Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)

Immagini della community

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)

Viaggiare è sempre stato per Tiziano Terzani un modo di vivere e così, quando gli viene annunciato che la sua vita è ora in pericolo, mettersi in viag...

> Vedi le caratteristiche

96% positiva

27 opinioni degli utenti

Opinione su "Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)"

pubblicata 01/03/2005 | llpb1996
Iscritto da : 10/11/2004
Opinioni : 161
Fiducie ricevute : 86
Su di me :
Ottimo
Vantaggi davvero tanti
Svantaggi nessunissimo
molto utile

"Addio Tiziano!"

Tiziano Terzani

Tiziano Terzani

E qualche volta succede, succede che un medico un giorno ti dice: “hai il cancro”
Che fare? Dove andare? Reagire o lasciarsi andare al proprio destino?
Certo per uno come Terzani, viaggiatore esperto, da sempre alla ricerca della verità per gli altri e per se stesso, la scelta non può che essere obbligata. E’ da qui che nasce il suo ultimo libro “Un altro giro di giostra”, un viaggio alla ricerca di un improbabile cura ma soprattutto un viaggio interiore alla riscoperta di se stessi o meglio come lui stesso scrive «a pensarci bene, dopo un po' il viaggio non era più in cerca di una cura per il mio cancro, ma per quella malattia che è di tutti: la mortalità”.
Affascinante, intenso, spirituale e terribilmente reale, il viaggio si dipana tra l’America e la Thailandia, tra l’India ed Hong Kong, tra le Filippine e l’Himalaya e ti conduce per mano alla scoperta di paure, per pudore o per cultura mai affrontate, alla scoperta di modi alternativi per sentirsi parte di un tutt’uno o profondamente soli, alla scoperta di territori drammaticamente belli, ricettacolo, allo stesso tempo, dei derelitti dell’umanità.
E’ un viaggio nella malattia, ma non quella che Terzani chiama “il suo malanno”, ma piuttosto quella del nostro tempo, dove sembra prevalere su tutto l’egoismo, il materialismo, l’individualismo.
E’ un viaggio della speranza, alla ricerca di un angolo di civiltà dove viva ancora l’umanità.
E’ un viaggio nella cultura vedica (Mantra, Brahmana e Upanisad), nell’ayurveda e nella medicina omeopatica.
Non ci sono parole adeguate che potrei trovare per raccontarvi l’intensità di certi racconti, non ci sono modi per spiegarvi quali voli pindarici può fare la mente leggendo le sue righe.
Si tratta di noi: noi e l’universo, noi e la malattia, noi e gli altri.

Tratto dal libro:
"Alla fine tutto va messo alla prova: le idee, i propositi, quel che si crede di aver capito e i progressi che si pensa di aver fatto. E il banco di questa prova è uno solo: la propria vita. A che serve essere stati seduti sui talloni per ore a meditare se non si è con questo diventati migliori, un po' più distaccati dalle cose del mondo, dai desideri dei sensi, dai bisogni del corpo? A che vale predicare la non violenza se si continua a profittare del violento sistema dell'economia di mercato? A che serve aver riflettuto sulla vita e sulla morte se poi, dinanzi a una situazione drammatica, non si fa quel che si è detto tante volte bisognerebbe fare e si finisce invece per ricadere nel vecchio, condizionato modo di reagire?"

Amo Terzani per il suo modo di porsi, di raccontare intimamente le sue sensazioni senza mai sentenziare o sembrare definitivo nei suoi giudizi. Il suo stile è quello giornalistico di sempre, sobrio ma coinvolgente. Lo consiglio caldamente a tutti, per me è stato amore a prima vista: già con “Un indovino mi disse” avevo capito che non me ne sarei più distaccata, e la storia infatti è continuata e continuerà.

Tiziano Terzani è morto nel luglio del 2004, dopo aver pubblicato a marzo questo suo ultimo regalo.
Mi mancherà, ma ho la piccola fortuna di averlo incontrato tardi nel mio percorso di vita, quindi mi resta ancora molto da leggere di lui e poi però più nulla….
Dice il figlio Folco:
“Sembrano pochi sessantasei anni per morire. Ma mio padre aveva visto tutto, conosciuto ogni cosa, ogni angolo della terra che voleva conoscere. Aveva compiuto il suo viaggio nel mondo e, infine, dentro se stesso, ormai era pronto. Si era preparato a lungo e se n'è andato, con lo sguardo sereno. Non è morto, ha lasciato soltanto il suo corpo”.

Addio Tiziano, addio Anam - il senzanome.

“Ci sono mille modi di inginocchiarsi e di baciare la terra. Di là delle idee, di là da ciò che è giusto e ingiusto, c’è un luogo. Incontriamoci là”
[Gialal al-Din Rumi –poeta sufi]

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1566 volte e valutata
88% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • lonelystar pubblicata 03/06/2005
    Mi hai fatto nascere dentro il desiderio di leggere questo libro dal titolo già tanto intrigante.Conoscevo Terzani, alcuni dei suoi libri sono qui fra i libri miei e di mio figlio.Grazie a te, corro a comprare il suo ultimo. Brava per la recensione.Grazie,lonelystar
  • rob76 pubblicata 13/05/2005
    grazie del consiglio.ciao rob76
  • 62038 pubblicata 31/03/2005
    Che storia incredibile, non la conoscevo
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo (Tiziano Terzani)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Viaggiare è sempre stato per Tiziano Terzani un modo di vivere e così, quando gli viene annunciato che la sua vita è ora in pericolo, mettersi in viaggio alla ricerca di una soluzione è la sua risposta istintiva. Solo che questo è un viaggio diverso da tutti gli altri, e anche il più difficile perché ogni passo, ogni scelta - a volte fra ragione e follia, fra scienza e magia - ha a che fare con la sua sopravvivenza. Alla fine il viaggio esterno alla ricerca di una cura si trasforma in un viaggio interiore, il viaggio di ritorno alle radici divine dell'uomo. Un libro sull'America, un libro sull'India, un libro sulla medicina classica e quella alternativa, un libro sulla ricerca della propria identità.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788830421424, 9788830440050

Tipologia del prodotto: Libro rilegato

Autore: Tiziano Terzani

Numero totale di pagine: 588, 576

Alice Classification: Geografia Generale. Viaggi

Editore: Longanesi

Data di pubblicazione: 2004, 2014

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 16/08/2004