Opinione su "easyJet"

pubblicata 11/08/2005 | Sputnik
Iscritto da : 02/09/2000
Opinioni : 22
Fiducie ricevute : 9
Su di me :
Perennemente in balia di vicissitudini lavorative e universitarie. Ma non mollo mai, nè l'uno nè l'altro!
Ottimo
Vantaggi Prezzi concorrenziali, check-in veloce, puntualità
Svantaggi Posto a sedere non assegnato
molto utile
SERVIZI A BORDO
SERVIZI A TERRA
RAPPORTO PREZZO/QUALITA'
Puntualità negli arrivi/partenze:

"Ottimi servizi a prezzi concorrenziali"

Decisa finalmente la meta, Repubbliche Baltiche, bisognava mettersi in moto per tempo per arrivarci.
Improponibile in treno, decisamente troppo lontano per l'auto, l'unica soluzione era l'aereo, modo di viaggiare che non prediligo non potendo gustare i paesaggi come vorrei, ma estremamente comodo per evitare di perdere giorni e giorni per il trasferimento.

Scartai subito a priori le compagnie di linea: decisamente troppo costose, anzi, direi senza mezzi termini che fissano prezzi spropositati, e non c'era neanche la comodità di partire dall'Aeroporto di Trieste.
Poco male, le compagnie low cost sono fatte per risparmiare ed era un paio d'anni che volevo provarle: il ballottaggio si restrinse alla ben conosciuta Ryan Air e alla meno nota Easy Jet, menzionata più volte da alcuni amici inglesi.
Anticipo subito che l'opzione Ryan Air fu quasi subito scartata sia per l'impossibilità di avere coincidenze fra due aerei (se non sostando sia all'andata che al ritorno una notte a Francoforte), sia per il maggior prezzo che mi veniva a costare il biglietto rispetto alla Easy-Jet.

Orientato quindi definitivamente su Easy-Jet, ecco quindi la mia esperienza.

Il sito è semplice, intuitivo e in diverse lingue, compreso l'italiano.
Inserendo l'aeroporto di partenza, quello di arrivo e la data, viene subito fornito una lista di tre voli (con relativo prezzo) corrispondenti al giorno selezionato, a quello prima e a quello dopo; una scomodità da segnalare è che la valuta indicata è espressa in unità monetarie del paese nel quale è situato l'aeroporto e non secondo la nazionalità dello User registrato.
ottimo fu il fatto che Easy-Jet ha due scali molto vicini a me, Venezia Marco Polo, che però offre voli solo sull'Inghilterra, e Lubiana, che offre sia voli su Londra che su Berlino Schoenenfeld, uno degli snodi principali di Easy-Jet nonchè punto di partenza per vari voli nell'Est europeo.

Necessariamente scelgo di partire da Lubiana, aeroporto in cui mancavo da quasi (sigh!) 16 anni, predisponendo un itinerario aereo Lubiana-Berlino e Berlino-Tallinn (tutto in un giorno) per l'andata, e Riga-Berlino (notte a Berlino) e Berlino-Lubiana.
La prenotazione è facile e veloce, può essere effettuato sia via internet sia telefonicamente (con un piccolo sovrapprezzo che si aggira sui sette euro), ed il pagamento può essere effettuato con carte Delta, Visa, Mastercard, American Express, Maestro e Diners Club; curioso il fatto che se si paga con una carta di debito Visa, piuttosto che con una carta di credito, si paga ulteriormente di meno.
Compilati tutti campi necessari, viene fornito un codice alfanumerico (assolutamente da conservare!) che costituisce il biglietto: Easy-Jet (come chiaramente scritto sull'avviso) non emette biglietti, ma solo questi codici tramite il quale si fa il check-in. Viene fornito un codice per ogni prenotazione fatta (non per numero di voli): se prenotate un viaggio di andata e ritorno vi viene dato un solo codice, così come se faceste un viaggio di sola andata.

Capitolo prezzi; premetto subito che la mia prudenza mi è costata qualcosa come settanta euro!
Sapendo di partire a Luglio e avendo (più o meno) in mente le date, già per metà maggio controllavo sul sito i vari prezzi: ebbene, per troppa cautela, aspettando un'ulteriore settimana per prenotare mi ritrovai con prezzi più alti, rimettendoci appunto settanta euro. Il discorso è molto semplice: più il volo si riempie, più i posti rimanenti aumentano di prezzo.
Inoltre, essendo costretti a fare scalo, i prezzi risentono anche delle maggiori tasse aereoportuali, che ammontano a non meno di venti euro, quindi una buona fetta del biglietto.
Quindi, prenotate per tempo!
Tutto ciò mi costringe a indicare i prezzi Easy-Jet non come "imperdibili" ma solo come "concorrenziali", considerando che comunque erano inferiori agli inflazionati Ryan Air.
Tuttavia, prenotando con largo anticipo, specialmente su tratte meno turistiche, si possono trovare prezzi irrisori (un Lubiana-Berlino A/R viene meno di un Riga-Berlino solo andata, ad esempio).

La franchigia del bagaglio è di 20Kg; non tantissimo, ma tutto dipende da come uno intende viaggiare: considerandomi un viaggiatore all'avventura che ha bisogno di alcune necessarie comodità, mi bastano tranquillamente 13-15Kg all'andata e 2-3Kg in più al ritorno (come pesano questi regali!)
Il bagaglio a mano dovrebbe seguire le normali regole del buon senso, ma ho visto signore portarsi il trolley "piccolo" con loro e ragazzi avere sotto i loro sedili zaini belli pieni; insomma, a meno di non voler strafare, vige una certa permissività.

Il viaggio vero e proprio comincia con il check-in, che apre ben due ore prima della partenza e chiude tassativamente 30 minuti prima di essa.
Il personale di terra, così come quello di bordo è molto giovane e molto competente; pur con lunghe file sia a Lubiana che a Riga, il tutto si svolse in pochi minuti per il mio personale stupore, abituato ad attese estenuanti: bastava consegnare un documento, il codice della prenotazione e il bagaglio e l'impegata forniva un cartoncino bianco ed arancione con nome e cognome, numero del volo, partenza e destino e una lettera di priorità, molto importante.
Il posto a bordo è "free", non assegnato, e quindi chi primo arriva meglio alloggia; ma a tutto questo c'è una limitazione: chi prima fa il check-in riceve una lettera di priorità (A-B-C-D+) che permette di dividere i passeggeri lungo diverse code che vengono smistate a seconda di questa priorità (prima gli A, poi i B ecc. ecc.)
A Berlino Schoenefeld invece il check-in si differenzia per la presenza nel terminal Easy-Jet (ben visibile anche dall'esterno, è tutto arancione) di una ventina di macchinette con touch-screen che, a seconda dell'apertura dei check-in, forniscono i voli in partenza e la possibilità di effettuare in self service il check-in: basta inserire il codice della prenotazione e selezionare il proprio nome; la macchinetta fornisce il solito cartoncino bianco-arancione e l'etichetta da applicare al bagaglio. In caso di difficoltà una hostess Easy-Jet sta per tutto il tempo vicino alle macchinette aiutando chi abbia qualche problema.
Fatto questo basta fare una coda minima (e velocissima) per caricare il bagaglio e il gioco è fatto, mancano solo la frontiera (i controlli a Berlino sono a dir poco assillanti) e l'imbarco, prima del quale si viene, per un'ultima volta, controllati dal personale di terra, che si assicurano che tuttii passeggeri siano presenti.
L'imbarco è la parte meno simpatica di tutto il viaggio: a causa del posto libero, da subito si forma una ressa non indifferente per accaparrarsi i posti migliori (o meglio due posti vicini se si è con il partner), per fortuna il tutto viene mitigato dalle già menzionate lettere di priorità.
Tali operazioni avvengono quasi sempre secondo un metodo rodato: l'aereo arriva, scarica passeggeri e bagagli (provenienti da chissà dove), viene ripulito, quindi vengono imbarcati i nuovi passeggeri.
Il tutto si svolge in tempi brevi, tra i quindici e i venti minuti.

Una volta imbarcati si è finalmente a posto e si attende solo di partire.
Il personale, anche se per un volo di durata breve (un'ora o due non di più), è piuttosto numeroso: non meno di cinque persone, tra steward e hostess, tutti ragazzi giovani, molto disponibili, sempre sorridenti e soprattutto attenti a far rispettare le norme di sicurezza (valuto positivamente l'insistenza a far tornare in posizione normale il sedile reclinato di un passeggero prima del decollo).
A bordo non vengono offerti pasti, ma è possibile acquistare snack e bibite dal servizio a bordo denominato easyKiosk, ad un prezzo assolutamente abbordabile, niente a che vedere con le ladrate proposte da altre compagnie aeree fra cui la Maersk. Si possono acquistare anche profumi e altri oggetti da regalo ad un prezzo, ovviamente, meno conveniente che a terra.
Cosa curiosa è che dopo essere passati con il carrello delle vivande, due steward ripassavano con un sacco blu per far gettare le immondizie: anche questo è risparmio!
Tutti i voli da me effettuati si sono svolti nella massima tranquillità, poche turbolenze e atterraggi perfetti.

Parlando della puntualità dei quattro voli effettuati, penso di essere partito al massimo con dieci minuti di ritardo (Berlino-Lubiana), eppure a destino eravamo o in perfetto orario o addirittura in anticipo; un altro netto e deciso punto a favore di Easy-Jet.

Per quanto riguarda i bagagli, assolutamente nessun problema, al contrario di passate esperienze con altre compagnie aeree: sempre arrivati a destino e in ottime condizioni.

Infine una nota di colore che fa guadagnare ulteriori punti a questa compagnia aerea.
In metropolitana a Berlino, mentre ci dirigevamo ad Alexander Platz, montò uno degli steward che ci avevano accompagnato da Riga a Berlino: bastò uno sguardo perchè ci riconoscesse e ci salutasse molto cordialmente.
Peter è un ragazzotto tedesco di 27 anni, estremamente simpatico e disponibile, con una laurea in lingue e una conoscenza a livello universitario di tedesco, inglese, russo, lettone, sloveno, spagnolo e francese: non mi sorprese che l'avessero assunto!
Chiacchierammo per alcuni minuti su come aveva ottenuto il lavoro (tramite invio curriculum su internet, come chiaramente segnalato sul sito) e su come avveniva la sua giornata lavorativa (da due a quattro voli al giorno, spesso senza neanche scendere dall'aereo), poi ci salutammo al giorno dopo, visto che anche lui sarebbe stato sul volo per Lubiana; anche lì, dopo aver svolto i suoi compiti, si fermò a parlare con noi e ci augurò di rivederci presto.
Lo spero proprio.

Traggo le conclusioni: i collegamenti europei sono molti e puntuali.
I prezzi sono concorrenziali e, se presi per tempo, molto vantaggiosi.
Il personale è giovane, disponibile e preparato.
Altro punto di forza è la praticità e velocità delle operazioni di check-in e imbarco.
I voli sono generalmente confortevoli e senza problemi.

Quindi, posso con sicurezza affermare che il prossimo viaggio aereo che farò sarà, nel limite della disponibilità delle destinazioni, con Easy-Jet.


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 9511 volte e valutata
75% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Maybex pubblicata 03/12/2007
    ECCELLENTE... veramente una bellissima opinione... complimenti!
  • Sputnik pubblicata 28/10/2005
    Lynx_Qbik, mi chiedo se tu abbia letto l'opinione. Alitalia ti da un codice alfanumerico per partire? Su Alitalia hai il posto prenotato, su Easyjet no. Con Alitalia non sono (purtroppo) mai arrivato in orario, con Easyjet, in quest'occasione non ho fatto un minuto di ritardo. E soprattutto con Alitalia paghi quattro volte quello che paghi con Easyjet. Con Ryanair non ho mai volato, non ho la pretesa di giudicare o dire stupidaggini. Al contrario mi chiedo se TU abbia mai realmente volato. Il tuo voto negativo proprio non la capisco, il commento ancora meno.
  • sunshineX pubblicata 27/10/2005
    ma questo codice alfanumerico come te lo danno? insieme nella email di conferma o appena hai finito di effettuare la transizione dell'acquisto sul sito stesso? e puoi stampartelo?....ciao
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : easyJet

Descrizione del fabbricante del prodotto

Caratteristiche Tecniche

paese di appartenenza: Gran Bretagna

Long Name: easyJet

Ciao

Su Ciao da: 17/09/2000