Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)

Immagini della community

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)

Viaggiare è sempre stato per Tiziano Terzani un modo di vivere e così, quando gli viene annunciato che la sua vita è ora in pericolo, mettersi in viag...

> Vedi le caratteristiche

96% positiva

27 opinioni degli utenti

Opinione su "Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)"

pubblicata 30/11/2008 | Bellatrix72
Iscritto da : 14/03/2004
Opinioni : 676
Fiducie ricevute : 718
Su di me :
Continuo a non comprendere quali siano i criteri per l'assegnazione dei diamanti....RESTO VERAMENTE interdetta di fronte a certe incongruenze! MI ARRENDO! Dovrei cominciare a scrivere di salvaslip e detersivi x avere qualche speranza...blah!
Buono
Vantaggi Un viaggio virtuale nel proprio "sé"... un modo per conoscersi meglio...
Svantaggi La prolissità dell'autore e le lungaggini del libro...potrebbero annoiare a volte...
molto utile

"Il "viaggio" più importante..."

Negli ultimi tempi...

Negli ultimi tempi...

Quando ho acquistato e cominciato a leggere questo libro l'ho fatto con un tale entusiasmo che, ero certissima, mi avrebbe ripagata con una grande soddisfazione… purtroppo non è andata "sempre" così però… devo ammettere a malincuore che, in certi momenti, è stata dura andare avanti e resistere alla tentazione di chiudere il libro per passare ad altro… Non fraintendetemi, si tratta di un "signor" libro, uno di quei libri che si rivolge a chiunque e che, per chiunque, racchiude un messaggio affatto trascurabile… ma la prolissità di Terzani a volte rischia di stancare, soprattutto se si affrontano argomenti "esistenziali" come quelli che lui sviscera dalla prima all'ultima pagina del suo lavoro.

Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo


Le 576 pagine del libro di Terzani parla di un viaggio molto particolare e faticoso, un viaggio alla ricerca di se stesso, il vero se stesso, quello che la vita di ogni giorno ha seppellito sotto le migliaia di "banalità" di cui si ciba.

L'esigenza di questa ricerca, di questo viaggio, nasce dalla scoperta della "malattia",un cancro che lo spinge, dapprima, a cercare speranza nella medicina e nelle cure del corpo, rivolgendosi a coloro che lui preferisce chiamare "gli aggiustatori", ma una volta sperimentata la superficialità dei trattamenti destinatigli, pur non abbandonandoli completamente, comincia a muoversi in una direzione diversa… quella dello spirito, dell'anima… un viaggio alla scoperta di una cura per il suo spirito, che possa curare le origini del suo male, prima che il male stesso!

Comincia così un estenuante cammino che porta Tiziano Terzani, in India, in Asia, in America, e che gli permette di incontrare, guaritori, santoni, stregoni, medici alternativi, ognuno con le sue convinzioni e con le cure "miracolose" a cui, all'inizio, Terzani si sottopone, ma col passare del tempo l'entusiasmo per la ricerca di una cura viene sostituita dalla necessità di capire, di andare oltre il se stesso che conosce da sempre, di ricevere quelle risposte che ognuno di noi ha bisogno di avere ma a cui non basta una vita intera, per trovarle…

Facile, trattando un argomento simile, cadere nella prolissità di un racconto accurato e particolareggiato… quella prolissità che, purtroppo, a me ha fatto rallentare molto la lettura… D'altro canto, l'accuratezza e i particolari del racconto, permettono al lettore di sentirsi parte dell'avventura stessa e il modo di narrare di Tiziano "ti fanno sentire suo amico" eliminando quella barriera tra scrittore e lettore, tra chi narra e chi ascolta… Ma, allo stesso tempo, quell'accuratezza e tutti quei particolari rendono meno piacevole, per certi versi, una lettura che si dilunga in maniera estenuante.

Tiziano Terzani ha deciso di raccontare questa sua storia, perché era certo di poter rappresentare uno sprone, un incoraggiamento per tutti coloro che stanno vivendo l'esperienza della malattia, e vivendola in prima persona, sulla sua pelle, era certo che l'aver percorso già quella strada potesse servire per non far sentire solo chi la sta percorrendo adesso… dopo di lui… L'essere degli individui con delle fragilità ci rende "mortali" e questa certezza di dover morire ci pone di fronte a delle ansie e a delle domande di cui non conosciamo le risposte… Si tratta di capire che "la vita e la morte" sono due aspetti della stessa cosa, dice Terzani… certo basterebbe capire questo, ma non basta comprenderlo a livello mentale, bisognerebbe riuscire a "Sentirlo dentro". Ed è proprio questa, alla fine, la meta del viaggio, raggiungere questa coscienza, questa consapevolezza: Noi tutti, nascendo, intraprendiamo questo viaggio, un viaggio di cui nemmeno Tiziano sa molto, l'unica cosa di cui è certo è la strada da percorrere, ed è una strada che "da fuori porta dentro, che dal piccolo conduce al grande". Anche i suoi passi su questa strada sono incerti, e nonostante le tante guide incontrate non riesce, veramente, a seguirne nessuno, perché l'unica voce da seguire è quella che arriva da dentro e riesce a sentirla solo verso il concludersi del suo peregrinare, nel silenzio più assoluto.

Cosa mi è piaciuto di questo viaggio


Ciò che mi ha fatto desistere dall'abbandonare questo libro, sono state certe pagine in cui Terzani utilizza brevi leggende e parabole dalla morale molto profonda che spinge alla riflessione…usando la saggezza orientale riesce a trasmettere concetti che, altrimenti sarebbero molto pesanti da assimilare…

Ma quello che più mi è piaciuto è stata la sua conclusione, gli ultimi capitoli che accompagnano verso il traguardo sono stati quelli che mi hanno conquistata di più… quelli che descrivono la sua esperienza più alta, quella del silenzio…

Sarebbe inutile scendere in particolari su questo libro per persuadervi della sua bellezza, nemmeno su di me tanti pareri positivi sui lavori di Terzani, hanno avuto come conseguenza quella di farmi correre in libreria a cercare i suoi libri… un giorno è scattato quell'interesse semplicemente sentendone parlare da una donna incontrata per pochissimo tempo… Immaginavo che tra le sue pagine avrei trovato le risposte a tante domande… ma se anche voi credete di trovarle in questo libro, rischiate di rimanere delusi e di perdere interesse come è successo a me… Al contrario,questo libro può indicarvi la strada da seguire per trovarle… o il cassetto da aprire per scovarle, magari seppellite da tante cose inutili… e soprattutto nel silenzio, proprio al contrario di tante parole sprecate dallo stesso scrittore…

Ogni giorno per lui è un nuovo giro di giostra, e soprattutto quando tutti attorno a lui gli ripetono che i giri sono quasi terminati, che la giostra sta per smettere di girare, ogni giro strappato diventa una meravigliosa conquista colorata, come dovrebbe essere la vita di ognuno di noi, giorno dopo giorno…

Tiziano Terzani


Tiziano è nato nel 1938 e ha lasciato questa vita nel 2004.
È stato corrispondente di un settimanale tedesco per ben trent'anni e nello stesso tempo collaboratore della Repubblica e del Corriere della sera.
Essendo un profondo conoscitore dell'Asia e un gran viaggiatore e osservatore, ha scritto numerosi libri in cui ha messo nero su bianco le sue esperienze.
Un ultimo giro di giostra fa parte di quei libri in cui ha smesso le vesti di reporter e ha trattato l'argomento "uomo", le sue domande, i suoi dilemmi, le sue paure, donando n messaggio di speranza fino al suo ultimo viaggio… il suo ultimo giro di giostra.

Scheda tecnica del libro

Un altro giro di giostra
Tiziano Terzani
Casa editrice TEA
€ 12.00

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 2031 volte e valutata
60% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • elettrico_83 pubblicata 21/06/2011
    Grazie mille per le informazioni interessanti. Appena puoi passa a leggere le mie opinioni. Ciao alla prossima.
  • ivan.mary pubblicata 26/12/2010
    bella opinione!
  • TITTA63 pubblicata 17/04/2009
    ho amato molto quel libro...
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Viaggiare è sempre stato per Tiziano Terzani un modo di vivere e così, quando gli viene annunciato che la sua vita è ora in pericolo, mettersi in viaggio alla ricerca di una soluzione è la sua risposta istintiva. Solo che questo è un viaggio diverso da tutti gli altri, e anche il più difficile perché ogni passo, ogni scelta - a volte fra ragione e follia, fra scienza e magia - ha a che fare con la sua sopravvivenza. Alla fine il viaggio esterno alla ricerca di una cura si trasforma in un viaggio interiore, il viaggio di ritorno alle radici divine dell'uomo. Un libro sull'America, un libro sull'India, un libro sulla medicina classica e quella alternativa, un libro sulla ricerca della propria identità.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788830421424, 9788830440050

Tipologia del prodotto: Libro rilegato

Autore: Tiziano Terzani

Numero totale di pagine: 588, 576

Alice Classification: Geografia Generale. Viaggi

Editore: Longanesi

Data di pubblicazione: 2004, 2014

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 16/08/2004