Vergogna (J. M. Coetzee)

Immagini della community

Vergogna (J. M. Coetzee)

"A suo avviso, per essere un uomo della sua età, cinquantadue anni, divorziato, ha risolto il problema del sesso piuttosto bene". È la prima frase di ...

> Vedi le caratteristiche

90% positiva

4 opinioni degli utenti

Opinione su "Vergogna (J. M. Coetzee)"

pubblicata 02/08/2014 | andreacanu88
Iscritto da : 01/08/2014
Opinioni : 2
Fiducie ricevute : 0
Su di me :
Ottimo
Vantaggi Stile piacevole e graffiante
Svantaggi Nessuno in particolare
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

"La trasformazione del Sudafrica post-Apartheid"

Pubblicato nel 1999, Vergogna è probabilmente il lavoro più noto di J.M. Coetzee, nome di punta della letteratura sudafricana e vincitore del premio Nobel nel 2003.

La narrazione ruota attorno a David Lurie, docente universitario presso la Cape Town University. La carriera di Lurie, già in fase calante a causa di una perdurante mancanza di stimoli intellettuali, viene definitivamente stroncata dal venire alla luce della sua relazione con una studentessa.

David decide di abbandonare tutto, e lascia la capitale per trasferirsi in campagna, dove la figlia Lucy possiede e gestisce una fattoria. Il suo progressivo adattamento alla nuova realtà viene tuttavia interrotto dalla brutale aggressione subita da Lucy ad opera di un alcuni giovani assalitori. La relazione tra David e la figlia ne risulta irrimediabilmente compromessa, così come era accaduto per quella fra il professor Lurie e la società urbana di Città del Capo.

David, bianco e benestante, diventa così emblema di una società sudafricana in fase di violenta transizione. L'uscita di scena di David è totale, e transita ancestralmente per il corpo di due donne, la cui sottrazione il protagonista è forzato, contro la propria volontà, ad accettare. Ma passa anche, in maniera altrettanto significativa, per la perdita della terra, nel momento in cui il possesso della fattoria da parte di Lucy viene messo in discussione dai ricatti del vicino Petrus, senza che David sia in grado di intervenire.

Lo stile di Coetzee, asciuttto e immediato, rende la lettura estremamente scorrevole e piacevole.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 740 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Groudy.Blue pubblicata 03/08/2014
    Da leggere
  • TATA04 pubblicata 02/08/2014
    grazie
  • FilippaMon pubblicata 02/08/2014
    interessante
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Vergogna (J. M. Coetzee)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Vergogna (J. M. Coetzee)

Descrizione del fabbricante del prodotto

"A suo avviso, per essere un uomo della sua età, cinquantadue anni, divorziato, ha risolto il problema del sesso piuttosto bene". È la prima frase di "Vergogna", e chi la pronuncia, il professor David Lurie, quel problema non l'ha risolto affatto. Non a caso, una sera Lurie invita a casa sua una studentessa e la seduce. Costretto a lasciare la professione, Lurie si rifugia da sua figlia, in campagna. Qui potrebbe trovare la pace, e invece trova altra violenza, quella che tre sconosciuti esercitano sulla ragazza. Lurie vorrebbe denunciarli, ma sua figlia si oppone, sostenendo che il pericolo con cui i bianchi convivono è il prezzo da pagare per avere diritto alla terra.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788806174507, 9788806223182

Tipologia del prodotto: BC, BA

Categoria commerciale: tascabile

Autore: J. M. Coetzee

Traduttore: G. Bona

Numero totale di pagine: 234

Alice Classification: Letterature Straniere: Testi

Editore: Einaudi

Data di pubblicazione: 2005, 2014

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 18/12/2009