Opinione su "Vedes Peluche Orsetto Teddy"

pubblicata 01/02/2017 | Aerea
Iscritto da : 15/01/2016
Opinioni : 17
Fiducie ricevute : 67
Su di me :
☼ ☼ ☼ ☼ ☼ ☼ ☼ ☼ - il "Fido" collaboratore ringrazia :)
Ottimo
Vantaggi espressi nell'opinione, a partire dal costo
Svantaggi tutto sommato nessuno
Eccellente
Rapporto qualità/prezzo:
Fascia di età:
Complessità:

"SSTRESSSSSSS TEST"

Vedes Peluche Orsetto Teddy

Vedes Peluche Orsetto Teddy

Buongiorno o buonasera, secondo il momento che avete voglia di sorbirvi un’altra delle mie recensioni.

Come molti sanno ho espresso l’intenzione di autopensionarmi dal pubblicare, preferendo lasciare agli altri la fatica dello scrivere e riservandomi il meno operoso compito di leggere o solo salutare gli amici. Ma nel buen retiro mi è venuta un’altra idea … dunque eccomi di nuovo alla tastiera.

L’idea è questa, poi mi direte se vi è piaciuta oppure no.

Questo è un sito di consumatori che consiglia gli altri consumatori giusto? Le opinioni sono dirette, esaurienti e suffragate ma ……… non ho ancora trovato uno stress test, perciò provo a farne uno io.

Di cosa si tratta? della verifica della resistenza di un oggetto sottoponendolo alle peggiori condizioni di utilizzo.

Cominciamo.

Soggetto: IL PELUCHE ORSETTO TEDDY

Supervisore al controllo io

Esperto assistente coadiuvante: Pluto

Il soggetto da sottoporre a verifica è stato scelto a caso, come meglio spiegato in dettaglio e come si evince dal rapporto fotografico, e con i conseguenti risultati ottenuti dalle singole prove effettuate.

ACQUISTO
La scelta del campione da testare è stata fatta casualmente dall’Esperto Coadiuvante Pluto, che in una fiera del baratto di oggetti usati si è impadronito di un peluche azzannandolo e mettendosi a scuotere energicamente la testa (come da foto d’esempio)

COSTO
Nulla. La scena ha divertito gli astanti e, nel constatare anche il gradimento di Pluto che continuava a scuotere con maggior vigore il peluche (determinato più che mai nella propria scelta), la proprietaria del bene ha deciso di farcene dono.

PRODUTTORE
boh … e che ne so?!?!?

Come è avvenuto lo stress test, spalmato in un target temporale di osservazione di circa tre mesi

1. Appena giunti “in laboratorio” e nei giorni seguenti, il campione è stato sottoposto a una serie di prove di strangolamento

2. pigiature sulla parte posteriore

3. ulteriori strapazzi

4. strangolamento e tiraggio bestiali

5. morsicatura

Finalmente dopo ben due giorni di duro lavoro ad impegno costante, ecco il primo risultato ottenuto: gli occhi sono stati tolti e il peluche mantiene ancora la sua forma originaria, nonostante le massicce sollecitazioni cui è stato sottoposto.

Lo stress test prosegue con la prova dello spoglio dell’abitino, in questo caso trattasi di un pigiamino giallo. Per dovere di cronaca, devo precisare che originariamente il peluche possedeva anche una cuffietta collocata e fissata sulla sommità del capo: purtroppo non so che fine abbia fatto.

L’operazione nella sua complessità è stata portata a termine con facilità nell’immediato, senza riuscire a rompere il pigiamino che mantiene intatte le fattezze.

Ora che l’orsacchiotto è stato privato di ogni elemento di rivestimento si può procedere all’analisi del materiale di imbottitura, operazione molto importante che serve a stabilire se il campione nasconda o meno materiali tossici o potenzialmente pericolosi, ordigni esplosivi, missili terra-aria. In questa fase delicata, l’esperto ha setacciato pezzo per pezzo tutto il materiale contenuto internamente.

Come si evince dalle immagini lo strato di imbottitura primario è costituito da ovatta sintetica non trattata, inodore ed insapore. Dalla ricerca più approfondita è emerso che il campione risulta essere farcito da uno strato più interno di piccole sfere di polimero, incolori, inodori ed insapori che conferiscono più “croccantezza” durante le fasi di strapazzo.

La maggior quantità di sfere è stata bonificata manualmente, una piccola rimanenza è stata raccolta con l’aspirapolvere, comunque è facile trovare ancora residui sparsi in giro, l’importante è sottolineare che questo tipo di sfere sono antiscivolo. La difficoltà riscontrata durante le operazioni di rimedio al disastro è dovuta all’insufficiente contrasto di colore delle sfere: su pavimentazione chiara rimangono poco visibili.

In conclusione, dopo gli stress meccanici cui è stato sottoposto e, nonostante una profonda scucitura sul retro, il nostro peluche è rimasto ancora abbastanza integro, eccezione fatta per gli occhi.

A conclusione del nostro stress-test, malgrado i cruenti sezionamenti subiti, l’orsetto è stato ritenuto, dal nostro Esperto, ancora riutilizzabile per la nanna o per eventuali ulteriori strapazzi. Importante sottolineare che a distanza di tempo, sebbene svuotato con dovizia, continua a mantenere ancora le forme originarie senza perdere filamenti ne' frammenti.

COSA E’ STATO APPREZZATO
• L’economicità dell’investimento
• Fattura, materiali e colori abbinati
• Lo strato di imbottitura primario costituito da ovatta sintetica ignifuga
• Compattezza nello spargimento dei rivestimenti interni. Ho particolarmente gradito l’imbottitura secondaria, costituita dalle piccole sfere di polimero, perché è stato semplice raccoglierle quasi tutte. In precedenza ho avuto la stessa esperienza con un altro peluche imbottito di semi di miglio la cui raccolta non è stata affatto agevole ed è perdurata per giorni; un casino della miseria, semini disseminati dappertutto addirittura infilati nelle fessure dei battiscopa.
• Resistenza
• Nonostante l’impiego intenso, ha mantenuto le fattezze originarie potendo in tal modo venire ancora riutilizzato per un periodo di tempo indefinito, come testimonia l’immagine: infatti è sufficiente ricacciare dentro l'imbottitura, ricucirlo e il peluche ritorna come semi-nuovo
• Occhietti attaccati ben saldi
• Nel corso di pubblicazione dell’esperimento e tuttora le orecchie non si sono staccate, idem per gli arti ancora presenti ed integri
• Assenza di filamenti
• Dal punto di vista sanitario, la composizione di tutti i materiali di cui è composto il peluche è innocua.


COSA NON E’ PIACIUTO
Nulla da eccepire

COSA AVREI MIGLIORATO
Le possibilità di acquisto, visto che la versione tale e quale del modello preso a campione non è facilmente reperibile

CONCLUSIONI
Sulla base degli elementi acquisiti, l’Equipe può esprimere il proprio giudizio positivo al 100%, pertanto, si può consigliarne tranquillamente l’acquisto.
Confrontando il prodotto con altri analoghi si può affermare che è stato quello che è durato di più e dura tuttora.
Dopo i collaudi cui è stato sottoposto, la forma risulta pressoché inalterata, la farcitura può venire ricacciata dentro e l'orsetto divenire riutilizzabile. Oltre che possedere un'imbottitura priva di sostanze tossiche o infiammabili, coloranti o attrattiva alimentare, si può ritenere sicuro ed ascrivibile a modello di qualità superiore, soprattutto perchè realizzato con materiali e finiture controllati.


Dopo l'adempimento al proprio compito, l'Esperto si è giustamente concesso un pisolino di riflessione

INFINE … LA VERA STORIA SULLA NASCITA DEI PELUCHES
Non esiste una riconducibilità certa all’invenzione di questo giocattolo, realizzato solo recentemente secondo i modelli attuali che circolano in commercio.

La voce ufficiale che circola sull’antesignano del moderno peluche pare sia da attribuire all’idea della tedesca Margaret Steiff che, sul finire dell’Ottocento, inizia a realizzare cuscini a forma d’orsetto, soggetto che poi ha riscosso notevole successo quando è stato proposto alla Fiera del Giocattolo di Lipsia nel 1903, occasione da cui prende il via la produzione su larga scala dell’allora emergente industria fino ai giorni nostri.

Ciò che invece non è comunemente risaputo è che in realtà, nell’epoca rurale, l’arcaico peluche constava in un cuscino imbottito con della paglia che veniva collocato nel lettino accanto al bimbo con lo scopo di proteggerlo dall’umidità notturna, ritenuta causa delle diffuse pleuriti.

I deumidificatori o il calore diffuso non erano ancora stati inventati.

Successivamente il cuscino è stato sostituito da primitivi fantocci o bamboline imbottite
per far si che i bambini ci potessero anche giocare, ma lo scopo notturno rimaneva quello di assorbire l’umidità oppure riscaldarsi.


POST: a chi è dispiaciuto per la sorte dell'orsacchiotto informo che sta benissimo, basta ricacciare dentro l'imbottitura, dare due punti di cucitura e ritorna a posto. Gli mancano solo gli occhi e la cuffietta, ma il resto è ancora integro :D non preoccupatevi è ancora vivo :D

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1468 volte e valutata
92% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • MyaMick pubblicata 25/03/2017
    Mi sono divertita moltissimo a leggere quest'opinione, complimenti per l'idea ma soprattutto complimenti a Pluto per il suo ottimo lavoro da 'stressatore' :)
  • luniacorn pubblicata 25/03/2017
    Descritto bene
  • am53 pubblicata 24/03/2017
    Complimenti!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Vedes Peluche Orsetto Teddy

Descrizione del fabbricante del prodotto

Peluche

Caratteristiche Tecniche

MPN: PLS ORSET

EAN: 4004510911227

Tipo: Peluche

Dimensione (Cm): 20

Marca: Vedes

Ciao

Su Ciao da: 23/02/2010