anomala. L'economia USA era gia in recessione da Aprile 2001. Quale miglior giustificazione al crollo di Wall Street per la rovina di miglioni di risparmiatori che hanno investito nelle aziende bolla???
  • alessandra290476 pubblicata 11/09/2004
    fatto ^__^
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Tutto quello che sai su Dio è falso

Descrizione del fabbricante del prodotto

Russ Kick, si cimenta in un'antologia in cui trenta tra le migliori firme del giornalismo e della saggistica (del calibro di Richard Dawkins, H.G. Wells, Paul Krassner, Douglas Rushkoff ...) si adoperano per smontare e denunciare miti, Leggende, segreti e misfatti legaci a ogni sorta di religione o culto. Cristianesimo, ebraismo, islam, buddismo, induismo, nuove pseudo-religioni. Nulla sfugge ai saggi impietosi e oltremodo razionali che vengono raccolti in questa antologia. La religione viene affrontata a tutto campo: vi sono sia vere e proprie denuncie storiche e giornalistiche (costi del clero, omertà, abusi) sia curiosità e stranezze riguardo a miti irrazionali che continuano a imperare in moltissime società (alcune delle quali teoricamente evolute, come quella americana o italiana).

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788889091524

Tipologia del prodotto: Libro in brossura

Curatore: R. Kick

Numero totale di pagine: 430

Alice Classification: ALTRE RELIGIONI. RELIGIONE COMPARATA

Editore: Nuovi Mondi

Data di pubblicazione: 2008

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 07/11/2003