Vulcano

Immagini della community

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Vulcano"

pubblicata 17/07/2017 | camy91
Iscritto da : 01/04/2016
Opinioni : 40
Fiducie ricevute : 202
Su di me :
Com'è straordinaria la vita......
Ottimo
Vantaggi Bellezze naturali, risorse, natura incontaminata e caratteristiche contraddistinte
Svantaggi Assolutamente niente
Eccellente
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"Vulcano: un'esplosione di naturale benessere!"

Isola di Vulcano

Isola di Vulcano

Salve a tutti cari amici di questa frizzante community, ed eccoci ritrovati ad una mia nuova opinione.
Volevo prendermi le ferie anticipate a dire il vero, tra la lentezza del sito che ha causato problemi di login e caricamento (fortunatamente risolti), il caldo opprimente, scrivere sotto i 40° gradi è un'impresa colossale, soprattutto avendo il mare a due passi da me. E niente tra un tuffo nel blu, qualche weekend al sole stile "lucertola addormentata" e qualche ora libera la sera, eccomi rientrato perché la voglia di scrivere è sempre forte.

Siamo in una fase dell'anno dove chi, tasche permettendo, comincia ad organizzarsi per le vacanze, per il tanto desiderato esodo di agosto... Già vedo davanti agli occhi le lunghe code ai pedaggi autostradali, la confusione, l'asfalto fumante e la voglia di tornare a casa ahahaha!!! Scherzo...
Oggi vi parlo di una gita di un giorno che ho avuto il piacere di fare qualche anno fa con degli amici, nel 2015 proprio in questo periodo, in una delle più belle mete della meravigliosa Sicilia, ovvero l'isola di Vulcano.


Premessa - La gita

Avete presente quelle gite organizzate, dove si versa la propria quota e non si deve fare più nulla? Ecco, ho pagato la mia parte anticipandone una percentuale per le prenotazioni e basta.
Queste gite sono molto convenienti per chi vuole passare una giornata fuori, ma senza pensieri, l'autobus conduce a destinazione e la stessa cosa al ritorno, fermandosi al punto raduno scelto dall'organizzatore e si è esenti dallo stress di guida soprattutto al giro di ritorno, ove la stanchezza può incombere sulla guida.

La gita comprendeva l'arrivo a Vulcano con una sola sosta a metà strada e colazione offerta e gadget di vario tipo come: tracolle, portachiavi e cappelli come sponsor dell'agenzia organizzatrice.
Nel prezzo del pacchetto fu compreso pure il biglietto dell'aliscafo per attraversare quei pochi km di mare per raggiungere l'isola.
Giunti a destinazione, il programma prevedeva alcune ore "libere" a disposizione fino al pranzo, come visitare l'isola, fare qualche bagno al mare o "infangarsi" nelle pozze di fango, mentre per il pranzo era facoltativa la scelta del ristorante, che non era prevista nel pacchetto. Io ho preferito rimanere al mare e pranzare con un panino insieme ai miei amici.
Dopo il pranzo verso le 15, il programma prevedeva prima della partenza per casa, qualche ora in una struttura Centro Benessere che, quasi sicuramente vi parlerò nella prossima opinione.
Ho riassunto brevemente il programma della giornata, per rendervi un po' l'idea. Riprenderò il discorso nel segmento opinione personale.
Adesso credo sia giunto il momento di parlare di questa meraviglia della natura.
Grazie a tutti coloro che dedicheranno un attimo di attenzione, per leggere questa opinione.


Le Isole Eolie

Vulcano è una delle sette isole che comprende uno degli arcipelaghi più conosciuti in Italia e non solo: le Isole Eolie.
L'arcipelago è situato a nord delle costa messinese, in Sicilia ed è composto da sette isole tutte di origine vulcanica, dove in alcune di esse l'attività (vulcanica), è ancora attiva.
L'arcipelago ha una disposizione di forma semicircolare, per una lunghezza approssimativa di circa 200 km.
Stromboli, Lipari, Salina, Panarea, Filicudi, Alicudi e appunto Vulcano. E' presente inoltre un'altra piccolissima isoletta disabitata che rientra a far parte del gruppetto, si chiama Basiluzzo, e più che altro viene considerata un grande scoglio.
Nel 2000 le Isole Eolie sono state nominate dall' UNESCO, Patrimonio dell'umanità.
Certamente, le isole sono una delle mete turistiche più gettonate del nostro Paese, pensate che annualmente si stimano circa 600 mila visite.
Sotto vi parlerò brevemente di esse, dando però un maggiore spazio (giustamente) all'isola di Vulcano.
Ma andiamo con ordine...
  • Lipari è la più grande delle sette isole è conta circa 13 mila abitanti, ed estende la propria amministrazione comunale anche sulle altre isole eccetto Salina.
    Di origine vulcanica, come tutte le altre, è appunto il risultato di una serie di eruzioni presentatasi nel corso dei millenni.
    Ha numerose piazze, strade e musei come il Castello di Lipari e il Museo archeologico regionale eoliano, molti locali e ristoranti, ideali per serate estive all'insegna del relax.
  • Salina è la seconda più grande sia per superficie che per popolazione e conta circa 3000 abitanti. E' l'unica fra tutte ad avere un suo comune. Anch'essa nata da antiche eruzioni, formata da 6 sei vulcani ormai spenti. E' l'isola più fertile dell'arcipelago, per questo sono numerose le coltivazioni di capperi ed uve pregiate, ed è qui che viene prodotto uno dei vini più buoni e dolci, la Malvasia delle Lipari.
  • Stromboli è quella collocata più a nord rispetto le altre isole. Si tratta più che altro di un vulcano attivo, uno dei più attivi al mondo, con attività esplosiva, per questo tenuto assiduamente sott'occhio dai vulcanologi. Presenta bellissime spiagge ed un mare cristallino, tuffarsi ed avere davanti agli occhi Iddu (così chiamato dagli abitanti dell'isola), è una sensazione unica!
  • Filicudi, è una piccola isola nata da un vulcano spento e comprende circa 250 abitanti fissi, (molti di più nella stagione estiva). E' presente solo un'unica strada principale che collega le varie viuzze secondarie per raggiungere il centro. Non mancano comunque le piazze, i musei, hotel, locali. Seppur piccolina, ha tanto da offrire.
  • Alicudi, una delle più piccole dell'arcipelago, sorta da un vulcano spento. E' stata resa abitabile solo in una parte, in quanto l'isola è soggetta a frane sul versante ovest, per questo conta pochissimi abitanti, circa 100. Definita la "Selvaggia", presenta percorsi scoscesi e difficilmente percorribili ma è molto ricca di flora e fauna.
  • Panarea la più piccola ma, forse la più rinomata delle sette e non sarà un caso se viene chiamata "l'isola dei Vip", proprio perché è una meta piuttosto gettonata dalle persone che lavorano nel mondo dello spettacolo. Ideale per chi è in cerca di lusso e serate mondane, lo stesso per chi opta per un soggiorno all'insegna del relax. Unica per bellezze paesaggistiche che offre, spiagge ed un mare da cristallino. Ha un alta affluenza di visite turistiche, dove nei mesi di luglio e agosto si raggiunge l'apice di affollamento. Immancabile ogni anno la festa del santo patrono: San Pietro, festa fortemente sentita dagli abitanti. Insomma lusso, relax, mare, divertimento, arte e spettacolo rendono l'isola molto, molto chic.

Chiudo qui il paragrafo delle isole. Ho scelto di non dilungarmi troppo con la descrizione di esse perché in fin dei conti non è l'argomento principale dell'opinione, ma bensì di una specifica isola, la quale riporterò una descrizione più completa e dettagliata sotto, soprattutto perché è stata quella da me visitata.


Isola di Vulcano

Vulcano è l'ultima isola che comprende l'arcipelago precedentemente descritto da me.
Si estende su una superficie di circa 21 km quadrati per una popolazione stimata di circa 1000 abitanti e fa parte dell'amministrazione comunale di Lipari.
L'isola è una "conseguenza" di antiche eruzioni di alcuni vulcani e alle loro fusioni. Esiste un cratere attivo, quello del Vulcano della Fossa, e anche se l'ultima eruzione risale a qualche secolo fa, il cratere continua a dare prova della sua vitalità, non avendo mai cessato la sua attività vulcanica. Infatti è possibile osservare ancora oggi, fenomeni del tipo: getti di vapore, fumarole e la presenza di fanghi sulfurei.


Che clima presenta

Le Isole Eolie hanno tutte un clima mediterraneo. Gli inverni sono piuttosto miti e poco piovosi, alternati da periodi di sole tiepido e periodi di maltempo, caratterizzate da piogge e vento, ma questo fenomeno non si presenta frequentemente. E' raro, quasi inesistente, la possibilità che possa nevicare. Comunque sia il termometro nella stagione invernale mantiene una temperatura media di circa 14° C.
Le estati sono calde e sempre soleggiate, a tratti afose ma data la brezza marina riescono a mantenersi piuttosto temperate. La temperatura media oscilla dai 27° ai 30° C. con picchi che possono raggiungere anche qualche grado in più.
Mentre per le stagioni primaverili e autunnali, le temperature si mantengono stabilmente sui 20° C.
Si calcola una media di circa il 72% di umidità annua ed i venti predominanti (stima annuale) sono il Maestrale e lo Scirocco.


La Natura: Gli aspetti floristici e faunistici

L'isola di Vulcano è caratterizzata da una flora tipica Eoliana e Macchia Mediterranea anche se presenta una vegetazione (in parte), arborea cioè con l'aspetto o la natura di albero, estranea nelle altre isole, questo fenomeno è dovuto a rimboschimenti avvenuti in passato, chiamati boschi autoctoni.
Una delle piante più comuni è il Cappero, una pianta dalle foglie ovali verdi, che sfoggia tutta la loro bellezza e dalla quale si ricava il famoso frutto. Altra specie presente è la Ginestra, specie rara lì, che "sopravvive" ai piedi delle rocce vulcaniche, dando un tocco di colore al paesaggio, così come il Mesembriantemo, pianta dai coloratissimi fiori simili alle Margherite, resiste alla siccità e forma graziosi cespuglietti. Il Giunco, che è una pianta paludosa ma che si adatta pure nei boschi ombreggiati, com'è nel caso dell'isola, che può raggiungere un'altezza superiore al metro.
Sono numerosi i boschetti di alberi di grande fusto come: Tamerice, Pino e Leccio, solo per citarne alcuni.
Tanta roccia così come tanto verde e tanti colori. Uno scenario unico e straordinariamente suggestivo, sia per l'aspetto paesaggistico che per quello naturalistico.

Per quanto riguarda l'aspetto faunistico, l'isola "ospita" moltissime specie di volatili come ad esempio: il Corvo Imperiale, la Poiana, il Falco ma anche Gabbiani, senza considerare le specie che transitano durante la migrazione come il: Pellicano, Airone, Oca Selvatica, Gru e Fenicottero.
Invece nei boschetti è possibile incontrare il Coniglio Selvatico, che è comunissimo.
Mentre documentandomi ho scoperto l'esistenza di una specie di lucertola, chiamata Lucertola Eoliana. Un tempo popolava interamente l'arcipelago, mentre adesso vive soltanto in piccole aree, questo è dovuto all'uomo che ha introdotto la classica lucertola (che si differenzia da quella eoliana per il colore), facendo diminuire così la quantità, tant'è che ad oggi questa specie è a rischio d'estinzione.
L'ambiente marino oltre che ad offrire acque pulite e cristalline, sono molto popolate. Si, perché l'attività vulcanica che rende unico l'arcipelago, ha creato un ambiente marino piuttosto variegato, come la presenza ai fondali di scogliere, grotte, permettendo un insediamento ittico promiscuo, sono tante le specie di pesci che hanno trovato il loro habitat quali: Alice, Aragosta, Spigola, Tonno, Calamaro, Ricciola, Cefalo, Cernia, Sarago, Coda di rospo, Orata, Dentice, Gambero rosso, Nasello, Occhiata, Pesce spada, Polpo, Scorfano rosso, Seppia, Triglia ecc...
Numerosi anche i cetacei che vivono nei fondali marini, alcune specie presenti sono: il Capodoglio, il Grampo, la Balenottera, lo Steno e moltissimi altri.


Le famose spiagge

Se si sceglie una meta come quella di Vulcano, è inevitabile che ci si debba tuffarsi nelle sue acque e godersi qualche oretta di relax magari prendendo un po' di sole.
L'isola in tutto il suo fascino, offre spiagge caratteristiche, bellissime e diverse l'una dalle altre e tutte si contraddistinguono per alcune particolarità.
Sicuramente una delle attrazioni turistiche più grandi è la spiaggia di Porto di Ponente meglio conosciuta come Sabbie nere, facile capire il perché. Una distesa di sabbia vulcanica che a contatto con il mare crea un connubio perfetto. Non è solito vedere una spiaggia nera, ma lo spettacolo è davvero mozzafiato. La sabbia vulcanica sotto i raggi del sole crea un effetto luccicante e questo comporta una visione suggestiva.
Un'altra bellissima spiaggia è la Spiaggia del Gelso, bagnata da un mare cristallino e pulito. Particolare è la presenza di un grande faro, il quale è possibile vedere l' Etna, in tutta la sua maestosità.
Unica nella sua caratteristica è la Spiaggia delle Fumarole, dove è possibile trovare in mare, molti punti in cui l'acqua ribolle. Sapete perché? Questo fenomeno è dovuto alla presenza di sorgenti gassose sottomarine, quindi tra una nuotata e l'altra ci si può ritrovare in un punto dove l'acqua è caldissima, appunto perché riscaldata dal vapore sulfureo.
Mentre se si vuole una spiaggia più "movimentata" è il caso della Spiaggia dell'Asino, parecchio frequentata e famosa per la mondanità notturna. Un grande lido allestito e ben attrezzato per il giorno per i bagnanti e la sera, una favolosa pista da ballo per serate indimenticabili all'insegna del divertimento.


I Fanghi Termali Naturali

Infine voglio parlarvi, non di una spiaggia, ma dei Fanghi Termali Naturali di Vulcano.
L'isola come già sapete è prosperosa di risorse naturali, è il caso del laghetto dei fanghi caldi.
Cos'è? Ogni anno migliaia di persone usufruiscono della "pozza" (cosi comunemente chiamata), immergendosi dentro e cospargersi di fango su tutto il corpo. I fanghi sono composti da acqua salmastra e fango argilloso con un'elevata concentrazione di zolfo, anidriti e alimentati da vapori sulfurei che producono innumerevoli bolle ed una temperatura alta, oltre che un odore pesantissimo di zolfo. Sono tutti elementi naturali, pertanto sono utili non solo per il benessere fisico ma anche per chi soffre di malattie articolari e malattie respiratorie. Esistono infatti delle vere e proprie terapie a base di fango per la cura di tendiniti, o nel caso di disagi respiratori, l'inalazione dei gas sulfurei emanati, creano un aerosol in modo naturale.
Oltre che uno spettacolo paesaggistico il potere dei fanghi portano moltissimi benefici, oltre che psicologici anche fisiologici.
Andare a Vulcano senza fare il bagno nella "pozza" è come venire in Italia e non mangiare la pasta! Non so se ho reso l'idea ;)


Dove si può soggiornare

Non mancano di certo strutture alberghiere, anzi, l'isola essendo una meta turistica molto _In_, offre una vasta scelta di Hotel, B&B, Case vacanze, Affittacamere ecc... Dal lusso, alla semplicità. Tutto ovviamente dipende dalla stagione.
Uno degli hotel più rinomati è sicuramente il Resort Les Sables Noirs ****, dove il lusso non manca, hotel dotato di ogni confort. Oppure il Therasia Resort *****, paradiso terrestre, lussuoso è dir poco, dotato di un centro benessere e dove è possibile ammirare tutte le isole grazie alla sua disposizione.
Mentre se si vuole risparmiare qualcosina senza rinunciare però ad un soggiorno confortevole, l' Hotel Residence Al Togo *** fa al caso vostro, con una fascia di prezzo media. Oppure l' Hotel Conti *** anch'esso con una fascia media di prezzo, che offre vari confort e perfettamente ubicato su una spiaggia di sabbia nera.
Sono presenti su internet vari annunci di Casa vacanze e Affittacamere che propongono offerte Low-Cost, davvero imperdibili, perché è vero, è bello un soggiorno all'insegna di tanti confort, ma con i tempi che ci ritroviamo cari amici, è molto meglio se si può risparmiare qualcosina. Io per esempio non sono di molte pretese, mi accontento anche di poco, ma ovviamente la pulizia e la serietà sono d'obbligo.
Comunque sia consiglio a tutti, prima di eseguire una qualsiasi prenotazione, soprattutto online, di assicurarsi di aver scelto la struttura più idonea per voi, magari telefonando direttamente chi di dovere per fornirvi le giuste informazioni, onde evitare spiacevoli episodi.

Ci tengo a precisare che, le citazioni precedentemente fatte di alcuni Hotels, sono state eseguite esclusivamente per uno scopo informativo a voi lettori. Nessuna pubblicità, nessuno scopo di lucro.


Opinione personale

Dunque amici eccoci arrivati alla parte finale dell'opinione, alla mia esperienza personale.
Per chi ha letto l'opinione avrà potuto capire che il mio giudizio è assolutamente positivo. Ma vi racconto tutto con ordine.
Una volta arrivati sull'isola il gruppo ha preso strade diverse automaticamente, c'è chi ha preferito iniziare col giro dell'isola, chi è andato al mare... Io ho preferito iniziare con i fanghi invece, ero troppo curioso di provarli. Abbiamo usufruito di un piccolo sconto sul biglietto facendo appunto parte di una gita organizzata e se la memoria non mi tradisce, ricordo il costo pari a 2€ per poter fare il bagno nel fango. D'impatto la cosa che si percepisce di più è l'odore dello zolfo (così come in tutta l'isola), molto pesante, ma devo dirvi che pian piano ci siamo abituati all'odore. La pozza è molto grande, quasi sempre affollata, quella mattina c'era tanta gente immersa. Il contatto col fango crea una sensazione benevole, notai subito la temperatura, altissima, in alcuni punti ci si scottava pure i piedi. La pozza misura una profondità media di 60 cm e quindi immergersi totalmente risulta difficile e quindi è necessario l'aiuto delle mani per cospargersi di fango sulla parte superiore del corpo. Cosa importante è proteggere gli occhi e stare prudenti. Ricordo di essermi seduto, avendo trovato un "punto" omogeneo e non troppo caldo per me, ragazzi una barzelletta... Proprio sotto i miei glutei ci fu un'emissione di gas e immaginate le corse che ho fatto per cercare di stemperare la temperatura che il mio sedere aveva raggiunto!
Una mezz'oretta ci fu sufficiente per uscire e farci la doccia posizionata in un angolo a cielo aperto. Notai immediatamente che la mia pelle era diventata morbida, soprattutto sulla schiena e sulle gambe. Notai anche un'altra cosa: la mia pelle, così come quella dei miei amici e di tutta la gente, si era impregnata del forte odore di zolfo.
"Si toglierà nel corso della giornata", pensai... Eh no ragazzi, nonostante 50 docce, sono dovuti passare giorni prima che l'odore si togliesse del tutto. Così come i vestiti, la maglietta ahimè mi son trovato costretto a buttarla, infatti consiglio a tutti voi di indossare vestiti, esclusivamente da tenuta da mare.
Detto questo è stata un'esperienza assai gradita, ovviamente oltre a vedere uno scenario spettacolare.
Dopo esserci ricomposti io ed i miei amici ci siamo fatti un giretto per le strade dell'isola, molto pulite. Una cosa che mi ha fatto grande piacere è stato il fatto di vedere pochi mezzi inquinanti in giro. La maggior parte della gente (compresi i turisti), giravano in bici. Si respirava un'aria pulita, di zolfo, ma almeno è naturale.
Abbiamo visitato molti stand allestiti di souvenir, il mio acquisto è stata una calamita (che ho attaccato al frigo), a forma di anfora con la stampa e il nome dell'isola.
Passeggiando e chiedendo informazioni in giro siamo giunti alla Spiaggia delle Fumarole, un bel bagno al mare ci stava proprio! Anche in questa spiaggia la sabbia è scura e ricordo che in mare si manifestava il fenomeno tipico che caratterizza la spiaggia. Strano ma vero ma l'acqua del mare bolliva! E ci siamo accorti anche di altri punti, più vicini alla riva. L'acqua era una tavola, pulita e calda già di suo, ma questo fenomeno rende la temperatura quasi sempre tiepidamente stabile.
Dopo aver trascorso qualche oretta di mare, per il pranzo ci siamo accontentati di un panino in un bar ben attrezzato, anche perché alle 15:00 avevamo appuntamento alle Piscine Geotermiche.
Finisce qui il mio giro sull'isola, purtroppo non ho avuto modo di girarmela al completo, disponendo di una sola mattinata, ma ciò che ho visto mi è bastato per capire che ci tornerei volentieri, magari visitando i luoghi che non sono riuscito a vedere.
Una cosa è certa la natura rappresenta la forza maggiore che possa esistere. Vulcano insieme al resto dell'arcipelago è una Perla del Mediterraneo e tale deve rimanere, perché oltre che passare una bellissima giornata all'insegna del relax, del divertimento, la cosa che custodisco nei miei ricordi con maggiore spessore, sono stati gli scenari. Oltre che le spiagge, il mare, vedere tutta quella roccia "ricamata" da fiori e verde di ogni tipo, mi ha dato un senso di imponenza trasmettendomi una sensazione di pace interiore allo stesso tempo.
Quindi cari amici se avete in mente un weekend di relax o qualche giorno di beate ferie, Vulcano, potrebbe essere la meta perfetta per voi. Se siete in cerca di divertimento, serate di danza, mondanità o semplicemente un soggiorno rilassante oppure una vacanza d'amore, l'isola ha tutti i requisiti per far passare a tutti noi serate indimenticabili.

Il mio giudizio finale è di:

Come di consueto, lascio un piccolo album di foto, scattate da me personalmente che vi invito di andare a vedere.


Ordine di foto

  • La pozza dei fanghi
  • Il souvenir acquistato da me con relativo foglietto e nickname
  • Uno scenario roccioso
  • Un bellissimo paesaggio
  • Un monumento
  • Gli stand per la vendita di souvenir
  • Una macchia di vegetazione
  • Altri stand
  • La strada che conduce al mare
  • Una piazza del centro


Conclusione

Ebbene signori miei, eccoci giunti al termine di questa mia nuova opinione. Mi scuso se, magari, mi sono dilungato troppo con il testo, ma ci tenevo profondamente a presentarvi al meglio, questo posto incantevole.
Spero di esserci riuscito e di non avervi annoiato, se così è stato mi dispiace.
Inoltre ci tengo a precisare che ciò che ho scritto non è un copia- incolla da altri siti e come sopra citato, le foto sono esclusivamente di mia proprietà.
Ringrazio a chi leggerà e/o valuterà questa opinione.
A presto carissimi ciaoini della community ;)
Sempre con affetto...

Camy91

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 836 volte e valutata
94% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Rysonance pubblicata 14/09/2017
    Eccellente, diamante meritatissimo
  • sonya32 pubblicata 11/09/2017
    Eccellente
  • Dan91 pubblicata 06/09/2017
    wow... sarebbe bello andarci in questo luogo... per ora è difficile... complimenti
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Vulcano

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 15/04/2005